Alimentazione green: cosa mangiare per essere sostenibili

È possibile essere sostenibili anche a tavola. Il concetto di sostenibilità riguarda tanto le aziende agricole e le industrie alimentari quanto i singoli cittadini. Seguire un’alimentazione green e ridurre la propria impronta alimentare sono passi fondamentali. Scopriamo quali sono gli alimenti da prediligere e le scelte da attuare quando facciamo la spesa.

Alimentazione green: cosa mangiare per essere sostenibili

Parlare di alimentazione sostenibile è sinonimo di rispetto per l’ambiente. Oggi, se vogliamo davvero aiutare il nostro pianeta, dobbiamo comportarci in maniera tale da diminuire le emissioni di gas serra e lo spreco di cibo. Per farlo dobbiamo partire da ciò che mettiamo nel carrello, quindi quello che arriva nel piatto, da come effettuiamo le nostre scelte alimentari e da chi ci affidiamo per la nostra alimentazione. Scopriamo cosa e come mangiare per essere sostenibili.

Per aiutare i nostri mari scegliamo la pesca sostenibile

Frutta e verdura di stagione

Produrre un frutto o un ortaggio in una stagione “non naturale” implica un maggiore consumo di risorse, questo si traduce in emissioni di gas serra decisamente maggiori rispetto a quelle emesse se si seguisse la stagionalità dell’alimento. Di conseguenza scegliere alimenti di stagione, oltre che far bene alla salute, ha un minore impatto sull’ambiente.

Prodotti a km zero

Scegliere prodotti a km zero significa eliminare la filiera che si pone tra agricoltore e consumatore finale (filiera corta). Si tratta quindi di alimenti reperiti direttamente nella zona di produzione con l’acquisto diretto dal produttore. Acquistare prodotti locali oltre che giovare all’ambiente, riducendo le emissioni di anidride carbonica dovute al trasporto, e giovare all’individuo che compra alimenti freschissimi, giova anche all’economia locale.

Più legumi e meno carne

Gli allevamenti intensivi, la produzione di carne e quindi il suo consumo hanno un notevole impatto sull’ambiente e contribuiscono all’inquinamento globale. Si stima che il solo allevamento di animali da macello è responsabile di più del 15% del totale di tutte le emissioni di gas a effetto serra. Perciò diminuire il consumo di carne è uno dei comportamenti sostenibili che possiamo attuare a tavola. È sufficiente ridurre una porzione di carne alla settimana, sostituendola per esempio con una di legumi, per dare una grossa mano al pianeta.

Alimentazione green

Alimentazione green: cosa mangiare per essere sostenibili – SHUTTERSTOCK di Piyaset

Prodotti senza imballaggio

Oggi ridurre la plastica sembra davvero difficile, si trova ovunque. Basta guardarsi intorno per vedere la mole di plastica che ci circonda, presente soprattutto negli imballaggi. Se contiamo che oggi circa il 40% dei rifiuti, prodotti dai cittadini italiani, è costituito da materiale da imballaggio vien da sé che più prodotti imballati si acquistano, più rifiuti si producono. Per quanto riguarda gli alimenti è sufficiente acquistare prodotti sfusi da porre in contenitori o buste di tela portate da casa. Attuare questo comportamento consente, inoltre, di comprare solo la quantità necessaria e non per forza un’intera confezione, questo aiuterà anche a contrastare lo spreco alimentare.

Alimenti da agricoltura biologica

L’agricoltura biologica ci assicura cibi più sani e saporiti poiché esclude l’utilizzo di pesticidi, concimi artificiali e vari prodotti chimici di sintesi. Non solo, sfruttando la naturale fertilità del suolo viene fortemente limitato l’impatto che le colture possono avere sull’ambiente. Preferire alimenti biologici significa preservare la biodiversità ambientale e rispettare i normali processi della natura.

Bere l’acqua del rubinetto

Tutti gli esperti in nutrizione consigliano di bere molto, almeno otto bicchieri di acqua al giorno che equivalgono ad una bottiglia da due litri. Pensiamo al nostro nucleo familiare: ognuno dovrebbe consumare almeno una bottiglia d’acqua al giorno. Quante bottiglie se ne consumano in una settimana? Quante in un mese? Il numero è di certo considerevole se lo moltiplichiamo per il numero di abitanti.

Bere acqua che non sia imbottigliata, come quella del rubinetto, farebbe risparmiare davvero tantissima plastica. Ovviamente per poter bere questo tipo di acqua dobbiamo comportarci in maniera tale da tutelare le falde acquifere e quindi ridurre l’inquinamento. Vien da sé che dal salvaguardare l’ambiente attuando scelte sostenibile saremmo i primi a trarne molti vantaggi.

Come rendere un’abitazione sostenibile

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Secondo alcuni dati divulgati dal WWF sostituire anche solo un pasto alla settimana di carne con uno tipico della dieta mediterranea potrebbe far risparmiare 190 chilogrammi di anidride carbonica ogni anno.
  • Un chilogrammo di pomodori fuori stagione rilascia 70 volte più anidride carbonica rispetto a un chilo di pomodori prodotti nella stagione estiva.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Biologa