Decorare la cameretta con la carta da parati

Decorare la cameretta con la carta da parati. Le camerette dei bambini sono stanze molto vissute e devono essere ben arredate (anche se spesso risulta un’impresa ardua!). È bello coccolare i piccoli di casa creando per loro ambienti funzionali, confortevoli ma anche belli esteticamente, rispecchiando quelle che sono le loro personalità e i loro gusti. Le carte da parati per camerette possono raccontare scenari fantastici, incantare con motivi particolari e rendere felice il bimbo che trascorrerà nella cameretta gran parte della sua giornata.

Le camerette per bambini più trendy del momento

Perché decorare la cameretta con la carta da parati?

La carta da parati è sicuramente un rivestimento di tendenza, tra i migliori per decorare le pareti di una cameretta perché

  • la carta da parati per bambini è waterproof e quindi lavabile: in questo modo sarà possibile eliminare eventuali macchie di colore (si sa, i bambini amano disegnare sui muri!) o sporco.
  • I wall papers consentono di rinnovare del tutto lo stile e l’atmosfera di una cameretta, con un costo piuttosto contenuto e in modo veloce, mettendo al primo posto i gusti e le inclinazioni del bambino che, con la crescita, possono cambiare.
  • Con questo tipo di rivestimento non occorre ricoprire tutte le pareti della stanza: anche il rivestimento di un solo muro può cambiare il look della stanza.
Decorare la cameretta con la carta da parati

Decorare la cameretta con la carta da parati – shutterstock_451635607 Di Photographee.eu

La scelta della carta da parati giusta per la stanza del bambino

Per scegliere la carta da parati giusta per la stanza di un bambino è necessario e fondamentale trovare il motivo giusto per il bimbo. Per arredare una cameretta è importante infatti che il piccolo o il ragazzo si senta partecipe e che scelga lui lo stile e il tema della stanza. inoltre, le nuance dovranno essere selezionate in base ai materiali di arredi e infissi (porte e anche finestre quando possibile).

La carta da parati con motivi geometrici

La carta da parati con motivi geometrici è perfetta nelle stanze contemporanee e moderne. È bene evitare di trasmettere freddezza alla cameretta: attenzione quindi ai colori e alla scelta del numero di pareti da rivestire. Se il motivo geometrico è rappresentato dalle righe, bisogna valutarne il posizionamento. Una carta da parati con righe orizzontali farà sembrare la stanza più ampia ma appiattirà il soffitto facendolo apparire visivamente più basso. Una carta da parati con righe verticali, al contrario, farà sembrare il soffitto più alto, celando l’imperfezione di una stanza troppo piccola.

Decorare la cameretta con la carta da parati

Decorare la cameretta con la carta da parati – shutterstock_1827652304 Di Dariusz Jarzabek

La carta da parati con motivi fantasiosi

La carta da parati che raffigura fantasie grandi è perfetta nelle camerette ampie, mentre meglio le fantasie più piccole in una stanza dallo spazio ridotto. È importante anche che si tenga presente la scelta del colore: le carte da parati dai toni scuri fanno sembrare la cameretta più piccola; le carte da parati dalle nuance chiare, neutre o anche pastello, rendono visivamente più spazioso un ambiente in realtà piuttosto piccolo.

Le carte da parati come immagini di un libro

Oggi le carte da parati sono un vero e proprio strumento di gioco per i bambini: sono in grado di stimolare la loro fantasia, la loro curiosità e creatività. Dalla natura agli animali, dai personaggi di fantasia alle immagini spaziali, la carta da parati è in grado di raccontare una storia proprio come le immagini di un libro. Questo grazie ai colori, i motivi e gli scenari che ritraggono.

Pillole di Interior Design: arredare la camera dei più piccoli

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu? 

  • L’imbiancatura o il rinnovo delle pareti della casa è un’opera di manutenzione ordinaria che deve essere ripetuta periodicamente. La maggior parte degli italiani sceglie di farlo ogni 2-3 anni, ma c’è invece chi preferisce attendere di più (4-5 anni).
  • Gli italiani amano rinnovare gli ambienti di casa dando nuovo colore alle pareti. Il 67% degli italiani possiede una camera da letto con le pareti colorate, il 53% un salotto, il 51% la seconda camera da letto, il 35% la cucina, il 34% la sala da pranzo e il 26% il primo bagno.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Dottoressa in Lingue Moderne per il Web e specializzata in Giornalismo dell’Architettura e dell’Interior Design presso l’Accademia Telematica Europea