Vai al contenuto
Inflazione

Inflazione: stangata a tavola da 564 euro a famiglia

Condividi L'articolo su

Inflazione è un termine che stiamo sentendo spesso nell’ultimo periodo. Questa ha un diretto effetto sulle tasche degli italiani, difatti Coldiretti ha stimato che costerà 564 euro in più a famiglia per i prodotti alimentari.

In occasione della divulgazione dei dati dell’Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT) in merito all’inflazione relativa al mese di luglio Coldiretti ha valutato quanto questa costerà di più agli italiani per l’anno corrente. In particolare la stima prende in considerazione i costi dei prodotti messi sulle tavole italiane tutti i giorni.

Inflazione: cresce il prezzo di frutta e verdura e non solo

Ciò che costerà di più agli italiani saranno frutta e verdura. Nel dettaglio le stime rivelano che il prezzo della frutta è aumentato dell’8,8% mentre quello della verdura fresca del 12,2%. Ad aumentare è anche il costo di pane, pasta e riso. Questi costeranno circa 115 euro in più agli italiani. Seguono poi carne e salumi che implicheranno un esborso pari a circa 98 euro in più rispetto al 2021. Infine latte, formaggi e uova faranno spendere ad ogni nucleo familiare 71 euro in più mentre il pesce 49 euro. Questo caro prezzi nel computo generale costerà a una famiglia italiana ben 564 euro in più solo per la tavola nel 2022.

Qual è la frutta 100% italiana? Anche il cibo è Made in Italy

Cos’è l’inflazione?

Con il termine inflazione si intende un rincaro di ampia portata generalizzato e prolungato a cui consegue un minore potere d’acquisto della moneta. Questo, in altre parole, significa che per esempio con un euro si possono acquistare meno beni e servizi rispetto a quelli che si potevano comprare prima che l’inflazione aumentasse. Secondo i più recenti dati ISTAT oggi l’inflazione acquisita per il 2022 è pari a +6,7% per l’indice generale e a +3,3% per la componente di fondo.

Quanta frutta e verdura di stagione consumano gli italiani?

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Gli italiani non mangiano la giusta quantità di frutta e verdura. I giovani mangiano circa il 60% della verdura quotidiana consigliata e gli adulti l’80%: in entrambi i casi si mangiano meno verdure di quante ne servirebbero per un’alimentazione equilibrata .

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News