Fridays for Future: giovani rivoluzionari alla ricerca di un futuro migliore

Il Fridays for Future è un recente movimento che mira ad un mondo meno inquinato ed a un futuro migliore. Scopriamo di cosa si tratta ed i suoi obiettivi.

I giovani del Fridays for Future: chi sono?

Il movimento del Fridays for Future nasce nel 2018, più precisamente in estate, dopo il 20 agosto quando la giovane svedese Greta Thunberg decise di manifestare davanti al parlamento di Stoccolma, con l’obiettivo di sensibilizzare il governo al fine di ridurre le emissioni di CO2, trovando moltissimi consensi. Il gesto rivoluzionario della sedicenne ha influenzato moltissime persone, non solo in Svezia, ma in tutto il mondo.

Oggi, i ragazzi del Fridays for Future (venerdì per il Futuro) si ispirano a Greta Thunberg e combattono per la riduzione delle emissioni di anidride carbonica e per il clima globale. La comunità comunica su Telegram, diffondendo le proprie idee e lottando per un futuro migliore.

Come ristrutturare casa in maniera ecosostenibile

Il movimento in Italia

I componenti del Fridays for Future sono convinti di poter cambiare gli eventi futuri, salvando il pianeta e la specie umana. Sono tantissimi i giovani italiani che sostengono queste idee. Ad oggi sono presenti oltre 130 gruppi nelle città d’Italia e allo sciopero mondiale dello scorso marzo la nostra nazione ha ottenuto il record di presenze. Il nostro Paese ha registrato il numero di partecipanti al movimento più alto al mondo.

I loro messaggi si diffondono tramite i social network e le manifestazioni e si incontrano in gruppo per creare iniziative e diffondere le loro idee. Tra gli hashtag più utilizzati online troviamo: #fridaysforfuture #fridaysforfutureitalia #climatestrike. Questi giovani, infine, non vogliono semplicemente salvare e tutelare l’ambiente ed il clima globale, ma vogliono mirare ad un vero e proprio cambiamento a livello sociale e culturale. L’idea è quella di sensibilizzare la popolazione al rispetto per l’ambiente ed a scelte ecologiche.

friday for future- greta thunberg

Fridays for Future: giovani rivoluzionari alla ricerca di un futuro migliore
– Immagine di Unsplash di jonathan kemper

I componenti del gruppo

Se vi state domandando quali sono le caratteristiche che contraddistinguono i seguaci del movimento rivoluzionario la risposta è semplice. Sono ragazzi comuni che, però, vogliono fare la differenza. Tra questi c’è Federica, l’unica italiana che lo scorso settembre ha partecipato allo Youth Sumit a New York, illustrando un proprio progetto per combattere il cambiamento del clima e il surriscaldamento globale.

Federica ha proposto un piano che utilizza la respirazione delle piante per assorbire CO2 e produrre ossigeno, migliorando la qualità dell’aria e diminuendo l’inquinamento. Sono tantissimi i ragazzi italiani che, come lei, progettano piani per cambiare il mondo, combattendo il surriscaldamento globale puntando ad un futuro migliore per tutti gli abitanti della Terra e per la vita del pianeta stesso.

Bio-fertilizzante: 5 aziende che lo producono in Italia

Pillole di Curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • In Italia sono presenti oltre 700 stazioni di monitoraggio per valutare lo stato della qualità dell’aria e l’inquinamento. La maggior parte delle stazioni (oltre 400) si trovano nelle città, più di 200 controllano le zone suburbane, mentre, 92 le aree rurali.
  • Dal 2018 le emissioni di CO2 in Italia sono in calo, -17% rispetto ai dati del 1990.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni continua a seguirci su www.habitante.it

Written by

Dottoressa in Scienze dell'Educazione e della Formazione