Vai al contenuto
bonus infissi 2023

Bonus infissi 2023 senza ristrutturazione: come fare?

Condividi L'articolo su

Il bonus infissi 2023 è un incentivo proposto dal governo che, in alcuni casi, può essere richiesto senza ristrutturazione. Ecco come fare.

Se si desidera sostituire gli infissi dell’immobile senza dover necessariamente procedere con una ristrutturazione, è possibile richiedere il bonus infissi 2023. Di seguito maggiori informazioni a riguardo.

Come funziona il bonus infissi 2023 senza ristrutturazione?

Il bonus infissi è un incentivo proposto dal governo per favorire il miglioramento termico delle finestre di un’abitazione ottenendo una detrazione pari al 50% sulla spesa degli interventi. In particolare, è possibile ricevere il bonus senza dover necessariamente intraprendere una ristrutturazione dell’immobile. A differenza di altri bonus come l’ecobonus o il bonus ristrutturazione, i quali offrono la detrazione al 50% ma a patto che si verifichi una ristrutturazione straordinaria, in questo caso quest’ultima non è necessaria. Il bonus infissi, quindi, non necessita interventi di manutenzione o ristrutturazione per essere applicato.

bonus infissi 2023
Bonus infissi 2023 senza ristrutturazione come fare – Foto di Canva

Quando si può applicare il bonus?

Per ottenere il bonus, è necessario che i nuovi infissi presentino delle caratteristiche principali. In particolare, questi devono:

  • Migliorare la classe energetica dell’intera abitazione;
  • rispettare valori di trasmittenza termica della corrispettiva zona di appartenenza.

In aggiunta, per ottenere l’incentivo, è necessario che l’immobile sia dotato di un impianto per la climatizzazione del periodo invernale. Infine, un ulteriore vantaggio del bonus è anche la possibilità di poter modificare la collocazione e la grandezza delle nuove finestre senza dover rispettare le direttive delle precedenti.

bonus infissi 2023
Bonus infissi 2023 senza ristrutturazione come fare – Foto di Canva

Ecco chi può usufruire del bonus infissi

In linea generale, indipendentemente dal beneficiario, il bonus può essere richiesto per un limite massimo di spesa pari a 60 mila euro per immobile. Inoltre, per usufruire della riduzione dei costi, è necessario che il professionista preso in esame rispetti tutte le regole e le norme della corretta posa in opera. Il bonus infissi può essere richiesto da diversi beneficiari. In particolare:

  • Persone fisiche che ricevono reddito d’impresa;
  • Associazioni di professionisti o enti che non svolgono un’attività commerciale;
  • Istituti ed enti che si adoperano per le case popolari o per altri obiettivi sociali
bonus infissi 2023
Bonus infissi 2023 senza ristrutturazione come fare – Foto di Canva
Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News