Cosa regalare a Pasqua: idee sostenibili

Regali di Pasqua sostenibili

Regali di Pasqua sostenibili – Pasqua è alle porte! Le vacanze pasquali sono un momento per rilassarsi e divertirsi con le persone più care. Ma cosa regalare a Pasqua? Le idee sostenibili per non perdere di vista l’ambiente, anche durante questa speciale festività sono tante!

Pasqua Green: idee regalo per una Pasqua all’insegna della sostenibilità

Anche a Pasqua è bene evitare corse folli nei centri commerciali ma preferire regali di Pasqua sostenibili e ecologici al 100%.

Infatti, oltre a ridurre gli sprechi alimentari e la produzione di rifiuti, ci sono tanti altri spunti per passare una Pasqua Green. Ecco tante idee regalo per passare la Pasqua all’insegna della sostenibilità.

Pasqua green: gli italiani si spostano in camper

1. Cesti di Pasqua

Per chi vuole optare per il classico cesto di Pasqua è bene optare per materiali come la canapa o la iuta, che rispettano a pieno l’ambiente. Le ceste sono perfette da donare ad amici e parenti, anche perché possono essere riutilizzate come contenitori per giochi, legna, ma anche come portariviste.

2. Set pianta matite

Una simpatica idea è donare una confezione da otto matite colorate molto particolari. Il “Set pianta matite” è caratterizzato da matite che hanno, alla loro estremità, una capsula contenente dei semi di diversa varietà. Una volta che la matita diventa troppo corta per essere utilizzata, basta piantarla per veder nascere dopo pochi giorni una simpatica piantina.

3. I gusci dell’uovo: vasi per delle piccole piantine

L’uovo è, senza dubbio, il simbolo per eccellenza della pasqua. Le idee per riciclarne il guscio sono tante. Tra queste è possibile trasformare i gusci dell’uovo in piccoli vasi in cui far crescere alcune piantine.  Dopo aver rotto la parte superiore dell’uovo basta riporre all’interno del guscio della terra e semi di lenticchia o comunque di altri legumi come il fagiolo. Per quanto riguarda la decorazione, invece, libero spazio alla fantasia!

4. “Cascarones”

Con questo nome si fa riferimento ad una tradizione nata a metà tra il Messico e il Texas. Questa consiste nel colorare delle uova bucate sopra con colori accessi, vivaci e divertenti. Dopo di che è necessario riporre al loro interno confetti, anch’essi colorati, e ricoprirli con della carta velina dai colori sgargianti. Una tradizione pasquale che arriva da oltreoceano e riserva una dolce sorpresa!

5. Decorazioni e biglietti per gli auguri ecologici

Anche le confezioni regalo e i biglietti di auguri hanno la loro parte in relazione alla salvaguardia ambientale. Per realizzare biglietti di auguri ecologici non serve acquistare materiali costosi, basta sfruttare le risorse che si hanno in casa per non spendere, e riutilizzare.

Anche la carta dei pacchi, o quella delle riviste può essere riutilizzata! Così come quella delle uova pasquali, ideale per essere conservata fino all’anno successivo.

6. Weekend in natura con la bici

A Pasqua perché non regalare un weekend in natura? Per limitare l’inquinamento e preservare l’ambiente il mezzo ideale con cui esplorare zone incontaminate e boscose è la bici! In Italia le piste ciclabili sono innumerevoli! Basta scegliere quella che corrisponde alle proprie esigenze!

Gestione sostenibile dei boschi: aumento del 10% nel 2021

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • regali solidali sono dei piccoli doni che puoi dare alle persone a cui tieni di più e, allo stesso tempo, contribuire a migliorare le condizioni di vita di una persona che vive nella povertà e nel degrado. Uova di pasqua, bomboniere, colombe e confetti solidali. Le idee sono tante!
  • Secondo i nuovi dati OCSE diffusi da OXFAM sono oltre 72 miliardi i dollari destinati ai Paesi poveri dai 19 maggiori donatori europei. 161 miliardi dal totale dei paesi Ocse. Invece, l’Italia è in controtendenza, infatti taglia 270 milioni con un calo del 7,1%.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.