Alimenti lassativi: quali verdure fanno andare in bagno?

Combattere la stitichezza con gli alimenti lassativi. Quali sono le verdure che fanno andare in bagno?

Il termine lassativo è associato a quei cibi che per definizione contribuiscono a una buona regolarità intestinale. Gli alimenti anti-stitichezza per eccellenza sono senza dubbio le verdure poiché possiedono una elevata percentuale di fibra alimentare che riveste un ruolo importantissimo nel favorire il transito intestinale, la corretta evacuazione delle sostanze di rifiuto. Quindi, ideali nel contrastare la stitichezza. Ecco quali sono le verdure che fanno andare in bagno grazie al cospicuo contenuto in fibre.

Elenco delle verdure che fanno andare in bagno

Sebbene le verdure, se confrontate ad altre categorie alimentari, garantiscono tutte un buon apporto di fibra ve ne sono alcune che ne contengono una quantità maggiore. Le verdure che quindi aiutano ad andare in bagno sono:

  • carciofi,
  • cavoli di Bruxelles,
  • cicoria di campo,
  • carote,
  • broccoli,
  • porri.

Habitante a tavola: le uova fanno alzare il colesterolo?

Carciofi

I carciofi rientrano tra le verdure che fanno andare in bagno poiché per 100 grammi di alimenti contengono ben 5,5 grammi di fibre. Questo significa che ogni 100 grammi di carciofi ingeriti più del 5% della massa attraverserà intatta l’intestino per essere poi espulsa all’esterno. Oltre ad aiutare la regolarità dell’intestino consumare carciofi è un toccasana anche per ridurre i livelli di colesterolo nel sangue. Inoltre questo alimento è indicato nelle diete ipocaloriche, in quanto possiede solo 47 calorie per 100 grammi e un contenuto di acqua dell’84%. Per di più questi sono ricchi di vitamine e sali minerali come vitamine A, C, E, K, potassio, sodio, fosforo, magnesio e calcio.

Cavoli di Bruxelles e broccoli

I cavoli, o cavoletti, di Bruxelles contengono 5 grammi di fibre per 100 grammi di alimento e un contenuto in acqua pari all’86%. Hanno un apporto calorico pari a 40 calorie per i convenzionali 100 grammi presi in considerazione in tutte le tabelle ufficiali. I broccoli presentano una quantità di fibra alimentare leggermente inferiore rispetto ai cavoletti di Bruxelles, ovvero 3,1 grammi per 100 grammi di verdura ma hanno una quantità di acqua vicina al 90% e un contenuto di calorie pari a 34. Entrambe queste verdure lassative fanno parte delle cosiddette crucifere o brassicacee (insieme a cavolfiore, cavolo romano, rape) famose per le proprietà antiossidanti, antitumorali e di sostegno al sistema immunitario.

Verdure fanno andare in bagno

Alimenti lassativi: quali verdure fanno andare in bagno? – PIXABAY di Silviarita

Verdure che fanno andare in bagno: cicoria da campo

La cicoria da campo, conosciuta anche come cicoria selvatica, presenta un contenuto in fibre pari a 3,6 grammi per 100 grammi di alimento. Presenta un elevatissimo contenuto di acqua, pari a oltre il 93%, ed è un alimento decisamente ipocalorico con sole 10 calorie per la quantità standard considerata.

Carote

Tra le verdure che fanno andare in bagno rientrano anche le carote, queste come i broccoli contengono 3,1 grammi di fibra alimentare su 100 grammi e con il medesimo contenuto di calorie dei cavoli di Bruxelles. Le carote, come suggerisce il colore, hanno un elevato contenuto in beta-carotene, ovvero del precursore della vitamina A, importante per la vista, la crescita delle ossa e il rafforzamento del sistema immunitario.

Porri

Tra gli alimenti elencati i porri sono le verdure con minore quantitativo in fibre, ovvero 2,9 grammi per 100 grammi di verdura. Questi, hanno solo 33 calorie per quantità standard. Ed oltre alle proprietà lassative hanno anche proprietà diuretiche, antiossidanti e antinfiammatorie.

Alimentazione sana in vacanza: come organizzarsi?

Cos’è la fibra alimentare e perché aiuta l’evacuazione?

La fibra alimentare è quella componente degli alimenti che l’uomo non è in grado di digerire e assorbire, a differenza di tutti gli altri macronutrienti. Per questo motivo ad ogni pasto le fibre, presenti negli alimenti che mangiamo, attraversano l’intero tubo digerente non subendo trasformazioni ed essendo poi interamente espulse. Da questa definizione potrebbe, per certi versi, sembrare un qualcosa di inutile per l’organismo ma non è affatto così, anzi. La fibra alimentare svolge importantissime funzioni, tra cui:

  • migliorare la mobilità intestinale e la formazione delle feci;
  • rallentare il transito intestinale che di conseguenza aumenta il senso di sazietà e pienezza;
  • nutrire il microbiota intestinale;
  • ridurre l’indice glicemico dei carboidrati;
  • ridurre il rischio di tumore al colon.

Tale componente si trova principalmente negli alimenti di origine vegetale, motivo per cui generalmente chi adotta una dieta carente di tale cibi presenta problemi di stitichezza. Il fabbisogno di fibre è stato stimato pari a circa 30 grammi al giorno.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Sono 2,8 milioni gli ettari di suolo che l’Unione Europea destina alla coltivazione di frutta e 2,1 milioni gli ettari destinati a quella degli ortaggi.
  • La Spagna è risultata essere lo Stato membro con la maggiore superficie produttiva di frutta, 942mila ettari, ovvero il 33% del totale europeo. Mentre l’Italia è risultata leader per quanto riguarda la superficie di coltivazione degli ortaggi, 420mila ettari, ovvero il 19,8% del totale.
  • In questo contesto l’Italia si aggiudica il primato per quanto riguarda la produzione di pesche. Nel nostro Paese ne sono state prodotte il 40%. Tale percentuale insieme a quella della Spagna (33%) e quella della Grecia (23%), in pratica si tratta della quasi totalità delle pesche prodotte in tutto Europa.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

 

Written by

Biologa