Appassionati della montagna? Ecco i complementi d’arredo che amerete

Se rientri tra gli appassionati della montagna questi complementi d’arredo non possono assolutamente mancare nella tua casa ad alta quota. In alternativa, se conosci un grande amante di questo ambiente ecco alcune idee regalo da cui prendere spunto per Natale.

Appassionati della montagna, i complementi d’arredo che amerete

Proponiamo una selezione di oggetti di design a cui gli appassionati della montagna non potranno proprio resistere. Se anche tu sei un mountain addicted questi accessori per la casa fanno proprio al caso tuo.

Pillole di interior design: arredare una baita in montagna

Panca con appendiabiti

Le panche in legno fanno subito effetto montagna. D’altronde questo materiale naturale è perfetto in una casa di montagna. Panche di questo genere non solo costituiscono degli oggetti di design in grado di arredare uno spazio ma risultano anche pratici, comodi e molto funzionali. Per esempio, posizionando la panca all’ingresso dell’abitazione e dotandola di comodi cuscini questa può fungere da postazione in cui cambiare le calzature. Inoltre l’appendiabiti è perfetto per avere a disposizione cappotti e giacche da riporre quando si entra e indossare quando si sta per uscire di casa. Anche per gli ospiti diventa un complemento d’arredo utile, qui infatti, una volta entrati in casa, potranno appendere il proprio cappotto e riporre la propria borsa quando arrivano e avere i propri accessori a disposizione quando andranno via senza dover entrare in altre camere della casa.

Appassionati della montagna

Appassionati della montagna, i complementi d’arredo che amerete – SHUTTERSTOCK di Photographee.eu

Set copripiumino

In montagna si sa le temperature sono alquanto rigide, questo è proprio quello che piace agli appassionati del genere: starsene con una tazza fumante a osservare dalle finestre il panorama innevato. In tale ambientazione è indispensabile disporre di un set copripiumino con federa coordinata. Si consiglia di optare per colori tenui e dai toni neutri. Per esempio una stampa scozzese, non propriamente tradizionale ma dai colori chiari, può essere un’idea che si sposa benissimo con l’ambiente circostante.

Appassionati della montagna

Appassionati della montagna, i complementi d’arredo che amerete – SHUTTERSTOCK di Andrey Shcherbukhin

Sedia tirolese

Complemento d’arredo che non può assolutamente mancare in una casa di montagna degna di questo nome è la sedia tirolese. Gli appassionati della montagna sanno bene di cosa stiamo parlando, quella sedia in legno di pino con il caratteristico foro a forma di cuore sullo schienale. Oggetto dal design rustico perfetto per arredare la tua cucina o camera da pranzo. Questo genere di sedia non solo è bella da vedere e si abbina alla perfezione con l’ambiente ma è anche molto robusta.

Vivere in montagna: pro e contro

Decorazioni da parete

Si tratta di decorazioni da appendere alla parete e che non occupano troppo spazio e costituiscono un’ottima scelta se la vostra baita in montagna non è troppo grande. Perfetti per impreziosire un soggiorno o da sistemare sopra al camino. Per un effetto originale si consiglia di optare per decorazioni in metallo, queste creeranno un contrasto con il legno generalmente usato che darà all’ambiente un tocco di modernità.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • L’Osservatorio del turismo montano, promosso da ModenaFiere, ha presentato i dati relativi al 2018 relativamente alla preferenze degli italiani in fatto di montagna. Sono oltre 4 milioni gli sportivi italiani che praticano sport sulla neve generando un sistema economico che vale circa l’11% del PIL turistico con un fatturato che supera gli 11 miliardi di euro.
  • Il 66,8% degli italiani ha dichiarato che vorrebbero passare del tempo in una località di montagna innevata con una permanenza media di 5.2 giorni.
  • La pandemia di Covid-19 e le conseguenti misure restrittive, che hanno visto chiusi gli stabilimenti sciistici nella scorsa stagione invernale, hanno portato a grosse perdite del settore. Nel 2020 è stato registrato il 70% in meno di fatturato, si tratta di una perdita secca di quasi 8,5 miliardi di euro.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Biologa