Meglio comprare una casa nuova o da ristrutturare?

Ormai da parecchi anni gli italiani preferiscono investire le proprie risorse economiche nell’acquisto di una casa. Ma è meglio comprare una casa nuova o da ristrutturare?

Acquistare una casa nuova o da ristrutturare? Questo è il dilemma!

La scelta di prendere casa nuova o da ristrutturare deriva dal budget e dal tempo di cui si dispone. La decisione di comprare una casa nuova o da ristrutturare, deve essere presa considerando le diverse necessità di chi ci andrà a vivere. Esistono diverse motivazioni che possono spingere ad acquistare una casa nuova o a comprare una casa da ristrutturare.

Agevolazioni prima casa: cosa c’è da sapere

Perché comprare una casa nuova?

Scegliere di acquistare un appartamento nuovo vuol dire eliminare i disagi e le incertezze connessi ai lavori di ristrutturazione. L’acquisto di una casa nuova in costruzione, offre l’opportunità di apportare delle modifiche in corso di realizzazione. Nonostante queste modifiche non possano riguardare gli elementi portanti dell’edificio, tengono comunque aperte le porte al perfezionamento del progetto e quindi alla realizzazione della casa dei sogni. Ecco tre motivi per acquistare una casa nuova:

  1. minimizzare i tempi: comprare un immobile nuovo è la scelta più facile perché offre la possibilità di visionare l’abitazione e rendersi conto della qualità dei materiali, dell’illuminazione degli ambienti, della grandezza dei vani.
  2. Personalizzare risparmiando: un edificio nuovo in fase di costruzione dà la possibilità di comprare ad un prezzo leggermente inferiore rispetto al finito e di effettuare modifiche ai materiali o alla disposizione delle pareti interne senza alterare le strutture portanti.
  3. Avere una casa efficiente e innovativa: le nuove abitazioni sono energeticamente più efficienti e caratterizzate da materiali innovativi. Le soluzioni architettoniche di una costruzione recente coniugano bellezza estetica e tecnologie intelligenti.

Perché comprare una casa da ristrutturare?

Il costo di un immobile proveniente da precedenti proprietà, è più accessibile rispetto alle quotazioni di mercato degli appartamenti nuovi o addirittura in costruzione. Comprare una casa da ristrutturare vuol dire valutare con attenzione alcuni fattori essenziali come l’anno di realizzazione dell’immobile, la classe energetica dell’unità abitativa e tutte quelle caratteristiche tecniche che possono gravare positivamente o negativamente sulla qualità della vita dell’acquirente.

Prima di decidere di acquistare una casa da ristrutturare è fondamentale sapere nel dettaglio il tipo di intervento da effettuare con perizie e preventivi in mano! Il risparmio immediato che emerge dal prezzo ribassato per via della necessità di lavori di ristrutturazione, non è sempre garanzia di un buon affare: all’emergere di vizi e difetti, il risultato dell’acquisto dell’immobile potrebbe rivelarsi un fiasco. Ecco tre motivi per acquistare una casa da ristrutturare:

  1. creare ambienti personalizzati. Una casa da ristrutturare è un edificio costruito con tecniche e gusti di un’altra epoca: questo suscita interesse nei più creativi che desiderano un’abitazione che sia unica.
  2. Beneficiare di spazi più grandi. Le abitazioni meno recenti, quindi da ristrutturare, possiedono stanze e finestre più ampie, soffitti più alti, ingressi, ripostigli, studi, al contrario delle nuove costruzioni che sono invece solitamente più piccole.
  3. Usufruire delle agevolazioni fiscali. Acquistare una casa da ristrutturare vuol dire poter beneficiare delle agevolazioni fiscali che hanno lo scopo di stimolare a recuperare l’esistente, diminuendo il consumo di risorse non rinnovabili come suolo, ambiente ed energia.
Meglio comprare una casa nuova o da ristrutturare?

shutterstock_1238235388Di YKvisual

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu?

  • A gennaio 2020, Idealista/data ha condotto un’indagine su un campione di 3685 utenti che negli ultimi mesi hanno cercato attivamente una casa. L’indagine evidenzia un mercato residenziale orientato all’acquisto (72% del campione) piuttosto che all’affitto (27% del campione).
  • A guidare la ricerca di una casa sono le donne in una fascia d’età compresa tra i 46 e i 55 anni per la vendita e tra i 36 e i 45 anni per l’affitto, parte di una coppia con figli nel caso dell’acquisto, single nel caso dell’affitto. In entrambi i casi hanno un contratto di lavoro a tempo indeterminato e cercano un bilocale nella stessa città in cui sono residenti.
  • Acquistare casa per chi non possiede la liquidità necessaria o le garanzie richieste per un mutuo, può essere difficile. L’unica soluzione diventa prendere casa in affitto: è qui che nasce l’idea dell’affitto con riscatto. Anche noto come rent to buy, si tratta di un contratto che consente all’affittuario di ottenere la proprietà del bene.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Designer e Dottoressa in Lingue Moderne per il Web