Come diventare insegnante di yoga: tutto quello che devi sapere

Chi è semplicemente un appassionato dei questa disciplina e vuole diventare insegnante di yoga, ma non sa che corso o che scuola scegliere, è il candidato perfetto per trasformare la propria vita con questa disciplina.

Chi ha il sogno di diventare insegnante di yoga ma non sa da dove iniziare troverà utili informazioni relative al perseguimento di questo percorso. Ecco come riuscire ad impartire i benefici di questo antico sapere anche agli altri. Ovviamente dopo aver già sviluppato una pratica yoga coerente con quella che si andrà ad insegnare, grazie alla partecipazione ad un apposito programma.

Cos’è lo yoga?

Lo yoga, come detto, è un’antica disciplina orientale che si è tramandata fino ai giorni nostri. Oggi è molto diffusa anche in occidente dove affascina la maggior parte delle persone, grazie alle sue intrinseche capacità di infondere un grande benessere psicofisico e allontanare lo stress. Pertanto, seguire un programma per insegnare yoga, oltre al miglioramento della tecnica, offre un’importante opportunità di crescita personale.

insegnante di yoga

Come diventare insegnante di yoga – pexels di elina fairytale

Come diventare insegnante di yoga?

Per diventare un insegnante yoga, oltre alla passione e alla forza di volontà, è necessaria anche un po’ di esperienza. Infatti, questo è un vero e proprio percorso di crescita sia fisica che mentale caratterizzato da diverse fasi.

Infatti, non si tratta di una semplice attività fisica, ma è una pratica che richiede allo stesso tempo anche uno sforzo mentale. Tuttavia, ad oggi non esistono requisiti legali ufficiali per la certificazione di insegnante di yoga. L’importante è iniziare con il programma più appropriato alle proprie esigenze e seguirlo con passione.

Fare yoga a casa, da dove iniziare

I programmi di formazione per insegnanti di yoga

Nonostante chiunque possa insegnare yoga, anche senza aver frequentato una scuola di preparazione specifica, ci sono diversi programmi di formazione che rilasciano attestati certificati in tutto il mondo. In Europa i principali sono:

  • Istituti Superiori per la Formazione Insegnanti Yoga che seguono ilPBE (Programma di Base Europeo)
  • Icorsi di formazione degli ISFIY che durano 3 anni o anche 4 se ci si e sono riconosciuti da tutti i paesi europei che aderiscono all’UEY Unione Europea di Yoga e alla Sarva Yoga. Ovvero l’associazione di yoga più antica nella storia.
insegnante di yoga

Come diventare insegnante di yoga – pexels di elina fairytale

Diversi stili di yoga

Prima di iniziare qualsiasi percorso di formazione è bene informarsi sulle diverse pratiche yoga e scegliere lo stile più adatto alle proprie capacità. Dallo stile Vinyasa, incentrato sul fisico, allo Iyengar con effetti terapeutici, le possibilità di scelta sono tante:

  • Vinyasa yoga: uno stile di yoga atletico in cui i movimenti del corpo sono coordinati con il respiro.
  • Hatha yoga: con un approccio base alla respirazione e all’esercizio fisico, queste lezioni sono ideali per chi è ancora alle prime armi.
  • Iyengar Yoga: questo stile utilizza oggetti di scena per aiutare ad allineare i movimenti e a mantenere le posizioni yoga per lunghi periodi.
  • Kundalini yoga: prevede uno sforzo fisico quanto spirituale. Principalmente di basa sul controllo del respiro durante pose, ma prevede anche esercizi di movimento abbinati a canti, mantra e meditazione.
  • Yoga riparativo: uno stile che rilassa mente e il corpo con determinate posizioni fisiche e lascia andare via lo stress.
insegnante di yoga

Come diventare insegnante di yoga – pexels elina fairytale

Che tipo di programma seguire?

Oltre ai diversi stili di yoga, l’offerta di corsi prevede anche diverse tipologie di programmi, che possono essere a breve o lungo termine, o caratterizzati da veri e propri ritiri spirituali.

Un corso intensivo a breve termine è l’ideale per chi desidera immergersi completamente in un vero e proprio stile di vita yoga. Infatti, un programma di questo tipo offre la possibilità di concentrarsi a 360° su ciò che lo yoga insegna quotidianamente, anche dal punto di vista alimentare, senza alcuna distrazione dal mondo esterno.

Invece, un corso di fine settimana non è un’esperienza immersiva nello stile di vita yoga, perché durante la settimana si torna alla propria routine. Tuttavia, offre la possibilità di elaborare tutto ciò che si apprende, e approfondire qualsiasi dubbio con il proprio insegnante.

Come organizzare le sessioni di yoga a casa

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • La prima Yoga Alliance venne creata nel 1999 negli Stati Uniti con lo scopo principale di elevare gli Standard Professionali per corsi di formazione tanto a livello locale quanto a livello Internazionale per l’accreditamento di scuole di formazione negli USA.
  • Oggi l’Attestato Yoga Alliance® Italia/International RYT/ERYT/Master/Expert Teacher/RYS/CEAS, è globalmente riconosciuto e permette ai soci di esercitare la professione in tutto il mondo.
  • Yoga Alliance® Italia e Yoga Alliance® Australia, sono le uniche due Alliance al mondo ad avere implementato nei rispettivi paesi gli standard RYT-250 e RYT-250. In Italia, l’implementazione è avvenuta attraverso la collaborazione fra Yoga Alliance Italia/International ed il C.S.E.N. Centro Sportivo Educativo Nazionale.
  • Sul sito della Federazione Italiana Yoga e sul sito della Y.A.N.I. – Yoga Associazione Nazionale Insegnanti, si trovano interessanti linee guida da seguire per scegliere il percorso formativo la scuola di yoga migliore in cui ottenere la certificazione.
  • Il guadagno degli insegnanti di yoga dipende dalla loro esperienza. Non esistono tariffe standard, in media le lezioni in un centro yoga possono arrivare a costare 35 euro l’ora, mentre quelle private anche 60 euro l’ora.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.