La cucina in stile retrò: consigli d’arredo

La cucina in stile retrò: consigli d’arredo. Lo stile retrò è un tipo di arredamento in grado di realizzare ambienti accoglienti e funzionali. Si tratta di uno stile che non passa mai di moda e tende a dare spazio a ciò che richiama le mode passate.

Lo stile retrò nell’interior design

Lo stile retrò, abbreviazione di retrospettivo, ha influenzato l’arte, la moda, il cinema e l’arredamento d’interni. Gli arredi dal gusto retrò rendono la casa calda, accogliente e allo stesso tempo di classe. Ogni ambiente della casa può essere arredato in stile retrò, a partire dalla cucina fino ad arrivare alla stanza da bagno.

Il soggiorno in stile retrò

La cucina in stile retrò

Una cucina retrò unisce dettagli vintage ad uno stile ricercato. Ha un fascino irresistibile e richiama alla mente mode ed epoche lontane ma sempre attuali. Arredare una cucina in stile retrò vuol dire andare alla ricerca di oggetti dimenticati, ridare vita ad elettrodomestici e mobili che resistono al tempo. Questo “recupero” dal passato, sottolinea la preziosità dei materiali di una volta. Ecco alcuni consigli d’arredo.

Arredare una cucina in stile retrò: non mescolare epoche diverse

Per arredare al meglio e con un certo gusto una cucina in stile retrò, il primo consiglio da seguire è quello di non sovraccaricare lo spazio mescolando senza alcuna logicità arredi, complementi ed elettrodomestici di epoche diverse.

Negli anni Cinquanta e Sessanta le cucine divennero un luogo da vivere pienamente, sempre più curate e pratiche: sono questi gli anni che hanno dato alla luce gli arredi più gradevoli esteticamente ma anche più funzionali.

La cucina in stile retrò

La cucina in stile retrò: consigli d’arredo – immagine Canva

Arredare una cucina in stile retrò: equilibrio e ordine visivo

Per arredare una perfetta cucina in stile retrò è fondamentale un certo equilibrio ed ordine visivo ottenuto dalla scelta accurata di ogni pezzo da inserire. Senza dubbio è perfetta la scelta di combinare gli arredi retrò a tecnologie più moderne.

Arredare una cucina in stile retrò: colori, forme e motivi anni Cinquanta

Un trend indiscusso nell’arredamento di una cucina in stile retrò sono i colori pastello, tipici delle cucine anni Cinquanta. Verde, celeste, giallo, beige e rosa pastello sono le tonalità ideali per questo tipo di arredamento. Inoltre, forme arrotondate e linee semplici sono peculiarità dei mobili da cucina anni Cinquanta, perfetti per una stanza dal gusto retrò. E ancora motivi geometrici, cuori e pois sulle texture.

Pillole di interior design: i colori pastello di tendenza

Arredare una cucina in stile retrò: colori, forme e motivi anni Sessanta

Per arredare una cucina retrò anni Sessanta è importante la scelta delle nuance: color panna, marrone, nero, tinte forti e contrasti fluo. Il contrasto più rappresentativo è quello tra bianco e nero nei disegni geometrici. E i materiali? Plastica e legno con colori accesi e forme sinuose ed estrose dal gusto leggermente futuristico.

Cucina retrò, su cosa puntare?

Per dare un tocco rétro alla cucina è bene puntare su alcuni elementi:

  • Frigorifero, bombato e colorato, con gli angoli smussati e magari il congelatore in alto.
  • Cucina a legna, rielaborata secondo gli standard sia estetici che di sicurezza moderni: una soluzione perfetta per dare un gusto retrò alla cucina.
  • Credenza della nonna.
  • Sedie da bar anni Cinquanta e tavolo in legno con il ripiano in marmo.
  • Piattaia, arreda la cucina retrò ed è molto funzionale.

La credenza: un evergreen molto versatile

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu? 

  • Secondo i dati dell’Osservatorio sulla Casa, per la manutenzione degli spazi interni alla casa, nel 2019, si è riscontrato che il 48% degli intervistati ha delegato ad un artigiano o ad un’impresa il lavoro, mentre il 30% ha fatto tutto da solo; infine il 21% si è fatto aiutare da amici.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Dottoressa in Lingue Moderne per il Web. Giornalista pubblicista. Specializzata in Giornalismo dell’Architettura e dell’Interior Design.