Quale telecomando abbinare ad un cancello automatizzato?

Oggi la casa è sempre più intelligente e intuitiva. In una smart home tutto è in comunicazione: luci che si accendono al tuo ingresso, tapparelle che rispondono al tuo comando vocale, allarmi che si attivano regolarmente ogni giorno. Anche il cancello all’ingresso di casa può aprirsi automaticamente al tuo arrivo o addirittura da remoto. Scopri come automatizzare un’inferriata e quale telecomando abbinare ad un cancello automatizzato.

Casa Smart: la casa di domani costa meno di 500 euro

Smart home e cancelli automatizzati

Negli ultimi anni i cancelli automatizzati sono sempre più apprezzati per le loro caratteristiche di affidabilità e praticità d’uso.

Per scegliere la motorizzazione perfetta per il cancello di casa è necessario considerarne dimensioni, peso e modalità di apertura. Dal tipo di cancello, quindi, dipende la scelta del motore il quale può essere semplice o doppio, a bracci articolati o a pistoni, a vista o nascosto se si desidera non intaccare il design della recinzione. Un cancello automatizzato può conferire maggiore valore e modernità alla casa.

Quale telecomando abbinare ad un cancello automatizzato?

È importante innanzitutto sottolineare che è sempre opportuno avere in casa un telecomando di riserva e quindi non aspettare che si rompa l’unico in possesso.

Programmare un telecomando, che sia il primo o quello di riserva, è semplice. Il telecomando del cancello automatizzato deve supportare una certa frequenza di trasmissione e può essere a codice fisso oppure rolling code/hopping code.

La soluzione migliore sono i telecomandi universali in quanto sono facili da reperire e da utilizzare così come sono semplici da programmare.

Quale telecomando abbinare ad un cancello automatizzato?

Quale telecomando abbinare ad un cancello automatizzato? – Canva

Come automatizzare un cancello a battente

I cancelli a battente necessitano di uno spazio abbastanza ampio d’apertura. Per automatizzare un cancello a battente bisogna installare un motore abbastanza potente da rendere agile il movimento di apertura. È possibile scegliere tra varianti da interrare (motore nascosto) o collocabili a vista, per esempio su di un muretto.

Il cancello a battente si aprirà e si chiuderà attraverso dei pistoni che ne frenano l’apertura a spinta. Nei cancelli a battente automatizzati devono essere inserite delle fotocellule che possano bloccarne il movimento in caso di passaggio di veicoli, persone o animali.

Come automatizzare un cancello scorrevole

L’automatizzazione di un cancello ad apertura scorrevole dipende dal peso dell’inferriata nonché dalla sua frequenza di utilizzo. Da questi due fattori deriverà la scelta della potenza del motore. Anche per il cancello ad apertura scorrevole, così come quello a battente, è possibile scegliere un motore della tipologia da interrare o da lasciare a vista. Accanto al motore andrà collocato il ricevitore radio, per azionare l’apertura e la chiusura. Inoltre, i cancelli automatizzati con apertura scorrevole devono obbligatoriamente essere provvisti di un blocco fondo corsa, che ne limiti l’apertura, e di blocchi che mantengano il cancello dentro le guide.

I trend per la casa del futuro: nuovi stili di vita

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu? 

  • Secondo quanto emerge dai dati pubblicati dall’Osservatorio Internet of Things della School of Management del Politecnico di Milano, gli Italiani sognano di avere una casa sempre più smart. Lo studio ha stimato una crescita del 52% nelle vendite del settore domotico durante il 2018, per una quota di 380 milioni di euro.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Dottoressa in Lingue Moderne per il Web. Giornalista pubblicista. Specializzata in Giornalismo dell’Architettura e dell’Interior Design.