Quali sono le tipologie di abitazione in Italia?

Su tutto il territorio italiano sono presenti un totale di 31 milioni di abitazioni. A seconda delle caratteristiche, del prezzo e dei vari gusti personali, le tipologie di abitazioni in Italia spaziano dalle ville, alle case indipendenti o semi-indipendenti, ai grattacieli, ai condomini, alle baite.

Qual è il periodo migliore per ristrutturare casa?

Le varie tipologie di abitazioni presenti in Italia

All’interno del territorio Italiano è possibile trovare numerose tipologie di abitazione, ognuna con le proprie peculiarità:

  • la casa singola, definita anche villa oppure villino. Si tratta di un’abitazione in grado di ospitare un’unica famiglia. É, solitamente, circondata da spazi verdi più o meno ampi e si sviluppa da cielo a terra
  • la casa con patio. Si tratta di un particolare tipo di abitazione, il cui spazio esterno è delimitato da mura o recinzione. Il patio, cioè il cortile, può contenere giardini, piscine o spazi ulteriori in pergolato.
  • le case associate. In questo caso, ci sono due o più alloggi indipendenti, ma, appunto, associati fra loro. All’interno di questa categoria, si trovano le case a schiera, quelle sovrapposte, le abitazioni binate e quelle raggruppate.
  • i palazzi. Si tratta di edifici di grandi dimensioni, usati solitamente per residenze eleganti o uffici.
  • le cascine: case, cioè, tipiche dell’ambiente di campagna. Si tratta di edifici murati e costruiti appositamente per gli agricoltori. Solitamente, le cascine sono arricchite da luoghi in cui poter allevare animali o posizionare oggetti propri del lavoro nei campi.
  • il casale: un’abitazione tipica delle regioni della Toscana e del Lazio. Il casale si presenta costruito su due piani: il primo piano viene utilizzato come luogo di lavoro ed il secondo, invece, come residenza familiare.
  • la masseria. Si tratta, cioè, di un tipo di abitazione dalle caratteristiche quasi identiche alla cascina, ma diffuso prevalentemente nelle regioni del sud Italia.
  • le baite: abitazioni tipiche di montagna.
  • gli appartamenti: abitazioni costruite all’interno di un unica struttura.
  • chalet, costruzione tipica degli ambienti alpini.
tipologie di abitazioni in Italia

Quali sono le tipologie di abitazione in Italia?- Pixabay di shonflare

Le tipologie di abitazione più desiderate dagli italiani

Fra le varie tipologie di abitazioni presenti, gli Italiani preferiscono, in ordine:

  • gli appartamenti (con il trilocale come prima scelta, seguito dal bilocale e dal quadrilocale)
  • le ville
  • le case indipendenti

Gli italiani, però, hanno aumentato il proprio interesse per baite e chalet. La richiesta di queste due tipologie di abitazioni, infatti, è cresciuta del +135%. Nonostante l’appartamento rimanga fra le soluzioni preferite, una delle esigenze che accomuna la popolazione riguarda le dimensioni delle case. Si tende, infatti, a preferire abitazioni più grandi, soprattutto dotate di ampi spazi verdi in cui poter coltivare le proprie piante od il proprio orticello. In termini di prezzo, invece, quelle più ricercate hanno un costo che si aggira fra i 100.000€ ed i 200.000€. Subito dopo, vengono preferite case, il cui prezzo è compreso fra:

  • 50.000€ e 100.000€
  • 200.000€ e 300.000€

Per quanto riguarda gli affitti, invece, le ricerche si concentrano soprattutto per le case, il cui canone mensile si aggira fra i 401€ ed i 600€

Modalità di costruzione delle abitazioni

Nel corso del tempo, le tipologie di abitazioni hanno assunto forma e caratteristiche particolari, in base ad alcuni fattori specifici:

  • le condizioni climatiche
  • il livello tecnologico di ciascuna abitazione e la qualità di risorse impiegate per ogni costruzione
  • la disponibilità dei materiali di costruzione
  • le risorse economiche

Ad oggi, però, le principali tendenze di costruzione si basano, soprattutto, su 2 tendenze di progettazione edilizia:

  • case costruite rivalutando la tipicità del territorio. Per questo tipo di abitazioni, perciò, si tende a preferire l’utilizzo di materiali tradizionali, nel rispetto dei principi della bioarchitettura.
  • abitazioni plurifamiliari a più vani, i cosiddetti condomini.

Quanto tempo serve per realizzare una casa in bioedilizia?

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Fra le regioni italiane scelte maggiormente dalla popolazione come luogo in cui si desidera vivere, si trova al primo posto la Lombardia, seguita dal Lazio e dal Veneto. Il Molise ha registrato un aumento di preferenze pari al 76%, cui segue la Calabria (+58%), il Trentino Alto Adige (+53%) e la Puglia (+50%).
  • Secondo la 32esima edizione della Qualità della vita de Il Sole 24 ore, Trieste è la città italiana in cui si vive meglio. Nella classifica, seguono Milano (secondo posto) e Trento (che occupa la terza posizione).

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Share Post