Vai al contenuto
bonus 65%

Casa smart e risparmio energetico: ecco come utilizzare il bonus 65%

Condividi L'articolo su

Il bonus 65% nasce con l’obiettivo di rendere la  casa più efficiente dal punto di vista energetico. Ecco maggiori informazioni a riguardo.

L’Agenzia delle Entrata ha chiarito quali sono i requisiti minimi e le spese ammesse per il bonus 65% per le case intelligenti e il risparmio energetico. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Cos’è il bonus 65%?

Al giorno d’oggi, la casa smart è una realtà sempre più richiesta e ottimale, per favorire la riduzione dei consumi e un maggiore risparmio energetico e responsabile. In particolare, regolando e usufruendo al meglio del climatizzatore, si avrà la possibilità di risparmiare più del 7% sulla bolletta. In aggiunta, è possibile usufruire del bonus 65% per la casa intelligente. Si tratta, nello specifico, di un incentivo applicabile sui dispositivi domestici che consentono un controllo remoto del sistema come pergole, tende solari e ombreggianti o climatizzatori.

Secondo quanto specificato dall’Agenzia delle Entrate, il bonus può essere riconosciuto per le spese di acquisto e i lavori di installazione di dispositivi finalizzati al riscaldamento o alla climatizzazione della casa. Per poter usufruire dell’incentivo, però, è necessario che non sia applicata altra tipologia di interventi di riqualificazione da un punto di vista energetico. Inoltre, l’agevolazione può essere applicata su un limite di spesa massimo pari a 23 mia euro e l’importo verrà ripartito in 10 anni.

bonus 65%
Casa smart e risparmio energetico: ecco come utilizzare il bonus 65% – Foto di Canva

Quali sono le spese approvate dal bonus?

In particolare, il bonus permette di risparmiare su diverse tipologie di acquisti volti a supportare il risparmio energetico della casa smart. Tra le spese ammesse, fanno parte tutti i dispositivi e gli impianti che consentono di indicare il consumo energetico così come la programmazione da remoto di accensione o spegnimento del dispositivo stesso. Inoltre, è bene evidenziare che il bonus ricopre non solo le spese di acquisto, ma anche eventuali spese di installazione e la messa in opera. Sono anche ammessi i costi relativi al progettista dell’impianto e alle eventuali fasi di manutenzione e controllo sui dispositivi.

bonus 65%
Casa smart e risparmio energetico: ecco come utilizzare il bonus 65% – Shutterstock421740256 di Stanisic Vladimir

Quali sono i requisiti per accedere al bonus?

Per poter richiedere e usufruire del bonus, è necessario che l’acquisto e il montaggio degli impianti non siano applicati con il fai da te. Ciò significa che il richiedente dovrà inviare direttamente all’Enea tutte le attestazioni che dichiarano che l’installazione sia avvenuta rispettando le normative in vigore. Inoltre, l’ente richiede anche tutte le schede tecniche dei dispositivi approvati così da poterli valutare direttamente. Questi ultimi, infatti, dovranno appartenere almeno alla classe B di risparmio energetico. Nel caso in cui, inoltre, si tratta di impianti di schermatura solare o ombreggiante, si richiede che i medesimi sistemi garantiscano una riduzione del calore tramite per pergole o le tende solari.

bonus 65%
Casa smart e risparmio energetico: ecco come utilizzare il bonus 65% – Foto di PEXELS di picjumbo.com
Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News