Come progettare una camera da letto con annesso bagno

Disporre di una camera da letto con bagno è una grossa comodità nella vita di tutti i giorni. Se stai ristrutturando casa e il tuo progetto include anche questa modifica questo articolo può esserti d’aiuto.

Come progettare una camera da letto con annesso bagno

Vediamo come progettare una camera da letto con annesso il bagno, quali sono le dimensione da rispettare per legge e tanti consigli utili

Bonus ristrutturazione bagno 2022: quali sono i requisiti

Misure da rispettare per realizzare una camera da letto

Innanzitutto è bene assicurarsi di avere a disposizione una congrua metratura che consenta di usufruire dei due spazi in maniera agevole. Quindi, è necessario verificare che ci siano gli spazi minimi per realizzare la nostra idea. Non solo ci sono delle misure ben precise da rispettare secondo la normativa vigente. Difatti, per quanto riguarda per esempio la camera da letto tradizione nell’art. 2 dm 5 luglio 1975 ne sono riportate le misure minime che sono: 9 metri quadrati per la camera da letto per una sola persona e 14 metri quadrati per le camere da letto doppie o matrimoniali. Occorre poi rispettare l’altezza minima del soffitto che deve essere almeno pari a 2,70 metri e il rapporto aeroilluminante che deve essere maggiore o uguale a un ottavo della superficie interna calpestabile.

camera da letto con bagno

Come progettare una camera da letto con annesso bagno – SHUTTERSTOCK di Dariusz Jarzabek

Come organizzare una camera da letto con bagno

Una volta valutate le misure della propria camera da letto si può procedere con il progetto che include anche uno spazio destinato al bagno. In questo momento entrano in gioco tanti fattori. In primis è necessario capire dove è meglio far sorgere la nuova camera scegliendo in base a quella che è la forma di partenze della camera, è quadrata, stretta e lunga, rettangolare, ecc.

Inoltre, è molto importate prendere in considerazione la disposizione di finestre, porte e anche degli arredi che compongono la stanza. Può sembrare banale ma ci si renderà conto poi nella quotidianità che non aver valutato tali fattori può rendere invivibile quello spazio. Basti pensare alle ante dell’armadio che aprendosi in un certo verso possono ostacolare un passaggio andare a sbattere ad un altro arredo. In questo caso specifico se lo spazio di cui si dispone è limitato è sempre bene optare per arredi pensati allo scopo, per esempio armadi per la camera da letto o mobiletti per il bagno con ante scorrevoli. Il progetto finale deve quindi avere come fine ultimo la più comoda fruizione della camera.

Un consiglio, in termini numerici, per garantire un utilizzo agevole dello spazio è quello di posizionare il letto in modo da lasciare un passaggio di almeno 60 centimetri lungo i lati lunghi del letto e di 90 centimetri lungo quello corto. In questo modo viene meglio facilitato il passaggio di due persone contemporaneamente.

In merito allo spazio a disposizione si può quindi decidere quanti metri dedicare al bagno e di conseguenza agli elementi in esso contenuti, per esempio se optare per la doccia o la vasca, ecc. Ciò che bisogna tenere presente è che anche in questo caso ci sono delle misure minime da rispettare. Difatti, per essere considerato a norma un bagno deve essere grande almeno 3,5 metri quadrati. La larghezza minima per un bagno è di 170 centimetri. Inoltre è fondamentale che lo spazio tra wc e bidet sia di minimo 20 centimetri e si consiglia di posizionare il lavabo ad almeno 55 centimetri dagli altri elementi per consentire lo svolgimento delle normali azioni di lavaggio.

Arredo bagno 2022: tutte le tendenze per un ambiente di design

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Secondo uno studio di Houzz.it gli italiani trascorrono molto tempo in bagno, nella maggior parte del quale sono accompagnati dai propri dispositivi mobili. La ricerca, condotta su circa 600 proprietari di casa italiani, ha confermato il 62% dei nostri connazionali trascorre ogni giorno dai 30 ai 60 minuti in bagno. Siamo secondi solo alla Germania difatti il popolo tedesco vanta una percentuale pari al 65%.
  • Oggi il bagno non è solo il luogo della casa destinato alla propria igiene. Difatti tra coloro che portano con se il proprio smartphone o il tablet il 35% dichiara di controllare la propria casella di posta elettronica, il 33% di scrivere messaggi e il 31% di dedicarsi alla lettura.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Biologa