Ripartono le compravendite di immobili: +8,8% in Italia

Si registra un aumento delle compravendite di immobili dell’8,8% (in media) nel nostro Paese. Il fenomeno è però discontinuo: città come Roma e Genova hanno registrato rialzi importanti mentre in alcune, come Milano e Bologna, le transazioni sono addirittura calate.

Compravendite di immobili aumentate dell’8,8%

L’incremento della compravendita di case è iniziato alla fine del lockdown della scorsa primavera ed è continuato anche nell’ultimo trimestre del 2020. Il volume di compravendita ha visto uno scambio di immobili pari a 15 mila abitazioni, ovvero l’8,8% in più rispetto al quarto trimestre del 2019. Questo dato è emerso dall’Osservatorio sul mercato immobiliare e pubblicato dall’Agenzia delle Entrate.

Comprare casa nel 2021: tutti i vantaggi

Un trend positivo per il mercato della casa

Nettamente migliore il quarto trimestre del 2020 rispetto al precedente. Lo dimostrano i dati che vedono un trend positivo di compravendite pari al 2,9% (in media) nei capoluoghi italiani e addirittura all’11,8% (in media) nei comuni più piccoli.

In particolare sono i comuni del Centro Italia a contribuire all’aumento delle vendite di abitazioni registrando un +16,8%. Nel centro è buono anche il rialzo dei volumi di compravendita nei comuni capoluogo (+6,9%), che costituisce il più alto tra le diverse aree del Paese. Nei capoluoghi del Nord Italia il trend è sì positivo, ma solo dell’1%.

In tutti i casi il dato positivo della compravendita di immobili è molto importante se si pensa che nei mesi di marzo, aprile e maggio, ovvero nel pieno del lockdown, la chiusura generale ha comportato un pesante calo che ha raggiunto anche il -57,7% delle vendite rispetto all’anno precedente. Chiudere il 2020 con il segno più denota la voglia e l’importanza della ripresa.

Meglio comprare una casa nuova o da ristrutturare?

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • La pandemia sembrerebbe non aver modificato le scelte degli italiani in merito a intenzioni e previsioni di ricerca della casa per il 2021. Gli italiani che non hanno cambiato le proprie idee in fatto di casa, anche con l’avvento dello smart working, sarebbero una grossissima fetta: l’85,9%.
  • Il processo di acquisto di una casa non è affatto breve, anche più di un anno nel 34,3% dei casi.
  • La tipologia abitativa oggi più ricercata è quella composta da 3 locali, quindi una via di mezzo in termini di metratura che consente ad una famiglia tipo di disporre dello spazio necessario.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

 

Written by

Biologa