Habitante a tavola: colesterolo alto, ecco 7 formaggi che puoi mangiare

Quando si tende ad avere il colesterolo alto la prima cosa di cui ci si priva a tavola è proprio il formaggio. Se da una parte è vero che alcuni formaggi possono contribuire a innalzare la colesterolemia, d’altra parte è anche vero che ci sono tipologie di formaggi e latticini che possono essere comunque consumati. Scopriamo quali sono.

Colesterolo alto: ecco 7 formaggi che puoi mangiare

Una delle regole che vale sempre a tavola è: mangiare tutto ma con moderazione e nelle giuste proporzioni, ovvero seguire una dieta varia ed equilibrata. Sembra qualcosa di detto e ridetto ma gli studi scientifici in merito sostengono sempre più fortemente questa tesi.

Quando le analisi del sangue riportano un valore di colesterolo alto è consigliabile, prima di ricorrere a farmaci, valutare ed eventualmente modificare il proprio regime alimentare, sempre sotto consiglio e monitoraggio medico. Ci sono alimenti particolarmente ricchi di colesterolo che contribuiscono a farne alzare la concentrazione nel sangue ma al contempo ci sono alimenti che possono essere consumati. Ne sono un esempio proprio i formaggi che, in genere, sono il primo prodotto ad essere bandito dalla tavola. Ecco 7 formaggi e latticini che anche una persona con ipercolesterolemia può continuare a consumare.

Habitante a tavola: le uova fanno alzare il colesterolo?

1 – Crescenza

La crescenza rientra tra i formaggi con un basso contenuto di colesterolo. Ne contiene infatti 53 milligrammi ogni 100 grammi di prodotto. Non solo, la crescenza è un’ottima fonte di calcio ed è ricca di proteine di elevata qualità, difatti può essere consumata al posto di altre fonti proteiche come carne e pesce. Si consiglia di mangiarla non più di due volte a settimana in quanto apporta 281 kcal per 100 grammi di prodotto.

2 – Formaggio feta

Formaggio greco noto in tutto il mondo che viene prodotto con latte di pecora. La feta è ricca di minerali, fra i quali calcio e fosforo, ma ha anche un’elevata percentuale di sodio. Contiene 68 milligrammi di colesterolo, circa un 20% di grassi, un 15% di proteine, un’alta percentuale di acqua e apporta 250 kcal (valori calcolati su 100 grammi di prodotto). Questo formaggio non è consigliabile per chi soffre di ipertensione per l’elevata quantità di sodio presente.

3 – Ricotta

La ricotta di mucca è uno dei latticini più magri. Apporta solo 146 kcal, contiene 57 milligrammi di colesterolo e solo 10,9 grammi di grassi per 100 grammi di prodotto. Inoltre è ricca di proteine, minerali (come calcio e fosforo) e vitamine (come retinolo e riboflavina).

4 – Gorgonzola

Per 100 grammi di prodotto il gorgonzola contiene 70 milligrammi di colesterolo e 27 grammi di grassi. Certo non si consiglia di mangiarlo tutti i giorni, anche perché l’apporto calorico per la quantità sopracitata è di 324 kcal, ma ogni tanto una piccola porzione non fa così male.

Colesterolo alto - gorgonzola

Colesterolo alto, ecco 7 formaggi che puoi mangiare – SHUTTERSTOCK di grafvision

5 – Mozzarella

Anche la mozzarella rientra tra i latticini da non eliminare totalmente in un regime alimentare sano. Ricca di minerali come calcio e fosforo e di vitamine, fra cui la vitamina A e B2. Per 100 grammi di prodotto abbiamo circa un 20% di grassi, un 18% di proteine e 46 milligrammi di colesterolo. Si consiglia di mangiarla massimo due volte a settimana in quanto l’apporto calorico non è indifferente, una mozzarella da 100 grammi apporta 253 kcal.

6 – Parmigiano reggiano

Rispetto ai formaggi visti finora il parmigiano reggiano è quello che contiene la maggiore quantità di colesterolo. Ogni 100 grammi di prodotto vi sono 88 milligrammi di colesterolo, circa il 30% di grassi e un apporto calorico di 387 kcal. Anche la percentuale di proteine e calcio è molto elevata. Questi valori sono dovuti al fatto che il parmigiano è un formaggio con una bassa percentuale di acqua che comporta una maggiore concentrazione degli altri nutrienti. Visti tali valori è bene non eccedere nel suo consumo, gli esperti consigliano di mangiarne un pezzettino a settimana o anche nella forma grattugiata nella misura di un cucchiaino al giorno.

7 – Fiocchi di latte

I fiocchi di latte contengono una quantità di colesterolo davvero bassissima, 17 milligrammi per 100 grammi di prodotto. Anche la quantità di grassi è molto bassa e varia dal 3 al 5%. Apportano solo 115 kcal e sono ricchissimi di acqua.

Habitante a tavola: grassi buoni nella dieta, quali sono e in quali alimenti li troviamo?

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Sulla scena europea i primi per consumo di formaggio sono i francesi, essi consumano 25,9 chilogrammi di formaggio per abitante. Nella classifica seguono poi: gli islandesi con 25,2 chilogrammi, terzi i finlandesi con 24,7 chilogrammi, poi la Germania con 24,3 chilogrammi a testa, l’Italia con 23 chilogrammi, l’Estonia con 21,7 chilogrammi, la Svizzera con 21,3 chilogrammi, la Lituania con 20,1 chilogrammi, l’Austria con 19,9 chilogrammi e la Svezia con 19,8 chilogrammi di formaggio per cittadino.
  • Un’indagine Eurisko GFK  ha dimostrato che relativamente al comparto caseario in Italia il consumo di mozzarelle è in crescita tra i formaggi freschi (+ 65%), seguito dal Grana (59% delle preferenze), dagli yogurt (50%) e infine dai formaggi stagionati (per il 42% delle preferenze).

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Biologa