10 Piante utili per arredare il bagno

Le piante e i fiori sono come i nostri progetti:
alcuni non si sviluppano, altri crescono quando meno ce lo aspettiamo”.
Romano Battaglia

Ultimamente si ricercano sempre più soluzioni naturali ed ecologiche per arredare la casa; fra tutte, il posizionamento di piante: da quelle per interni a propri e veri giardini verticali e tetti ‘verdi’. C’è una una particolare zona delle casa che viene trascurata in questo senso: il bagno. Non molti sanno, o ricordano, che il bagno è un ambiente perfetto dove porre alcune specie di piante e da cui trarre benefici. Molto in voga negli anni ’70, sono tornate in auge.

Come scegliere le piante adatte per il bagno

I fattori principali da considerare per arredare un bagno con delle piante sono:

  • l’umidità;
  • la quantità di luce;
  • gli sbalzi di temperatura.

L’umidità

Particolarmente positivo per le piante poste in bagno è l’umidità, prodotta dal calore dell’acqua calda delle docce, che le aiuta a prosperare. Le piante sempreverdi e grasse preferiscono un ambiente asciutto, mentre quelle che si adattano all’umidità del bagno sono dette epifite.

La luce

La luce è un elemento base per ogni pianta; esistono alcune specie che si adattano bene anche in presenza si luce scarsa o indiretta, caratteristica di un bagno piccolo; per altre, bisognose di più luminosità, si può optare per delle lampadine fluorescenti, in grado di emettere radiazioni luminose utili alle piante.

La temperatura

La temperatura, si sa, cambia dal giorno alla notte, abbassandosi nettamente e, tolta l’umidità dell’acqua calda e il mancato utilizzo del bagno, questo può raffreddarsi. Le piante devono saper far fronte anche a questi sbalzi.

10 piante per arredare il bagno

foto di Anastasiia Chepinska su Shutterstock

Perché arredare il bagno con le piante

Le piante purificano l’aria. Eh sì, oltre ad assorbire anidride carbonica ed emettere ossigeno (fotosintesi clorofilliana), alcuni tipi, riescono ad assorbire e a neutralizzare sostanze organiche volatili (VOC) nocive nell’aria. La purificazione avviene attraverso il processo del metabolismo vegetale, dove le sostanze tossiche ed i metalli vengono neutralizzati ed immagazzinati nelle pareti cellulari. Qui, delle piccole aperture denominate stomi, assorbono gli agenti atmosferici. Oltretutto, aiutano a ridurre la presenza di muffa in caso di eccessiva umidità ed infine, donano alla stanza da bagno, un aspetto più naturale e rilassante.

Bagno green: la natura che entra in casa

Con quali piante arredare il bagno

Ovviamente non tutte le tipologie d vegetali sono adatte all’ambiente da bagno, quindi, in base ai presupposti sopracitati, ecco l’elenco delle 10 piante da inserire per arredare il bagno:

10 piante per arredare il bagno

Foto di Cecília Tommasini da Pexels

  • l’ Aloe Vera: pianta dalle notevoli qualità curative e lenitive, si presta molto bene in zone con luminosità indiretta; troppa luce solare diretta potrebbe bruciarne le foglie. Perfetta posta su di una mensola o angolo del bagno;

10 piante per arredare il bagnofoto di Negative Space su Pexels

  • l’ Orchidea: il fiore dell’amore per eccellenza, ma anche di sensualità e lusso. È qui proposta in quanto non necessita di molta luce e prospera con l’umidità. È una pianta delicata che necessita di più attenzioni anche se va annaffiata solo una volta a settimana. Ottima per rendere il vostro bagno un po’ più chic e glamour!

10 piante per arredare il bagnoFoto di Toni Cuenca da Pexels

  • Il Bambù: perfetto se amate lo stile Orientale e Zen (e i Panda!), il bambù richiede poca luce per crescere, ma va potato frequentemente se non volete ritrovarvi in un bagno-foresta!

