L’Everest si vede a occhio nudo da km di distanza grazie al calo dell’inquinamento

Sta facendo il giro del web l’immagine dell’Everest nitida, visibile da Kathmandu, capitale del Nepal. Lo spettacolo è stato possibile grazie a una delle positive conseguenze, non di poco conto, della riduzione dell’inquinamento causata dal lockdown che ha colpito tutto il mondo.
 

L’Everest si vede a occhio nudo da km di distanza grazie al calo dell’inquinamento

Google celebra Junko Tabei, la prima donna ad aver scalato l’Everest

L’inquinamento diminuisce con lo stop delle tantissime attività che, di settimana in settimana iniziano a ripartire. L’aria è più pulita ed è così che da Kathmandu, la capitale del Nepal, si possono ammirare le vette dell’Everest. Il lockdown, imposto dall’emergenza sanitaria, ha offerto uno spettacolo mostrato su tantissimi siti locali e sui social network di ogni parte del mondo.

Dalla città, per la prima volta, si può vedere in maniera molta chiara la vetta più alta del mondo (8.848 metri sul livello del mare).

Vedi qui l’immagine esclusiva dell’Everest:

 
Le foto stanno facendo il giro del web e sono la diretta conseguenza di cosa significhi riduzione delle emissioni dei veicoli e delle tante attività che inquinano ogni giorno l’aria che respiri. Mai come in questo caso, invece, la situazione è del tutto eccezionale, trattandosi di una zona inquinata dove spesso il cielo è grigiastro e l’aria diventa quasi irrespirabile.
 

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

Il monte Everest è la vetta più alta del continente asiatico e della Terra con la sua altitudine di 8848 m slm, situato nella catena dell’Himalaya assieme ad altri ottomila, al confine fra Cina e Nepal. Rientra dunque nelle cosiddette Sette Vette del Pianeta.

Inquinamento indoor: come rendere salubre la casa

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

 
 
 

Written by