Vai al contenuto
addio obbligo mascherine anti-Covid

15 giugno: addio obbligo mascherine anti-Covid

Condividi L'articolo su

Oggi, 15 giugno il Consiglio dei ministri decide il da farsi in merito all’obbligo di indossare i dispositivi di protezione personale. Con un focus sulle proroghe per i luoghi di lavoro e i trasporti.

15 giugno: addio obbligo mascherine anti-Covid. Queste sono raccomandate solo agli esami di terza media e maturità. Inoltre, per i trasporti, come negli ospedali e Rsa, si prevede un prolungamento dell’uso della mascherina fino a fine settembre. Ciò perché questi sono luoghi particolarmente affollati nei quali è necessario essere prudenti.

Addio obbligo mascherine anti-Covid

Oggi, mercoledì 15 giugno 2022, scade l’ordinanza ministeriale dello scorso aprile che ne predisponeva l’obbligo nei teatri, nei cinema, nei palasport e in generale negli eventi che si svolgono al chiuso.

Così, da domani cade l’obbligo di indossare i dispositivi di protezione personale e le restrizioni anti-Covid diminuiscono drasticamente.

Cos’è il Long Covid e come gli abitanti affronteranno l’estate 2022

Luogo di lavoro e trasporto pubblico

Oggi il Consiglio dei ministri, inoltre, dovrà decidere sulla proroga dell’obbligo di mascherina in alcune situazioni. In particolare sui mezzi di trasporto e sui luoghi di lavoro.

Sul posto di lavoro dovrebbe essere prorogato fino al 30 giugno, nell’ambito del Protocollo sulle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del Covid-19. Invece, per quanto riguarda i trasporti, sia quelli a lunga percorrenza sia quelli locali e regionali, la proroga dovrebbe invece essere estesa fino al 30 settembre. Stessa data anche per quanto riguarda l’obbligo di mascherina negli ospedali e nelle Rsa.

Mascherina e scuola

Invece, in ambito scolastico è stata confermata la sola raccomandazione e non l’obbligo dell’utilizzo delle mascherine agli esami di terza media e di maturità. Nonostante l’utilizzo della mascherina sia solo consigliato, il non poterla indossare è un grande segnale per i ragazzi, simbolo di un ritorno alla normalità.

18 marzo 2022, Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’epidemia di Coronavirus

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Lo scenario epidemiologico è in evoluzione e ci si attende un aumento dei contagi per effetto delle sotto varianti di Omicron BA.4 e BA.5. Anche se il Covid-19 non è più in primo piano, la pandemia non è finita. È bene prepararsi con prudenza ai prossimi mesi autunnali, quando lo scudo contro il Covid viene meno.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News