Arredare una casa in stile cottage in 5 mosse

Gli interni in stile cottage sono tra le tendenze arredo più amate. Alle persone, piace il calore domestico che questo stile riesce a trasmettere. Ma se da un lato con questo stile si punta alla semplicità, dall’altro ci sono dettagli e particolari che devono essere curati per ottenere l’effetto tanto desiderato.

Le caratteristiche dello stile cottage

La casa in stile cottage deriva dalla cultura anglosassone. Con il termine cottage, si definisce la classica piccola casa della campagna inglese, molto curata in ogni suo aspetto. Si tratta di abitazioni che suggeriscono uno stile caldo ed accogliente ma che non necessariamente devono trovarsi in campagna.

Si può creare uno stile cottage in qualsiasi luogo: in una casa al mare, in città o sul lago. La definizione delle stile cottage risale alla prima metà del Novecento grazie alla designer d’interni inglese John Fowler e alla decoratrice e designer Nancy Lancaster. Le due donne all’epoca si occupavano del rinnovamento di alcune case nella campagna inglese, danneggiate durante la Seconda Guerra Mondiale.

In queste abitazioni presero vita spazi dallo stile pulito e sobrio. Sebbene il nome prenda spunto dalla casa di campagna, i dettagli richiesti per questo stile sono tali da avvicinarsi più ad una casa lussuosa che a casa una rurale.

Negli interni in stile cottage possono convivere anche altri stili. Come lo shabby chic, lo stile country, il rustico-moderno o il minimalista. Ciò nonostante ci sono dei i punti fondamentali che fanno si che una una casa  possa essere definita in stile cottage e riguardano: gli arredi, i tessuti, i materiali, i colori e ovviamente gli accessori.

Tendenza Cottagecore: stile che celebra il ritorno alla vita campestre

I colori

Negli interni in stile cottage prevalgono colori tenui. Si prediligono i toni del rosa,  del giallo e del verde oppure del blu e grigio acquarellati. Questi colori si possono abbinare a colori più caldi e scuri di pareti e i pavimenti. 

Si tratterà in questo caso, di colori autunnali come ad esempio il marrone, l’ocra, il ruggine, il rosso e il verde. Indicate per questo tipo di interni anche le fantasie floreali. Da evitare invece, gli smalti densi e i colori come il verde scuro o il blu.

I materiali

Trattandosi di case che trovano la loro principale ispirazione nelle abitazioni di campagna, il materiale principale è il legno, da lasciare il più possibile a vista. Lo si usa per le travi e sui soffitti, nei rivestimenti delle pareti e nei pavimenti, ma anche per le porte e i mobili. Come tavoli, credenze, scaffali e librerie. Così come per la cucina e gli arredi della camera da letto. Il legno può essere sia chiaro che scuro, dall’effetto decapato o dipinto. 

I materiali nella casa stile cottage, devono scaldare l’ambiente. Oltre al legno dei mobili altri materiali molto usati sono il rame, il cuoio e la lana. Quest’ultimo tessuto, molto corposo, si usa per i classici plaid in cashmere, con fantasie o a quadri, da disporre sul divano o come copriletto.

Stile cottage in sole 5 mosse le idee per arredare la camera

Arredare una casa in stile cottage in 5 mosse – Shutterstock di PinkyWinky

Gli arredi

Gli arredi in stile cottage, sono un altro elemento che può fare la differenza per definire lo stile. In interni di questo tipo, ricorrono divani e poltrone in pelle. Come il tradizionale divano Chesterfield trapuntato, sia nuovo che vintage. Imbottiti a cui abbinare a un tavolino, una credenza o una cassapanca in legno massiccio. Meglio se grezzo e con le venature in vista.  Le poltrone, in genere  sono ricoperte da cuscini e vengono  usate per creare angoli lettura, accompagnate da chaise longue o pouf oversize.

Nella sala da pranzo immancabile è la credenza, ovviamente con i piatti di maiolica in vista. Il tavolo dovrebbe essere di legno rustico, semplice come gli altri mobili e senza troppe decorazioni, abbinato a sedute rivestite con tessuto fantasia. I mobili in legno possono essere anche verniciati di bianco o con altri colori molto chiari. I segni evidenti delle pennellate e le trasparenze di tinte vecchie sono un dettaglio molto in stile cottage. Per quanto riguarda le camere da letto, in questo stile si usa disporre di letti con le testiere lavorate, in ferro battuto o in legno ma anche letti a gonna o a baldacchino. 

Le finiture

Per quanto concerne le finiture oltre al legno, che dovrebbe essere il più possibile lasciato a vista, l’altro elemento ricorrente sono le carta da parati, prevalentemente con i motivi classici della tradizione inglese.
Il pattern preferito è quello floreale, a quadri o a strisce. Un tema che si trova anche sulle lenzuola e le tende, da far scendere fino al pavimento.
Il materiale per questi elementi in tessuto è principalmente il cotone. Ma anche lo chintz, che in genere riveste i mobili “a gonna”. Non mancano i tessuti caldi come il tartan, il tweed, la ciniglia, il cashmere o la percalle.
I tessuti, sono usati per rendere ogni angolo più accogliente oltre che per foderare i divani, i cuscini, le sedie imbottite.

Gli accessori

Gli accessori sono una componente fondamentale. Oltre ai cuscini e ai tessuti lavorati a mano, in un interno stile cottage non possono mancare elementi come le cassapanche e cappelliere magati recuperati da mercatini vintage. Ma soprattutto ciò che contraddistingue un interno stile cottage è la presenza di lampade da terra con paralumi decorati, un classico delle case country inglesi.

La luce in una casa stile cottage, deve essere calda e non troppo forte. La presenza di lampade in rame con paralumi color crema o color avorio può contribuire a rendere la luce morbida e avvolgente. 

In questo stile d’arredo, contraddistinto da elementi in stile campestre dal gusto romantico e retrò non possono mancare i fiori. Soprattutto rose, lavanda, violette e erbe aromatiche. Vasi con fiori freschi vengono quindi disposti nei vari angoli della casa. Sulle mensole, sui davanzali, nelle fioriere o sui tavolini. 

A rendere il tutto ancor più caldo e domestico i pensano anche altri  dettagli tutt’altro che casuali, come il pentole in rame appese in cucina o le ceste in rattan intrecciato. 

Come rendere la tua casa più calda: ecco alcuni trucchi

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Secondo i dati delle Osservazioni della Casa da una indagine a campione condotta in Italia nel 2019 emerge che gli italiani sono mediamente soddisfatti delle loro abitazioni. Il voto medio è intorno al 7,7, una tendenza in aumento rispetto ai dati degli anni precedenti, quando il voto media era di 7,5 nel 2017 e 7,4 nel 2018.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it