10 piante per arredare il bagnoFoto di bstad da Pixabay

  • Il Filodendro (Phylodendron Pertusum): anche essendo una pianta tropicale, si adatta molto bene all’habitat di un bagno. Necessita di molta luce e giusta innaffiatura. Se inizia a perdere le foglie, qualcosa non va bene…

10 piante per arredare il bagnoFoto di Luisella Planeta Leoni da Pixabay

  • il Photos: pianta sempreverde ornamentale, si adatta a qualsiasi condizione di luce. Le sue foglie giallo-verdi sono molto resistenti e come pianta è considerata indistruttibile. Molto indicata nella stanza da bagno; si può anche appendere in quanto i suoi lunghi rami rampicanti posso decorare la parete;

10 piante per arredare il bagnoFoto di Pixabay per Pexels

  • La Felce: pianta considerata ‘primitiva’, è di origine molto antica. Si trova bene in ambienti umidi e dove non viene irradiata direttamente dalle luci solari. È molto apprezzata per il suo ruolo decorativo e medicinale;

10 piante per arredare il bagnoFoto di Aquarius Studio per Shutterstock

  • La Sansevieria: (Sansevieria trifasciata ‘Laurentii’) , conosciuta anche con il nome di lingua di suocera, è una delle piante più apprezzate per la purificazione dell’aria e nota per l’effetto riducente della concentrazione di formaldeide (formalina), benzene (liquido volatile incolore, altamente infiammabile) e tricloroetilene (trielina). È una pianta che teme il freddo e predilige una luce soffusa, non diretta. Necessita di innaffiature regolari, più sporadiche durante la stagione invernale. D’impatto decorativo ma molto semplice e minimale. Si adatta con qualsiasi stile;

10 piante per arredare il bagnoFoto dii Alex maschtakov per Shutterstock

  • l’ Aspidistra: pianta molto rustica e longeva, si adatta a qualsiasi clima e temperatura. Sopporta bene la scarsità di luce e l’umidità. Considerata molto robusta e resistente è perfetta per chi non ha il pollice verde, riuscirà comunque a mantenerla in vita!

10 piante per arredare il bagnoFoto di JacLou DL da Pixabay

  • Lo Spatifillo: pianta di origine tropicale e di forma elegante, è caratterizzata dalla mancanza del fusto; cresce direttamente in foglie. È una pianta che vive meglio a mezz’ ombra e necessita di un’innaffiatura settimanale. Caratterizzata da una spata bianca, a forma di cucchiaio, che circonda l’infiorescenza, risulta essere una pianta decorativa molto raffinata ma, come la lingua di suocera, ha proprietà purificatrici contro alcuni agenti contaminanti. Posta in qualsiasi bagno dà un effetto glam e ricercato, ed è anche utile!

10 piante per arredare il bagnoFoto di 정순 손 da Pixabay

  • L’ Edera comune (Hedera helix): molto utilizzata per gli interni, può risultare utile nella stanza da bagno soprattutto per chi ha degli animali domestici: ottima ad assorbire la formaldeide nell’aria, è capace anche di ridurre la diffusione delle particelle inquinanti provenienti dalle feci dei nostri amici a quattro zampe. È una pianta rustica, sempreverde e rampicante. Generalmente la si trova sulle pareti esterne della casa, ma può essere coltivata anche all’interno; resistente al freddo, predilige la luce indiretta e innaffiature regolari. Necessita di un ambiente umido per non ammalarsi. Data la sua natura rampicante, è meglio posizionarla in alto, in dei contenitori non troppo grandi, o comunque su un ripiano che permetta alla chioma di ‘cascare’ giù.

Arredare in stile Urban Eco. Lo stile industriale si unisce all’eco-green

Queste sono solo alcune delle piante ornamentali e funzionali per arredare un bagno, la lista è lunga. E voi? Quali piante introdurreste?

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • le piante di Aspidistra sono molto longeve e possono vivere più di cento anni. Il loro nome è stato reso celebre dallo scrittore George Orwell nel romanzo ‘Fiorirà l’aspidistra’ ( 1936);
  • la Felce è una delle piante più antiche: si dice sia nata 400 milioni di anni fa e che ne esistano almeno 12 mila specie nel mondo;
  • l’Edera può essere molto velenosa, soprattutto le sue bacche.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Share Post
Written by

Interior&Garden designer