Occorrono 9000 infermieri scolastici a tutela degli alunni

Il rientro a scuola è ormai alle porte. Occorrono 9000 infermieri scolastici, uno per ogni plesso, in azione diretta per verificare la corretta applicazione delle misure anti-Covid, ma anche la salute e i bisogni assistenziali non-Covid degli alunni e del personale docente.

Riapertura scuole: ecco la mascherina trasparente

La proposta della FNOPI a tutela degli alunni

La FNOPI, Federazione nazionale ordini delle professioni infermieristiche, è pronta a scendere in campo con le proprie forze “assicurando la massima collaborazione alle istituzioni per consentire una riapertura in sicurezza delle scuole”. È quanto ha affermato la presidente di FNOPI, Barbara Mangiacavalli.

La proposta della FNOPI è quella di dotare le istituzioni scolastiche di infermieri scolastici con un ruolo proattivo rispetto alla salute degli alunni. Un infermiere che di fatto c’è già: è l’infermiere di famiglia e comunità. In sostanza gli infermieri scolastici, in questa veste, saranno presenti nei plessi e potranno agire proattivamente e non solo su chiamata per verificare la corretta applicazione delle misure anti-Covid, ma anche la salute e i bisogni assistenziali degli alunni (e del personale docente) non-Covid (in Italia ci sono circa 246 mila alunni con disabilità che necessitano di assistenza), allertando e attivando in caso di necessità il medico del dipartimento di prevenzione a cui il plesso scolastico fa riferimento.

Infermieri, OSS e Professioni Sanitarie: il Governo studia un nuovo Bonus Covid

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu?

  • L’infermiere scolastico è una figura già istituita in Spagna, diffusa regolarmente negli Stati Uniti e comune a molti altri paesi europei.
  • L’Istituto superiore di Sanità prevede che sia identificato un referente scolastico per il Covid-19 adeguatamente formato, che tenga un registro degli eventuali contatti tra alunni e/o personale di classi diverse, richieda la collaborazione dei genitori per misurare ogni giorno la temperatura del bambino e segnali eventuali assenze per motivi di salute riconducibili al Covid-19.

Con le mascherine si riduce la trasmissione del coronavirus: lo conferma anche Science

 TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Post Tags
Share Post
Written by

Designer e Dottoressa in Lingue Moderne per il Web