Tessuti wax per una casa in stile afro-chic

Colori e oggetti che richiamano terre lontane. Una casa in stile afro-chic è un mix di design reso unico da un tessuto dalla fantasia inconfondibile: il wax.

Casa di Domani: arriva il legno trasparente come sostituto del vetro

Arredare una casa in stile afro-chic

Questo stile punta ai colori caldi della terra, come il marrone, il bronzo e il rosso. Si può giocare con le pareti bianche inserendo un bel quadro o magari una tela originaria dell’Africa. Una coperta fantasia da mettere sul divano o cuscini colorati si accostano bene alle statue tribali da posizionare sui mobili o a terra.

In camera da letto, basta cambiare lo stile delle lenzuola. Un coordinato con stampa etnica renderà il letto più bello. Sulle pareti si può inserire qualche piccolo dipinto dai toni caldi.

Bastano quindi pochi oggetti per dare un tocco ricercato ad ogni ambiente. In bagno ad esempio, è possibile scegliere un tappeto intrecciato da mettere sotto il lavandino, mentre per la cucina si possono sfoggiare dei magnifici piatti in stile afro.

Il terrazzo arredato in stile afro-chic necessita solo di qualche cuscino a tema, un telo colorato che faccia da tenda e qualche ornamento da appendere sui muri, come le maschere.

L’origine dei tessuti wax

I tessuti africani, conosciuti come wax, sono famosi per le loro fantasie colorate che hanno dei significati ben precisi.

Il wax, che letteralmente significa cera, è un tessuto di cotone colorato cerato appunto su entrambi i lati. In questo modo diventa molto resistente. All’inizio non era però destinato ai mercati africani. Nel 1864 infatti, una ditta olandese realizzò delle stampe batik con metodi industriali che semplificavano di molto la lavorazione artigianale. Questi dovevano essere venduti in Indonesia ma non piacquero perché considerati cheap. Sulla via del ritorno, le navi olandesi fecero sosta in Africa dove invece ebbero un enorme apprezzamento.

Furono le donne africane a valorizzarli: ognuna portava i tessuti acquistati a stilisti e sarti locali per farsi realizzare creazioni uniche e su misura. Le fantasie dei tessuti wax avevano dei significati precisi. Le venditrici locali attribuivano nomi e storie ai tessuti per venderli. Il significato dato ad alcune stampe ha anche fornito un modo di comunicare qualcosa su chi le indossava.

casa in stile afro-chic - design e stoffe

Tessuti wax per una casa in stile afro-chic – Shutterstock1809063121 di Cashmere und Satin

Una casa in stile afro-chic: punta al colore

Il colore ha un forte potere sulla psiche. Per questo decorare una zona con il giusto accessorio non può che creare felicità e soddisfazione. Le stoffe wax sono portatrici di bellezza e cultura, ottime per rivestire cuscini e divani della zona living o della camera da letto.

Le varie tonalità si sposano alla perfezione con pareti dai colori essenziali o accostandole tono su tono. Le stoffe dalle sfumature marroni si abbinano bene sia ai colori chiari come il bianco latte, il beige e il giallo, che ai colori più vivaci come il rosso.

I tessuti dai toni più soft invece, si sposano alla perfezione con poltrone e divani dai colori più accesi come il rosso.

Le stoffe contenenti verde e blu donano colore alle stanze della casa. Il verde scuro è perfetto per gli abbinamenti tono su tono, mentre i dettagli chiari sono l’ideale per essere accostati alle tonalità più tenui del verde e dell’azzurro.

I colori vivaci si abbinano bene alle tonalità scure del blu, rosso, verde e giallo.

Psicologia del colore: scegliere i colori giusti per la tua casa

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Secondo l’export planning del 2019, l’incidenza della produzione tessile africana sul totale mondiale non presenta segnali di incremento (registra negli ultimi anni un leggero calo), confermandosi inferiore all’1% del giro d’affari complessivo a livello mondiale.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Sono laureata in giornalismo e lavoro come redattrice, traduttrice e copywriter. Mi piace parlare di tutto con approccio scientifico, soprattutto di enogastronomia. Scrivo di moda e la creo (sono anche ricamatrice e modellista sartoriale).