Stile Cottage: come rendere il vostro giardino romantico ed elegante

Nonostante lo stile Cottage si ricolleghi alle case di campagna inglesi, lo si può realizzare anche in moderne abitazioni di città e in piccoli giardini urbani. In questo articolo andremo a spiegare come progettare un magnifico giardino in stile Cottage, dall’essenza romantica ed elegante.

I primi passi per strutturare il vostro giardino in stile cottage

Sicuramente per avere un giardino dall’aspetto armonioso bisogna conoscere le piante e sapere accostare quelle che risultino più adatte a crescere insieme. Una delle caratteristiche di un giardino in stile cottage è proprio quella di avere una densa vegetazione. Per un aspetto più tradizionale sono molto indicate delle piccole aiuole che accolgono piante e fiori, abbracciate da sentieri di ghiaia. In questo caso la scelta delle varietà di piante è davvero molto ampia. Ciò che è davvero imprescindibile, per questo tipo di giardino, è il tocco personale e originale che andrà impiegato. Lo stile Cottage è davvero caratteristico e colorato. Per chi non sa proprio da dove iniziare, ecco alcuni consigli pratici:

giardino in stile cottage

Stile Cottage: come rendere il vostro giardino romantico ed elegante-Maria Evseyeva per shutterstock

  • iniziare da un giardino piccolo: soprattutto per chi non ha il pollice verde. È necessario imparare per gradi a prendersi cura delle piante, quindi partire in maniera graduale fino a raggiungere dimensioni più grandi.
  • Scegliere un buon tipo di terreno: per molti risulterà scontato ma l’utilizzo di terra scadente e non fertile non vi farà ottenere nessun risultato. Perciò assicurarsi che sia ricco di materia organica e che le piante si adattino alle condizioni.
  • Optare per dei luoghi soleggiati: la luce è fondamentale per lo sviluppo e per la salute delle piante.
  • Creare dinamicità nella vegetazione: mescolando le altezze e, di conseguenza, creando un aspetto a strati, si renderà il giardino più gradevole e soprattutto si metteranno in risalto le fioriture. Non bisogna posizionare tutte le piante alte dietro e le più basse davanti, amalgamate.
  • Rimuovere le erbacce: e regolarmente. Ciò garantirà un ambiente più ‘pulito’ ed eviterà il rovinarsi della vegetazione.
  • Utilizzare materiali tradizionali: per questa tipologia di giardino utilizzate ghiaia, pavimentazione in pietra naturale e mobili da giardino in legno o metallo.
  • Aggiungere un punto di attrazione: che si può rappresentare con l’inserimento di un arco o un pergolato, con rose rampicanti magari.

Come preparare il vostro giardino per l’arrivo della Primavera

E ora? Quali piante scegliere?

Anche se i giardini in stile cottage sembrano casual e non particolarmente curati, in realtà la scelta della vegetazione dev’essere ben ponderata e anticipatamente anche, se si vuole ottenere l’effetto desiderato. Generalmente le migliori piante da inserire sono anche le più semplici e resistenti nonché quelle che meglio si adattano al clima e alla tipologia di suolo preposto. Tra i fiori che non devono mai mancare:

  • Gerani, rose e digitali: di aspetto informale ma altrettanto eleganti e raffinate.
  • Peonie e rose antiche: fiori profumati e magnifici e dai numerosi petali, creeranno una sensazione romantica e colorata.
  • Mix colorato di bulbi, piante perenni, annuali e arbusti da fiore: vivacizzeranno e struttureranno il vostro giardino. Per le piante perenni cito il penstemon, dai fiori colorati e molto particolari.
  • Malvarose: rampicanti per eccellenza dei cottage, non possono assolutamente mancare sulle mura.
  • Calendula, fiordalisi, nigella e digitale biennale: tutti fiori annuali e selvatici. Sono di lunga durata e abbastanza facili nella coltivazione.
  • Arbusti sempreverdi, l’erba cipollina e le erbe medicinali e aromatiche: per completare l’area verde, ci stanno sempre bene.

Qualche dettaglio di arredo e ci siamo

Come già accennato, il giardino deve contenere sentieri che s’intrecciano, è fondamentale. Inoltre, vanno evitate linee rette o schemi troppo lineari. Un dettaglio può essere il tipo d’erba da scegliere per i bordi: o l’erba Stelle o l’Erigeron, sono le più adatte. Ovviamente tutto il complesso dev’essere in armonia con l’architettura e quindi con i materiali usati, ma non solo; assolutamente da inserire potrebbero essere una panca in ferro decorata, o un tavolo e delle sedie sempre dello stesso materiale. Tutto ciò aiuterà a creare un ambiente romantico e fatato. In perfetto stile cottage!

10 Piante utili per arredare il bagno

Pillole di Curiosità. io non lo sapevo e tu?

Secondo uno studio condotto dall’Osservatorio sulla Casa di Leroy Merlin si è scoperto che:

  • il 47% dei contesti abitativi possiede un giardino. Di questi il 58% è un giardino privato, il 28% è uno spazio aperto e un 11% e 2%  è rappresentato da un orto privato e da un frutteto.
  • 188,92 mq è la grandezza media dei giardini abitati.
  • Il 63% delle persone si occupa personalmente del proprio giardino per la cura e la manutenzione, il 25% è dato da altri componenti della famiglia mentre un 12% si affida a professionisti.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Interior-Garden designer& Web project