Quali sono le mete del turismo di nicchia 2022?

La primavera è alle porte e molti di noi stanno già pensando alle vacanze. La voglia di viaggiare, esplorare il mondo, fare esperienze e incontrare culture diverse è sempre tanta. Ancor di più dopo questi due anni di viaggi limitati a causa della pandemia.

Andiamo allora insieme alla scoperta di quali sono le mete del turismo di nicchia per il 2022.

Il turismo di nicchia

Secondo la ricerca Niche Tourism, 2022 Update – Thematic Research presentata lo scorso mese di gennaio 2022 il turismo di nicchia sta prendendo sempre più piede tra i millenials e la cosiddetta generazione Z.
E proprio a fronte di questo nuovo trend le più grandi aziende come Booking Holdings, TUI Group ed Expedia stanno investendo in esperienze e vacanze turistiche di nicchia per cercare di diversificare la propria offerta, e rispondere così alle nuove tendenze del settore dei viaggi.

La cosiddetta economia dell’esperienza occupa quindi un posto sempre più di rilievo nel settore turistico e dell’ospitalità.

Quando parliamo di turismo di nicchia intendiamo quindi quelle proposte che offrono esperienze avventurose, culturali, sostenibili, fuori dai circuiti tradizionali. Improntate alla riscoperta di luoghi dimenticati o meno noti, culture e tradizioni popolari.
Dai dati della ricerca emerge chiaramente che sono sempre più numerosi i mercati turistici di nicchia, dall’agriturismo, all’ecoturismo, alle crociere, al turismo sciistico, al trekking, al nordic walking, alle esperienze in glamping, al turismo rurale, ai viaggi pet-friendly, alle vacanze eco-sostenibili.

Le case sugli alberi più belle d’Italia

Le mete 2022 del turismo di nicchia

Scopriamo insieme allora alcune delle mete di turismo di nicchia più ricercate e in voga per il 2022.

Toscana e Basilicata per il turismo rurale

Quando parliamo di turismo rurale facciamo riferimento a una vera e propria vacanza di tipo esperienziale. Si tratta quindi di un’esperienza a contatto con la natura, con luoghi ancora in parte incontaminati, o che comunque hanno mantenuto le loro caratteristiche originali. Chi fa turismo rurale è alla ricerca di attività come la raccolta dei prodotti della terra, la cura degli animali, la pesca, la vendemmia, corsi di cucina e di produzione di prodotti eno-gastronomici, ecc…
Sono nate così realtà turistiche come fattorie, b&b, piccoli ostelli, alberghi diffusi, agriturismi che ospitano i viaggiatori e offrono loro la possibilità di “fare esperienze rurali”. Tra i trend 2022 del turismo di nicchia rurale ci sono sicuramente la Toscana, le Langhe e la Basilicata.

Lione e Tirolo per i viaggi pet-friendly

Sono sempre di più le persone che fanno viaggi e vacanze accompagnati dai propri amici a 4 zampe. E proprio per questo i servizi alberghieri e turistici in generale hanno dovuto di conseguenza adeguare l’offerta. Tra le mete per il turismo a 4 zampe consigliate per il 2022 sicuramente Lione, che è considerata la città più pet-friendly d’Europa. Infatti in quasi il 90% degli hotel cani e gatti sono benvenuti.
Oppure, se siete amanti della montagna, il Tirolo è un’altra meta pet-friendly, non solo perché potrete godere delle bellissime passeggiate immersi nella natura con i vostri amici a quattro zampe, ma anche perché sono numerose le strutture ricettive pronte ad accoglierli.

lago di Dobbiaco Dolomiti

lago di Dobbiaco, Dolomiti – foto di andras_csontos da Shutterstock

Alto Adige e Campania per il glamping

Anche le vacanze in glamping rientrano nelle mete dei viaggi di nicchia. I glamping, termine inglese nato dall’unione di glamour + camping sono strutture ricettive che uniscono i tratti tipici della vacanza in campeggio con i servizi di hotel di lusso, come spa, saune, trattamenti benessere e cucina gourmand.

Una tendenza che sta prendendo sempre più piede tra chi desidera fare una vacanza a contatto con la natura ma alla stesso tempo non vuole rinunciare alla comodità, all’eleganza e a servizi esclusivi.

Per le prossime vacanze quindi vi consigliamo alcuni tra i glamping più gettonati in Italia.
Lo Skyview Chalet, in Trentino Alto Adige, è complesso di casette in legno dalle vetrate trasparenti immerse nel bosco dal quale è possibile ammirare il panorama mozzafiato delle dolomiti e allo stesso tempo coccolarsi con sauna, idromassaggio, enoteca e ristorante di qualità.

Oppure al Procida Camping Resort potete scegliere tra una Caravan America, di quelle viste mille volte nei film. O una Nordisk Village, tenda open space luxury.

glamping

Tenda da glamping – foto di Moise Sebastian da Shutterstock

Sardegna e Finlandia per il turismo sostenibile

Già da diversi anni il sud della Sardegna è considerato una delle mete ideali per il turismo sostenibile. E nel 2016 è stata riconosciuta addirittura come la “prima destinazione sostenibile d’Europa” per il turismo e l’ambiente, risultando la migliore  per le pratiche di sostenibilità tra oltre 200 destinazioni europee.
La zona è quella compresa tra Chia e Costa Rei, sulla costa meridionale nella zona di Cagliari.
Se al caldo e alla sabbia preferite invece temperature più miti e paesaggi differenti, allora un’altra meta del turismo sostenibile è la Finlandia, e per la precisione la città di Lahti.
Nel 2021 ha ottenuto l’European Green Capital Award, il premio come migliore Capitale Verde Europea per il suo impegno a preservare la natura e promuovere stili di vita sostenibili.
Tra le iniziative più curiose e innovative messe in campo ci sono i City Skis, ovvero sci che possono essere presi in prestito da tutti gratuitamente per sciare in centro città.

Turismo sicuro e sostenibile: le regole per un’estate rispettosa dell’ambiente

L’Italia per il turismo di lusso

A proposito di turismo di nicchia non possiamo non far riferimento anche al turismo di lusso.

Secondo i dati presentati a dicembre all’Iltm di Cannes (fiera dedicata al luxury travel) l’Italia si riconferma uno dei Paesi più attrattivi per le vacanze di lusso.
Dopo questi ultimi due anni di Pandemia anche i viaggiatori di fascia alta hanno voglia di tornare a viaggiare e ad apprezzare le bellezze italiane, come le nostre città, musei e luoghi d’arte, le isole come Capri, Pantelleria, Ischia, Procida.

Procida

Procida – foto di leoks da Shutterstock

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Entro il 2025 la clientela del lusso in Italia raggiungerà i 450 milioni rispetto ai 390 milioni del 2019
  • I turisti internazionali di fascia alta spendono in Italia circa 25 miliardi di euro tra alloggio, ristorazione, visite, tour e shopping.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it 

Written by

Divido il mio tempo tra la professione di comunicatore pubblico e l’arte della danza contemporanea, che mi porta sui palcoscenici italiani come danzatore e coreografo. L'arte, il teatro, la danza, i viaggi e la cucina sono le mie passioni. L’incontro con Habitante è un’avventura di scrittura che mi permette di raccontare, con stimoli nuovi, i mondi che ho conosciuto e imparato ad apprezzare negli anni.