Vai al contenuto
Palazzi dei Rolli

Unesco Italia: alla scoperta delle Strade Nuove e del Sistema dei Palazzi dei Rolli di Genova

Condividi L'articolo su

Le Strade Nuove e il sistema dei Palazzi dei Rolli, sono situati nel centro storico di Genova e sono rappresentativi di un periodo prospero, sia a livello economico-finanziario che marittimo, del tardo XVI e del XVII secolo. Per essere stato il primo esempio in Europa di un progetto di sviluppo urbano di particolare sistema pubblico, è entrato a far parte della Lista dei Beni UNESCO nel 2006.

Quanti sono gli abitanti della Liguria?

Strade Nuove e sistema dei Palazzi dei Rolli:

Le Strade Nuove annoverate nel sito, comprendono un complesso di palazzi dallo stile barocco e rinascimentale. La prosperità di Genova del XVI secolo, fa edificare un nuovo quartiere, a nord nella parte alta della città. I mandanti sono gli aristocratici genovesi, mentre l’esecutore delle strade e degli edifici è da attribuire all’architetto Galeazzo Alessi.

Queste strutture residenziali si battezzano proprio come “Palazzi dei Rolli”, una vera organizzazione sociale ed economica e dotati di grande particolarità nell’adattarsi all’ambiente circostante.

Inoltre, rappresentano una singolare rete di residenze private, in ambito di un sistema pubblico, capaci di ospitare importanti visite di Stato.

Nonostante le peculiari differenze che caratterizzano i Palazzi dei Rolli, hanno in comune degli elementi:

  • si compongono tutti di tre o quattro piani;
  • gli ingressi sono dotati di scalinate scenografiche;
  • all’interno si ritrovano decorazioni con affreschi e stucchi;
  • le logge ed i cortili hanno una vista sul giardino.
Palazzi dei Rolli
Alla scoperta delle Strade Nuove e il Sistema dei Palazzi dei Rolli di Genova – Di gab90 shutterstock

I motivi e la scelta della struttura urbana

Questo progetto residenziale pubblico, avviato fra il Cinquecento ed il Seicento a Genova, viene deciso per la creazione di nuove strade e strutture di rappresentanza, destinate ai nobili e alle istituzioni.

Però, la realizzazione non fu senza ostacoli. Difatti, il centro di Genova, molto popolato e con limitazioni ambientali e urbane, rendeva complicato il progetto.

Così, si decise di edificare i Palazzi dei Rolli su più livelli, con una struttura architettonica in verticale, lungo le Strade Nuove.

La riqualificazione urbana di Genova viene istituita attraverso un regolamento pubblico, il quale sancì i magistrati e la distribuzione dei lotti.

Infine, il nome attribuito ai Palazzi dei Rolli, è da ricondurre agli elenchi e registri ufficiali, contenenti le iscrizioni dei palazzi stessi.

Con questo innovativo progetto, gli affari privati si unirono a quelli pubblici, creando un particolare modello, primo in Europa, dove i residenti erano impegnati nel ricevere ed ospitare i viaggiatori illustri e rappresentanti di Stato, contribuendo così alla diplomazia della città genovese.

Unesco Italia: alla scoperta dei Sacri Monti di Piemonte e Lombardia

Criteri d’inserimento nella World Heritage List

Le Strade Nuove ed i Palazzi dei Rolli, sono uno straordinario modello urbano di età moderna in Europa. Per l’innovazione e l’originalità di queste dimore residenziali pubbliche, vengono decretate Patrimonio dell’Umanità, con i seguenti criteri:

  • l’insieme della Strade Nuove e dei palazzi correlati mostra un importante scambio di valori nello sviluppo dell’architettura e della pianificazione urbanistica nei secoli XVI e XVII. Tali esempi furono diffusi grazie ai trattati architettonici del tempo, rendendo le Strade Nuove e i palazzi tardo rinascimentali di Genova un riferimento significativo nello sviluppo dell’architettura manierista e barocca d’Europa.
  • Le Strade Nuove di Genova rappresentano un esempio straordinario di un insieme urbanistico comprendente palazzi aristocratici di grande valore architettonico. Illustrano l’economia e la politica della città mercantile all’apice del suo potere nel XVI e XVII secolo. Il progetto mostra uno spirito nuovo e innovativo che ben rappresenta il siglo de los genoveses (1563-1640). Nel 1576 la Repubblica di Genova stabilì legalmente i Rolli, una lista ufficiale dei palazzi più importanti ritenuti adatti ad ospitare i visitatori più illustri.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  •  Al 2021, l’ISTAT censisce 554.277 abitanti nel Comune di Genova.
  • Nella loro totalità, i Palazzi dei Rolli, si estendono su 15.77 ettari.
  • La loro buffer zone è di 98.73 ettari attorno alle Strade Nuove e copre l’intero centro storico.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News