Comfort e relax con i colori anti-covid per le pareti

La case è il luogo dove sentirsi bene è fondamentale. Una selezione di colori anti-covid per le pareti può essere d’aiuto per contribuire a rendere i nostri spazi ancora più confortevoli, anche in un periodo di lock down.

Perché scegliere colori anti-covid per le pareti

I lunghi periodi di lock down legati all’emergenza sanitaria da Covid-19 sviluppatasi nel corso del 2020, hanno costretto la maggior parte delle persone a trascorrere nella loro abitazione molto più tempo che in passato. La casa ha assunto quindi un ruolo diverso nella vita quotidiana. Da luogo di ricovero da raggiungere alla fine della giornata lavorativa è diventata il posto sicuro dove passare un’intera giornata. Per lavorare, concentrarsi, rilassarsi. Ma trascorrere momenti diversi, più o meno negli stessi ambienti, richiede una forte dose di equilibrio e serenità. I colori come sappiamo possono fare molto per influire positivamente nella nostra psiche. Ecco allora che si parla di colori anti-covid per le pareti.

L’influenza dei colori nell’arredamento

Quali sono i colori anti-covid per le pareti

Secondo uno studio i colori anti-covid possono contribuire a garantire il benessere psico-fisico in uno spazio domestico. I colori individuati sono orientati verso tre direzioni emozionali che corrispondono a tre approcci nei confronti del cambiamento. Queste vengono così sintetizzate in tre palette: “Be Well”, “Be Wild” e “Be True” ovvero Sii buono, sii selvaggio e sii vero.

Ai nomi corrispondono una serie di palette di colore dalle tonalità calde e naturali, capaci di suggerire un senso di benessereLe tre palette di colore sono collegate tra loro da un concetto inedito, che definisce il marrone come il nuovo grigio, uno dei colori neutri  per eccellenza. Inoltre le tre palette sono guidate da tre colori base. Il Transcend, un beige chiaro sfumato, suggerito in abbinamento con i blu e i verdi tenui.

Il Misty Acqua, un turchese dalle tonalità morbide con accenni all’ acquamarina da abbinare ai color crema, indicato per le zone notte. E il Big Cypress, un colore arancio zenzero con un sottotono color cachi. Molto naturale, perfetto in abbinamento con  le venature del legno di ciliegio o il mogano.

Colori anti-covid per le pareti  della casa

Comfort e relax con i colori anti-covid per le pareti – Shutterstock di Followtheflow

Le tre palette dei colori anti-covid per le pareti

Questa selezione di colori dai toni caldi e terrosi trovano ispirazione oltre che dalla natura, anche dal mondo dell’artigianato. Richiamano i materiali naturali come il legno, la pelle, la terracotta.

La palette Be Well propone colori come il bianco sabbia, chiaro e neutro,  il verde biliardo, sfumato con un sottotono azzurro o l’intenso blu orchidea.  Colori soft ma decisi, come il giallo tenue e il blu acqua, delicato e arioso.

I colori Be True vogliono dare invece la priorità al benessere della mente e del corpo. Le tonalità naturali suggeriscono visioni ottimistiche del futuro. C’è il rosso scuro tenue, il ruggine con sfumature color cioccolato, il rosso profondo, il viola scuro con un sottotono indaco. Così come c’è il verde bottiglia e  il  giallo chiaro con sfumature color limone, perfetti per una sala da pranzo maestosa o il  beige argilloso.

La terza palette Be Wild mira ad esaltare l’umore. È giocosa, espressiva e creativa. Propone tonalità di giallo-verde  puro e luminoso, il blu scuro e marino, il verde acqua e il rosa fucsia scuro, vivace e divertente con toni di color magenta. Colori sgargianti e caldi, come il rosso corallo o il viola medio, puro, pervinca. Una soluzione elegante da usate per un soggiorno o una sala da pranzo. 

Oltre ad essere d’ispirazione per  il colore delle pareti di casa e per rendere più confortevoli gli spazi quotidiani, siano essi abitativi che lavorativi. questi colori anti-covid sono anche uno spunto per creare i interessanti abbinamenti con i mobili e gli arredi.

Combinare il colore della cucina con il pavimento: gli abbinamenti perfetti

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Secondo un’indagine condotta dall’Osservatorio sulla Casa alla domanda se gli Italiani hanno pareti colorati nella loro abitazione  il 54% degli intervistati ha dichiarato di averne, contro il 40% che dichiara invece di avere tutte le pareti bianche.
  • Per gli utenti interpellati la stanza colorata è principalmente la camera da letto padronale con il 67% di preferenze. Segue il salotto con il 53%. e la seconda camera con il 51%. Il 35% individua invece la cucina  come stanza in cui usa pareti colorati, seguito dalla sala da pranzo, con il 34% e il  bagno con 21%.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it