Come rendere la tua casa più calda: ecco alcuni trucchi

Molto spesso la colpa di avere una casa non particolarmente calda è attribuita alla tipologia di riscaldamento. Ma non sempre è così, in quanto ci sono fattori che contribuiscono a far disperdere il calore. Allora come fare per rendere la casa più calda? Ecco alcuni utili trucchi per evitare la dispersione dell’aria calda generata.

Come rendere la tua casa più calda: ecco alcuni trucchi

Riscaldare la propria abitazione durante la stagione invernale è di certo fondamentale. Però non sempre si beneficia a pieno delle potenzialità del sistema di riscaldamento poiché una serie di fattori fanno sì che l’aria fredda dall’esterno penetri nella casa. Cosa fare in questi casi per verificare l’efficienza dell’edificio? Quali accortezze adottare per minimizzare la dispersione del calore?

Riscaldare casa in modo più economico in 5 mosse

Investi nell’efficienza energetica

Investire nell’efficienza energetica della propria abitazione significa effettuare modifiche per quanto riguarda specifiche strutture. Come per esempio:

  • installare infissi nuovi e di ultima generazione;
  • isolare la casa con cappotto termico sulle pareti;
  • rivestimenti esterni (sughero, polistirene, ecc..);
  • preferire una caldaia a condensazione ad alta efficienza.

Questi interventi sono alquanto dispendiosi quindi sarebbe bene farli se si sta ristrutturando casa, così da prevenire le conseguenze collegate alla dispersione di calore. Se invece disponiamo già di impianti e non è possibile investire determinate cifre è possibile attuare dei piccoli trucchi per ovviare al problema.

Rendere la casa più calda, dispersione termica, dispersione calore

Come rendere la tua casa più calda: ecco alcuni trucchi – SHUTTERSTOCK

Limitare il dispendio energetico in maniera economica

Per evitare che il riscaldamento prodotto nella nostra abitazione finisca per essere disperso, si consiglia di effettuare una serie di azioni che permetteranno di aumentare la percentuale di aria calda presente nella casa.

  1. Per arieggiare la casa, ove possibile, si consiglia di impiegare le ore più calde della giornata, quindi dalle 12 alle 14 circa. In questo modo i raggi del sole, essendo più caldi, avranno un impatto inferiore sulla temperatura interna della casa.
  2. Riscaldare l’abitazione solo quando serve. Per ottimizzare il calore prodotto è bene programmare l’accensione dell’impianto di riscaldamento. Si consiglia di farlo accendere trenta minuti prima del risveglio mattutino e trenta minuti prima del rientro serale.
  3. Per beneficiare dell’aria calda prodotta dai radiatori è fondamentale che questi non siano coperti. Si è soliti mettere sui caloriferi panni, indumenti, biancheria, ecc. Niente di più sbagliato, poiché in questo modo ne viene ridotta la capacità termica. Quindi una regola importante é: sgomberare i termosifoni.
  4. Tenere sempre le porte chiuse. Le porte interne di ogni camera, se tenute chiuse, possono aiutare a rallentare la dispersione del calore in una casa.
  5. Le persiane se “usate” bene possono rivelarsi un importante strategia per trattanere l’aria calda in un’abitazione. Di giorno aprire bene persiane e tapparelle così da permettere ai raggi del sole di entrare in casa e mantenere caldo l’ambiente. Viceversa, abbassarle all’imbrunire, ovvero quando la temperatura inizia a scendere.
  6. Controllare la presenza di spifferi. Per farlo sarà sufficiente una caldela accesa in prossimità del serramento “da controllare” per verificare se effettivamente entrano spifferi di aria dall’esterno (in questo caso la fiammella tenderà a muoversi). Se ci sono spifferi da porte o finestre una soluzione può essere quella di usare i paraspifferi per limitarne l’incidenza sulla temperatura interna della casa.

L’isolamento termico migliora la nostra casa

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?
  • La dispersione termica maggiore è dovuta alle strutture opache verticali e orizzontali ovvero pareti e tetto, nel dettaglio è pari al 60% per le pareti e 25% dal tetto.
  • È stato stimato, invece, che il 15% della perdita di calore di una casa è causata da serramenti (porte e finestre).

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Biologa