Come organizzare una cena in terrazza: 5 consigli utili

Finalmente arrivano le giornate più calde e con esse la voglia di godere le ore serali in compagnia: ecco 5 consigli per organizzare una cena in terrazza.

Organizzare una cena in terrazza nella stagione estiva

Accogliere gli amici e i parenti in terrazza è un must degli italiani per le stagioni più calde. Chi possiede una terrazza o un giardino ha l’opportunità infatti di estendere virtualmente la sua casa verso l’esterno per poter svolgere alcune attività come l’home work e la sala da pranzo, o semplicemente per rilassarsi.

Prima di pensare di invitare ospiti a cena è importante riflettere su un aspetto: la nostra casa è accogliente? Se non lo è, bisogna analizzarla bene per capire in cosa intervenire.

Rendere la casa accogliente per gli ospiti

Shutterstock – LStockStudio

Per organizzare una cena in terrazza, servirà arredare la terrazza con uno stile coerente con l’interno della nostra abitazione e rendere anch’essa accogliente. Una casa accogliente non è fatta solo di oggetti, ma di persone e di sensazioni che questo luogo, se curato nel modo giusto, ci saprà trasmettere mentre lo viviamo.

Secondo i dati raccolti da Intercultura, nonostante calino le nascite e aumentino i single, la famiglia italiana si conferma oggi, come in passato, compatta e ospitale, più che negli altri Paesi europei, almeno quando si tratta di “aggiungere un posto a tavola”. Gli italiani risultano dunque piuttosto bravi rispetto alla media europea: ma quali sono le regole d’oro per il padrone di casa?

Accogliere le persone nella propria dimora è in primis trasmettere positività attraverso gesti gentili e accurati, che daranno la sensazione di familiarità e non di finzione. Saper offrire i luoghi della propria casa con generosità permette di creare un legame diretto con gli ospiti.

Organizzare una cena in terrazza aumenta il buonumore

Il benessere degli abitanti della casa è sempre al primo posto: infatti anche se viviamo in città, sarebbe utile al nostro buonumore ritagliare uno spazio dell’abitazione che abbia luce naturale, un angolo all’aperto e con elementi naturali. La presenza di questi elementi aiuterà il buonumore di chi vive la casa, ospiti compresi.

Organizzare una cena in terrazza fa bene anche all’ambiente stesso, perché ce ne prendiamo più cura, facendo pulizia più spesso e arredandola con attenzione. Insomma, avere una terrazza, in campagna o in città, e non usarla nelle stagioni estive è davvero uno spreco!

Ecco 5 consigli per organizzare una cena in terrazza

Shutterstock – loreanto

1.Scegliere il tavolo giusto per le nostre esigenze

Bisogna individuare gli spazi che vogliamo occupare per i momenti conviviali e quelli da dedicare ai momenti di relax più individuali. Intercettata l’area in cui posizionarlo, bisogna capire quanto grande deve essere, rispetto al numero di ospiti che ci attendiamo di ricevere mediamente. Per le sedie non dobbiamo preoccuparci, perché potremo sempre ricorrere a quelle pieghevoli da riporre in un apposito angolo non utilizzato della terrazza stessa. La posizione del tavolo è importante perché dovrà essere scenografica: occorre scegliere l’angolo giusto dove organizzare una cena in terrazza.

2.Scegliere le decorazioni: fiori e tappeti

Shutterstock – LElik83

Organizzare una cena in terrazza non deve diventare un evento sconnesso dalla casa: per accogliere al meglio i nostri ospiti è importante trasmettere la sinergia interna dell’abitazione fino all’esterno. In questo potremmo trovare degli alleati nelle decorazioni: elementi floreali e tappeti possono segnare la continuità degli spazi. Un ambiente che dall’interno si apre verso un angolo scenografico dettato principalmente dalla tavolata. Sopra la tovaglia è piacevole vedere tanti fiori decorativi: questo aiuta a dare ritmo alla continuità della tavolata e allo stesso tempo grande naturalezza. Quando le nostre stanze si vestono di elementi naturali, riescono a trasmettere un’armonia maggiore e quindi un senso di accoglienza per chi vive gli ambienti. Possiamo giocare con la composizione di questi fiori, creando un mix e degli accostamenti spontanei ed originali.

3.Una tavola ben apparecchiata

Il momento principe della serata è stare a tavola: qui tutto deve essere curato nel dettaglio, ma senza marcare una eccessiva rigidità. È importante che la tavola sia ben apparecchiata selezionando per bene le posate in modo che siano omogenee e pulite prima di offrirle ai nostri ospiti. L’aspetto piacevole di questo tipo di eventi conviviali, come le cene in terrazza, è legato alla spontaneità dello stare insieme: possiamo giocare e osare con gli abbinamenti di piatti e bicchieri proprio per dare il minor senso di solennità che danno invece le cene da interno nelle stagioni più fredde. Organizzare una cena in terrazza d’estate aiuta anche l’interazione con gli ospiti: un’atmosfera meno informale aiuta a rompere alcuni schemi sociali. Possiamo infatti pensare di lasciare il segno con dei piccoli dettagli come un segnaposto realizzato home made con un po’ di spago e carta da pacchi, oppure con dei sassolini dipinti a mano.

4.Addobbare la tavola e la terrazza con le candele

Credits: www.unsplash.com

Che voi abbiate una casa in stile shabby chic o meno, le candele sono il must have per organizzare una cena in terrazza. Il calore e il profumo di questi accessori d’arredo aiutano a scaldare l’atmosfera e a renderla più piacevole agli abitanti. In particolare, di sera le candele creano un’armonia maggiore per potersi rilassare anche dopo cena, senza l’uso di luci artificiali che abbagliano l’ambiente. Consigliato l’uso di candele in più angoli della terrazza, così da avere una maggiore luminosità.

5.Un angolo di relax per il dopocena

Shutterstock – united photo studio

Dicevamo all’inizio che è importante delineare lo spazio in cui inserire il tavolo perché il resto dovrà essere adibito ad altre funzioni. Tra queste, non meno importante, c’è l’area relax. Da non sottovalutare l’arredo della terrazza da adibire ad angolo riflessivo: spesso dopocena gli ospiti tendono a trattenersi in modo meno formale, magari su un divanetto o una poltrona, elementi che rompono un po’ la formalità dello stare a tavola. Arricchite questo angolo di elementi naturali e candele, così da dare continuità alla cena anche se in una veste più rilassante. Un tavolino potrà essere comodo per gli ospiti che degustano un drink di fine pasto in compagnia.

Ecco alcuni consigli per arredare al meglio un ambiente esterno, giardino o terrazza e sull’arte di accogliere gli ospiti in casa.

Immagine di copertina: Shutterstock – Sarochalue

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Pinterest è una miniera d’oro per il fai da te: è possibile creare segnaposti con elementi di decoro che già possediamo in casa: tappi di sughero riciclati, origami di carta, fiori.
  • Village Candle viene fondata intorno agli anni ’90 e ad oggi risulta essere una tra le aziende americane leader nel campo della profumazione. La sede principale è situata a Wells, nel Maine, Stati Uniti. Tra le aziende italiane troviamo invece Pernici, leader in Italia dal 1892, con sede a Bergamo.


SE TI È PIACIUTO L’ARTICOLO  
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Esperta in architettura e comunicazione