Tessuti economici per la camera da letto e dei bambini

La camera è sicuramente il luogo più intimo della casa, che rivela la personalità di ognuno. Ecco perché è importante saper scegliere stoffe più adatte, cercando di risparmiare il più possibile. Scopriamo qualche consiglio sui tessuti economici per la camera da letto e dei bambini.

Luci Led in camera da letto: cosa sono le TikTok lights e perché vanno di moda?

Tessuti economici per la camera da letto e dei bambini: cosa sapere

La biancheria da letto viene spesso realizzata con tessuti facili da lavare, talvolta con fantasie policrome. Il suo ruolo in camera da letto è importante, perché elemento molto visibile. Se il gusto è personale, nella scelta dei tessuti ci vuole competenza e attenzione al risparmio. La prima cosa da tenere in considerazione è che è sempre meglio preferire fibre naturali ed ecologiche. Fortunatamente, il cotone è il tessuto utilizzato di più per la biancheria. È fresco e lavabile ad alte temperature e perfetto per l’estate. Fortunatamente, la lavorazione del cotone è molto vasta e esiste in varie tipologie di prezzo, anche a pochi euro. Un’altra soluzione economica perfetta per l’inverno è la flanella di lana, con caratteristiche termiche e ideale per la realizzazione di plaid e coperte.

In generale, il dilemma è sempre tra cotone e poliestere. Ovvero fra fibre naturali e fibre artificiali. Entrambe le soluzioni possono essere molto economiche ma, considerando che le lenzuola sono sempre a contatto diretto con la pelle, è sempre preferibile scegliere materiali naturali e privi di sostanze potenzialmente dannose. Inoltre, il cotone è molto traspirante rispetto a un tessuto artificiale, e questo è importante da tenere in considerazione per la sudorazione corporea quando si dorme.

camera da letto e dei bambini

Tessuti economici per la camera da letto e dei bambini – Shutterstock di Photographee.eu

Attenzione al materasso

Ci sono tantissimi tipi di materassi quindi, soprattutto per la camera dei più piccoli, è importante sceglierne uno con fodera in tessuto naturale, con fibre anallergiche e traspirante. Una fibra naturale da non sottovalutare è il tencel, una viscosa anallergica, anti-acaro, ecocompatibile e con ottime capacità traspiranti. Ha prezzi decisamente contenuti quindi è preferibile a molte alternative più pregiate.

L’importanza della scelta di tende, cuscini e tappeti

Ovviamente, i tessuti in camera tendono ad accumulare polvere. Significa che tende, tappeti e cuscini, soprattutto ornamentali, vanno scelti con cura. Ciò è particolarmente importante se si soffre di allergie all’acaro della polvere. In questo, soprattutto per le tende, spesso la soluzione più sicura e conveniente è scegliere un materiale sintetico. Per quanto riguarda invece la struttura del letto, è meglio evitare la stoffa e optare per materiali come legno, acciaio o pelle.

Tessuti economici per la camera da letto e dei bambini: non trascurare il pigiama

L’abbigliamento notte va scelto con cura. Il pigiama infatti, oltre a essere piacevole esteticamente, soprattutto per i bambini, ha un ruolo importante. Dopo la biancheria intima infatti è il primo contatto con il corpo, perciò è meglio se il tessuto di cui è composto è fatto di fibre naturali e non con materiali sintetici potenzialmente tossici.

In autunno e inverno, i pigiami ideali ed economici sono realizzati in flanella o in twill. Non appesantiscono troppo ma assicurano un’adeguata copertura. Altre soluzioni molto calde e convenienti sono la maglia di lana, il pile, il caldo cotone o la felpa pesante. In primavera ed estate i tessuti più indicati per i pigiami sono il jersey di cotone, la viscosa, il rasatello, la mussola o il popeline.

Tessuti stampati per la camera dei bambini

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Il poliestere riguarda il 57,7% della produzione mondiale. Purtroppo, solo il 14% del poliestere prodotto è riciclato.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Post Tags
Share Post
Written by

Sono laureata in giornalismo e lavoro come redattrice, traduttrice e copywriter. Mi piace parlare di tutto con approccio scientifico, soprattutto di enogastronomia. Scrivo di moda e la creo (sono anche ricamatrice e modellista sartoriale).