7 consigli di un’Interior Designer per migliorare l’ambiente di casa

Arredare casa può diventare un passatempo piacevole, specialmente se usiamo alcune accortezze che ci permetteranno di creare un nostro piccolo capolavoro.

In quest’articolo sette consigli per organizzare al meglio il vostro ambiente domestico.

1. Provate a bilanciare le diverse tonalità del colore principale.

Quando si usa la tonalità dei toni neutri è importante mantenere il bilanciamento delle varie gradazioni. Prendiamo ad esempio quest’immagine: il colore nero e la forma della lampada a sinistra creano scompenso in quanto a primo sguardo il nostro occhio è attratto da una “macchia” nera.

 

Inserendo un’altra tipologia di illuminazione con forma e colore più tenui, alleggeriamo il tutto reimpostando l’equilibrio principale. In questo caso abbiamo utilizzato una lampada ad arco con calotta argento.

 

.

2. Oggettistica posizionata con logica e gusto.

La composizione dell’arredo di quest’ambiente racconta una storia; tuttavia la nostra percezione visiva ha difficoltà a riconoscere le forme. Alleggerendo l’oggettistica tutto sembrerà percettivamente più chiaro.

Confusione percettiva

 

Pulizia percettiva

Pulizia percettiva

 

3. Utilizzare i colori primari e secondari.

In questi ambienti con accostamenti di stile e tessuti molto particolari abbiamo provato ad accostare ai colori primari, secondari e complementari saturi inserendo cuscini e tappeti di altre tonalità. Lo spazio volumetrico risulterà meglio definito. 

  

 

4. Controllate il cromatismo a contrasto.

Se amiamo i colori forti a contrasto con toni neutri, come in questo ambiente, dobbiamo prestare molta attenzione a non esagerare.

 

   

Eliminando alcuni oggetti e con un cambio di colore dei cuscini, che si accosta al tono neutro dei due divani, manterremo l’effetto scenografico iniziale ma con un ambiente meglio calibrato.

Ricordiamoci che la somiglianza di oggetti simili tra loro per colore forma e dimensione aumenta il senso di ordine. Cerchiamo inoltre di allineare e dare continuità di direzione ad essi.

 

 

5. Scegliete correttamente le luci.

Progettare la luce di  un interno non è cosa semplice e spesso l’abilità si  ottiene frequentando corsi di formazione in  Lighting Design, ma alcuni accorgimenti  possiamo applicarli con semplici regole di buon senso.

Superfici murarie, pavimenti e soffitti determinano i punti di passaggio tra un luogo e l’altro. Una pavimentazione lucida come in questo ambiente crea personalità e carattere all’ambiente ma l’inserimento di luci sbagliate crea grossa confusione al nostro senso percettivo,  distraendoci e disorientandoci; luci ed ombre inoltre ci aiutano a percepire la tridimensionalità.

.

6. Fate attenzione ai  percorsi e agli ostacoli percettivi.

Quando si arreda è importante studiare correttamente i percorsi che dovremmo attraversare spostandoci sia all’interno di quello stesso perimetro e sia da un ambiente all’altro.

 

.

Inoltre cerchiamo di non inserire parti di arredamento che ostacolano la nostra vista.

In questo ambiente moderno e ben arredato il nostro “occhio” viene attratto dal piccolo tavolino posto difronte al divano.

      

Per rendere la zona living ancora più attraente basterà per esempio spostare e cambiare la tipologia del tavolino applicando la sezione aurea come linea guida per posizionare l’elemento. Lo spazio che creeremo con questo piccolo trucco risulterà armonizzato e bilanciato; inoltre si definirà in maniera chiara il percorso da seguire per spostarsi dalla zona living all’area cucina.

     

7. Applicate quando necessario la Sezione Aurea.

Esiste un rapporto matematico che gli antichi greci annoveravano nello studio dell’euritmia (proporzioni  che producono un effetto gradevole) e che venne osservato in natura e riportato nei  manufatti realizzati dall’uomo oltre 3000 anni fa. Parliamo della sezione aurea, che corrisponde a circa 1 : 1,618 ed è stata identificata come universale detentrice della bellezza e dell’armonia estetica.  Ne abbiamo parlato ampiamente in questo articolo.     

 

sezione aurea

Foto di Sashkin su Shutterstock

 

La Sezione Aurea è il nome utilizzato più frequentemente attribuito a questo rapporto ma può essere indicato anche come numero aureo, Divina Proporzione, proporzione aurea e φ.  La spirale che  si vede nell’immagine è chiamata anche spirale di Fibonacci. 

 

La sezione aurea è universalmente riconosciuta come principio per una buona struttura armoniosa e di design.

 

Il rapporto aureo aiuta artisti e progettisti a creare lavori che risulteranno più gradevoli per l’occhio umano.

Un esempio di proporzione aurea applicata all’Interior Design.

Sezione aurea applicata al design

 

La sezione aurea è senza ombra di dubbio uno degli aspetti più affascinanti e misteriosi riprodotti in natura e che ha permesso a designer e architetti di di elaborare capolavori di armonia e senso estetico.

Come si diventa Interior Designer?

 

SEI INTERESSATO ALL’ARGOMENTO? SEGUICI ISCRIVENDOTI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Corsi Hdemy Habitante, in collaborazione con Accademia Telematica Europea, offrono ai propri  lettori la possibilità di iniziare un percorso di formazione specializzato sull’habitat di domani.