Habitante a tavola: la caprese, un piatto fresco, leggero e sano

Piatto estivo della tradizione italiana, la caprese è conosciuta in tutto il mondo. Si tratta di una pietanza leggera, sana e veloce da preparare. Tutti motivi che la rendono perfetta per l’alimentazione estiva. Per prepararla sono necessari tre soli ingredienti: pomodori, mozzarella e olio extravergine d’oliva.

La caprese: un piatto fresco, leggero e sano

Il verde dell’olio d’oliva e del basilico, il bianco della mozzarella e infine il rosso del pomodoro: è così che il tricolore italiano è servito nel piatto. La caprese può essere consumata come piatto unico, magari accompagnandolo con del pane, come secondo o anche come contorno. In estate viene preferito da una grossa fetta di italiani, e non solo, in quanto è preparato con cibi freschi e di stagione, ha un sapore semplice ma gustoso e soprattutto è l’ideale quando non si vuole accendere forno e fornelli.

Habitante a tavola: colesterolo alto, ecco 7 formaggi che puoi mangiare

Come preparare una caprese perfetta

Il piatto, nella sua versione più tradizionale, deve essere composto da:

  • pomodori del tipo “cuore di bue”, la polpa è quasi priva di semi, è molto saporita, fortemente aromatica e con un lieve sentore di piccante;
  • mozzarella di bufala campana, regina della cucina mediterranea dall’inconfondibile consistenza e dal sapore inimitabile;
  • olio extravergine d’oliva, ottenuto tramite estrazione con soli metodi meccanici da olive esclusivamente italiane.
  • infine basilico e origano a volontà.

La preparazione del piatto è davvero semplicissima. Prima si lavano bene i pomodori e si tagliano a fettine, in questo modo si consiglia di tagliare anche la mozzarella. A questo punto disporre su un piatto da portata le fette alternandone una di pomodoro e una di mozzarella. Infine aggiungere un filo d’olio extravergine d’oliva, l’origano e decorare con delle foglie di basilico fresco.

Caprese

La caprese: un piatto fresco, leggero e sano – SHUTTERSTOCK di Marian Weyo

La caprese dal punto di vista nutrizionale

I pomodori, dal punto di vista nutrizionale, sono una buona fonte di fibre, di potassio e di vitamine del gruppo B, A e C. Inoltre questi ortaggi sono costituiti per il 94% da acqua; questo li rende un ottimo ingrediente per la stagione estiva in cui è necessario integrare una buona dose di liquidi.

La mozzarella possiede proteine di origine animale e presenta tutti i 20 amminoacidi necessari all’organismo umano. Contiene poi una piccola dose di carboidrati, una buona quota di grassi e, come tutti i latticini, è un’ottima fonte di calcio. Inoltre la mozzarella di bufala contiene un basso contenuto di lattosio che ne consente il consumo anche ai soggetti che soffrono di intolleranza.

L’olio extravergine di oliva è un’importantissima fonte vegetale di acidi grassi polinsaturi. Apporta vitamine, antiossidanti e fitosteroli. Fa bene al cuore difatti il suo consumo riduce il rischio di malattie cardiovascolari. Contribuisce alla funzione digestiva per le sue blande proprietà lassative e aiuta a tenere sotto controllo il colesterolo.

Il basilico, oltre a contenere vitamine e sali minerali, tra cui spiccano il potassio, le vitamine A e C, è ricco di flavonoidi dalla funzione antiossidante.

Una porzione di caprese preparata con 100 g di mozzarella di bufala, 150 g di pomodori e 5 g di olio extravergine di oliva presenta i seguenti valori nutrizionali.

  • 20 grammi di proteine;
  • 30 grammi di grassi;
  • 5 grammi di carboidrati;
  • 370 chilocalorie.

Habitante a tavola: arriva il latte vaccino a basse emissioni

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Si dice che la caprese sia stata inventata da un ristoratore di Capri che voleva stupire con un piatto fresco e leggero il poeta Filippo Tommaso Marinetti che stava criticando la cucina partenopea perché troppo pesante.
  • Un’indagine Coldiretti/Ixè ha tracciato le preferenze degli italiani in merito ai piatti da consumare sotto l’ombrellone; è emerso che la caprese viene preferita dal 19% del popolo del pranzo al sacco in spiaggia.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Share Post
Written by

Biologa