Quali sono i tessuti di lusso per l’arredamento

Per rendere gli ambienti prestigiosi e di classe esistono tessuti di lusso per l’arredamento antichi fatti di materiali ricchi, dai disegni eleganti e dai colori unici, per dare preziosità alla casa.

Meglio la pelle o il tessuto per rifoderare un elemento d’arredo?

Tessuti di lusso per l’arredamento: le fantasie

Essendo tessuti molto particolari, a volte è difficile capire come utilizzarli nelle case con gusto ed equilibrio. Le fantasie di queste stoffe valorizzano il tessuto pregiato e, se abbinate correttamente, renderanno la tua abitazione una piccola reggia.

Un tessuto operato e prezioso richiama infatti le stanze regali. Nei castelli o nelle dimore antiche, grazie a queste pregiate stoffe si percepisce il lusso proprio grazie alla favolosa e costante presenza di questi tessuti con colori brillantissimi anche dopo centinaia di anni.

Ecco perché anche solo una tenda, un cuscino, un copriletto o una coperta appoggiata ai piedi del letto permettono di donare con un tocco, delle note di classe anche ad un ambiente in stile rustico.

Abbinare antico e moderno

Scegliere di trasformare completamente l’aspetto di una casa grazie all’aggiunta di un tessuto non è sempre facile. Grazie alla giusta attenzione ai dettagli e ai colori però, si possono inserire elementi d’altri tempi senza snaturare la casa, addirittura dandole ancora più personalità.

Dal tono su tono ai contrasti grafici, si tratta sempre di elementi di grande impatto, perfetti per ravvivare e stravolgere completamente il look di una stanza.

tessuti di lusso per l'arredamento - tessuti d'arredo

Quali sono i tessuti di lusso per l’arredamento – Shutterstock1865436217 di Dario Pena

Tipologie di tessuti di lusso per l’arredamento

La scelta insomma è ampia e dipende dalla creatività e budget a disposizione. Ci sono stoffe lavorate accessibili a tutti, fino ad arrivare a capolavori firmati proprio per la loro qualità ed unicità. Di seguito, la lista dei tessuti di lusso perfetti per arredare casa.

  • Broccato: tessuto di seta lavorato su telaio jacquard. Nella parte del dritto ha dei rilievi.
  • Chiffon: un tessuto semitrasparente, considerato come il più fine che esista.
  • Crespo: tessuto di seta ottenuto su armatura tela con effetto increspato ondulato per la forte torsione del filato.
  • Damasco: ottenuto su telaio jacquard con filati di uguale colore ma differenti per dimensioni. Il risultato è un chiaro-scuro tra il disegno creato e il fondo.
  • Damascato: tessuto di seta simile al damasco ma con colore dei fili diverso.
  • Laminato o lamé: realizzato interponendo tra i fili filamenti metallici o sintetici in diverse colorazioni.
  • Lampasso: di origine cinese, ha grandi disegni colorati dipinti a mano su fondo cupo.
  • Marezzato: tessuto di seta monocolore con delle striature o venature prodotte in maniera ondulata.
  • Raso: ha punti di legatura particolarmente fini ed è molto delicato.
  • Shantung: tessuto di seta di origine cinese ed irregolare, con nodi e ingrossamenti.
  • Duchesse: realizzato con armatura raso e caratterizzato da una particolare lucentezza.
  • Taffettà: ottenuto su tela con struttura serrata, molto leggero e lucido.
  • Tulle: una rete leggera con fori esagonali.

Arredi made in Italy per gli hotel di lusso del mondo

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • L’industria tessile rappresenta uno dei settori dell’industria manifatturiera più importanti in Italia. Con oltre 400.000 addetti, occupa il 12% di tutti i lavoratori del settore manifatturiero e il suo fatturato rappresenta il 9% del fatturato totale del settore.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it