I piccoli di casa e la genitorialità: imparare a leggere. Tutti i consigli utili per sostenere il proprio bambino

Sostenere ed aiutare il vostro bambino ad imparare a leggere è possibile. Scopriamo tutti i consigli utili per migliorare le capacità ed appassionare.

I piccoli di casa e la genitorialità: il rientro a scuola. Tutto il necessario per il nuovo anno

Imparare a leggere: il sostegno dei genitori

Con la conclusione della scuola materna e l’inizio delle elementari si giunge ad una fase importantissima per lo sviluppo del bambino, quella in cui imparare a leggere.

Questa tappa, infatti, si rivela fondamentale sia per il rendimento e l’apprendimento a livello scolastico sia per il miglioramento del linguaggio.

Il sostegno dei genitori, come in tutte le fasi di sviluppo, è estremamente importante per il raggiungimento di piccoli traguardi.

Grazie ad alcuni semplici passi sarà più facile insegnare al vostro bambino a leggere e farlo appassionare a questa attività.

Innanzitutto, insegnare le filastrocche ai bambini li renderà più abili nel linguaggio e, dunque, nella lettura. Con questo trucchetto il bambino imparerà le cadenze ed i ritmi di parole e frasi.

Poi, è bene stimolare il proprio piccolo a parlare. Il linguaggio, inteso come parlare ed ascoltare, permette l’apprendimento di nuovi termini, ampliando il vocabolario ed il miglioramento della pronuncia. Dunque, lasciate che i vostri bambini vi raccontino storie e stimolateli a conversare con voi, di tutto.

Infine, se desiderare che il vostro bambino impari a leggere e lo faccia con passione è importante che voi genitori siate i primi a farlo. La figura genitoriale, infatti, è il primo esempio del bambino e condividere quest’attività gli permetterà di apprezzare la lettura e viverla con entusiasmo.

imparare a leggere - bambini

Imparare a leggere. Tutti i consigli utili per sostenere il proprio bambino – immagine di Unsplash di Annie Spratt

I consigli utili

Molti pensano che riuscire ad insegnare attività e valori ai propri piccoli richieda metodi impegnativi e complessi. In realtà, invece, spesso sono proprio gli approcci semplici ed istintivi a fare la differenza.

Dunque, motivate il vostro bambino e condividete momenti con lui in maniera spontanea ed amorevole.

Non dimenticate mai che la parola d’ordine, specialmente per i più piccoli, è divertimento. Come ogni attività se viene svolta divertendosi apparirà più piacevole ed affascinante.

I momenti divertenti in famiglia sono in grado di cambiare la visione del mondo del bambino. Giochi, attività e momenti volti all’apprendimento saranno capaci di insegnare tanto con poco sforzo.

I piccoli di casa e la genitorialità: ambientarsi a scuola. I consigli per un inserimento sereno

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Durante lo scorso anno scolastico gli studenti in Italia sono stati oltre 8 milioni.
  • Oltre 9 bambini su 10 di età compresa tra i quattro ed i nove anni leggono libri. Inoltre, quasi il 60% di questi leggono insieme a degli adulti, dimostrando l’importanza di questa figura.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Share Post
Written by

Dottoressa in Scienze dell'Educazione e della Formazione