La cabina armadio giusta per ogni casa

La cabina armadio è uno degli arredi più desiderati. Sempre più facilmente realizzabile, ne esistono di diverse forme, dimensioni e finiture.

La cabina armadio giusta per ogni casa. L’armadiatura a vista sostituisce l’ingombrante armadio collocato in camera da letto, rende visibili gli indumenti (e quindi facilmente accessibili) e consente di utilizzare spazi della casa altrimenti poco sfruttati.

La cabina armadio giusta per ogni casa

La cabina è una tipologia di arredo adatta per una nicchia, un angolo inutilizzato, una semplice rientranza del muro. Molti desiderano avere in casa una favolosa cabina armadio ma credono di non poterla realizzare per mancanza di spazio o per una cattiva disposizione degli ambienti. In realtà per costruirla ormai occorre davvero poco. Quello che serve è un minuzioso rilievo delle misure, le condizioni ottimali delle pareti, un progetto accurato e studiato nel dettaglio ed un lavoro di installazione minuzioso. In legno, in cartongesso, con ante battenti o porte scorrevoli; moderne, classiche, essenziali, superaccessoriate; rettangolari, quadrate, triangolari, irregolari; composizioni lineari, armadiature su due lati, strutture High Tech: le cabine armadio sono altamente personalizzabili e flessibili.

La cabina armadio giusta per ogni casa

shutterstock_1293384706 Di New Africa

La struttura interna

La cabina armadio offre numerose possibilità di scelta strutturale interna. Le attrezzature interne, cioè ripiani, cassettiere, appendiabiti e quant’altro, anche nelle cabine, sono più o meno quelle che possono trovarsi all’interno di un armadio.

Le stanze guardaroba

Con le cabine armadio è possibile creare delle vere e proprie stanze guardaroba anche senza realizzare alcuna parete fissa. Questo è possibile utilizzando dei precisi sistemi di chiusura che permettono di recuperare anche gli spazi più difficili della casa come angoli, nicchie e spazi irregolari. Nel caso si decida di fare a meno di pareti divisorie in muratura, legno o cartongesso, è possibile scegliere delle ante scorrevoli. Queste ultime devono avere ottimi requisiti di leggerezza e maneggevolezza, oltre che di resistenza e devono essere montate su una struttura con binari a scomparsa oppure a vista.

Come ovviare al problema della polvere

Uno dei problemi da considerare quando si pensa di allestire una cabina armadio è proprio il fatto che gli abiti, non essendo protetti con delle chiusure come avviene negli armadi, sono soggetti alla polvere e richiedono una pulizia più accurata e frequente. Questo problema può essere evitato attraverso dei sacchi appositi che, posti sopra agli abiti meno utilizzati, consentono la giusta protezione. Non solo. È bene separare gli abiti di uso quotidiano dagli altri, collocando quelli meno usati in spazi chiusi. Questo consente un uso più igienico e protettivo della cabina.

L’illuminazione della cabina armadio

Un buon progetto d’illuminazione è essenziale all’interno di una cabina armadio. Trattandosi di un ambiente quasi sempre privo di finestre, si ha la necessità di ricorrere alla luce artificiale per distinguere gli indumenti. Per tale ragione risulta assolutamente necessario predisporre un’illuminazione sufficiente a vedere chiaramente ogni singolo spazio all’interno della struttura. I sistemi di illuminazione delle cabine armadio si dividono essenzialmente in due gruppi. Il primo prevede l’illuminazione esterna alla cabina. Il secondo, invece, prevede l’illuminazione interna alla struttura. È possibile dotare la cabina armadio di punti luce posti a soffitto (per non interferire con i raggi luminosi quando ci si trova davanti alla struttura), orientabili e disposti in modo da raggiungere ogni scomparto. Nel caso si voglia optare per un’illuminazione più diretta e funzionale bisogna invece fornire ogni singolo ripiano di una luce (strisce a led) così da visualizzare al meglio il contenuto del vano.

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu?

Tante idee per un armadio ordinato e più spazioso

Armadio capsula: come creare il guardaroba perfetto

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Share Post
Written by

Designer e Dottoressa in Lingue Moderne per il Web