Isolante termoriflettente: cos’è e come funziona

Cos’è l’isolante termoriflettente? Si tratta di un isolamento termico composto da una o più superfici riflettenti a bassa emissività. Queste sono confinanti con una o più intercapedini d’aria, cioè un’area priva di materiali conduttivi.

Case in legno: come proteggerle dalla pioggia?

A cosa serve l’isolante termoriflettente

Prima di tutto è necessario conoscere come funzionano convezione, conduzione e irraggiamento per la trasmissione del calore. I materiali riflettenti agiscono sulla riduzione dell’energia trasmessa con l’irraggiamento da una superficie all’altra con moti convettivi in atto. Un po’ come l’azione delle coperte che si usano per rivestire i corpi dei feriti negli incidenti notturni che sono fatti di rivestimento che impedisce all’atmosfera di sottrarre gran parte dell’energia termica dall’uomo.

I pannelli termoriflettenti sono realizzati in materiale isolante e rivestiti di uno strato di alluminio termoriflettente. Permettono quindi di migliorare l’efficienza inserendo tra radiatore e parete uno speciale pannello.

Isolante termoriflettente cos’è e quali sono i vantaggi

Questa struttura:

  • isola il radiatore dalla parete di appoggio;
  • evita dispersioni all’esterno;
  • riflette nell’ambiente tutto il calore disponibile;
  • permette di riscaldare più velocemente ogni stanza;
  • mantiene di più il calore negli ambienti dopo lo spegnimento dei caloriferi.

Installare un pannello termoriflettente

I pannelli sono semplici da sagomare e installare e la loro posa è estremamente facilitata dalla leggerezza e dalla praticità di manipolazione del prodotto. Non serve nemmeno alcun attrezzo speciale ma di quelli che si trovano in ogni cassetta casalinga del fai-da-te. Per l’incollaggio servono biadesivo forte, colle liquide a base di acqua, nastri adesivi di alluminio o dei semplici chiodini da muro.

Questi vengono venduti in rotoli non inferiori a 2/3 mq, che riescono a coprire mediamente le misure ideali per monolocali e appartamenti di due locali più servizi e hanno vari spessori (da 4 a 7 mm). Il prezzo parte da 7/8 euro al mq + Iva e spese di spedizione.

Questa operazione permette:

  • risparmio sui consumi di riscaldamento
  • risparmio sui consumi di raffrescamento
  • minori emissioni nocive nell’ambiente

Sono anche indicati per gli isolamenti:

  • Termico del tetto poiché annullano l’irraggiamento solare estivo con grande beneficio per chi abita ai piani alti.
  • Termo-acustico di pareti esterne.
  • Termo-acustico di pavimenti e solai.
  • Dal rumore di calpestio e per riscaldamento a pavimento.
  • E ancora applicazioni industriali, set cinematografici, coltivazioni indoor, serre agricole, verande, camper, garage, case in legno.

Pittura termo riflettente, a cosa serve

Si può optare anche per la pittura termo riflettente che è in grado di aumentare l’efficienza energetica nelle stanze dove viene applicata, riducendo i consumi energetici e migliorando il comfort ambientale.

Quando non si può intervenire aggiungendo pannelli di spessore o realizzando un cappotto termico perché lo spazio o il contesto architettonico non lo consentono, questa è la soluzione perfetta. Si tratta di una pittura nanotecnologica completamente nuova e con caratteristiche e prestazioni superiori.

La pittura termo riflettente è infatti composta da particolari micro e nano particelle termo riflettenti che sono in grado di intercettare i raggi con cui si propaga il calore e di rifletterli in gran percentuale al fine di trattenere il calore all’interno il più a lungo possibile.

10 materiali sostenibili per la casa del futuro

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Ad oggi, oltre il 90% degli immobili italiani non è energeticamente efficiente.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it