Orto urbano: i 5 ortaggi più semplici da coltivare

La creazione di un orto urbano è un’ottima soluzione da inserire nei contesti metropolitani, dove non si ha a disposizione molta terra per la coltivazione. Si può riproporre su balconi, terrazze, tetti e anche in casa (soprattutto negli spazi come i loft). Ci sono un’infinità di guide per la creazione di un orto urbano; qui andremo a scoprire invece, cosa piantare in primavera. Ecco i 5 ortaggi più semplici da coltivare nell’orto urbano. Fra questi i pomodori, i piselli, la lattuga, le zucchine e le carote.

1- Il Pomodoro

Il Lycopersicon esculentum è una pianta originaria dell’America meridionale. Largamente diffuso e consumato, soprattutto in Europa, rientra a pieno diritto nella nostra dieta mediterranea.
Il pomodoro è ricco di sostanze nutritive e antiossidanti (potassio, fosforo, licopene e vitamine) e viene praticamente introdotto nella maggior parte della preparazione dei piatti, da quelli caldi a quelli freddi. Nel vostro orto urbano dovrete:

  • posizionare questa pianta ad una buona esposizione di luce solare e assicurarvi che il terreno abbia un pH di acidità compreso fra sei e sette. (Se si vuole aumentare il livello del pH bisogna aggiungere della calce, mentre per diminuirlo aggiungere dello zolfo.)
  • Dovreste preparare (o comprare) del compost da mescolare con la terra.
  • La distanza tra i buchi che accoglieranno i semi dovrà essere di almeno 30 cm fra uno e l’altro; successivamente andranno coperti dal terreno.
  • Innaffiare le piante almeno 2 volte a settimana con un spruzzino.

I pomodorini più indicati per una coltivazione urbana sono i datterini o ciliegini, di piccole dimensioni.

Come realizzare un orto urbano in 5 mosse

2- La lattuga

O Latuca Sativa, comunemente nota e diffusa, è una pianta annuale di colore verde chiaro che però può cambiare a seconda delle varietà.
La lattuga è una buona fonte di acido folico e di vitamina A; viene utilizzato come ingrediente principale nella maggior parte delle insalate o per accompagnare altre pietanze. Come procedere:

  • concimare il terreno con sostanze nutrienti rimuovendo eventuali pietre o detriti.
  • Piantare i semi ad una profondità compresa tra gli 8 e i 16 centimetri.
  • Innaffiare ogni mattina.

3- La zucchina

La Cucurbita pepo, che noi tutti conosciamo, a volte scambiata per un cetriolo, è caratterizzata dal suo colore verde e dal fatto che sia a basso contenuto calorico e ricca di sostanze nutritive (potassio, manganese). Nella nostra cucina le zucchine vengono impiegate in numerosi piatti e in svariati modi. Come prepararsi per la coltivazione:

  • innanzitutto servono 2-3 semi per ciascuna buca, di dimensioni minime di 30x30x30. La distanza fra una e l’altra è di almeno 1 metro.
  • Riempire con del compost le buche e ricoprirle con uno strato di terriccio di circa 20 centimetri.
  • Annaffiare abbondantemente ogni giorno; i germogli spunteranno in un paio di settimane.
  • La semina va eseguita da marzo a maggio.
orto urbano

Orto urbano: i 5 ortaggi più semplici da coltivare-Pixelbliss per shutterstock

4- La Carota

O Daucus carota, è una specie biennale erbacea originaria dell’Europa. È ricca di vitamine, come la A (Betacarotene), sali minerali e antiossidanti. Le carote si riconoscono per il loro caratteristico colore arancio e sono un ottimo ausilio alla vista e alla pelle, soprattutto d’estate per l’abbronzatura. Ortaggio poliedrico, è impiegato sia per i piatti salati che per quelli dolci. Vediamo i dettagli della semina:

  • per ogni buca, inserire un paio di semi e regolarne le distanze.
  • Il terreno dovrà risultare sempre ben umidificato e la quantità d’acqua andrà a diminuire man mano che le piante crescono.
  • La sua semina può essere effettuata da gennaio ad ottobre, quindi comprende la maggior parte dell’anno.

5- Il Pisello

Il Pisum sat_ivum è un ortaggio dell’area mediterranea nonché una pianta erbacea annuale. Ricco di vitamine, è molto utilizzato nelle minestre e passati o come contorno e farcitura. Per coltivarlo nell’orto urbano:

  • mescolare il terreno con un compost ricco di sostanze nutritive.
  • La distanza fra i semi dev’essere di qualche centimetro per una profondità di 4 o 5 centimetri.
  • Per farla crescere è necessaria un’abbondante innaffiatura.

Orto urbano: quali sono le altre opzioni?

Questi sono alcuni degli ortaggi basilari e utili che potete coltivare nel vostro giardino o terrazza; ovviamente dipende dalle dimensioni che avete a disposizione. I modi per creare un orto urbano sono molti e con soluzioni davvero funzionali: dai contenitori in pallet con delle ruote che ne agevolano lo spostamento alla coltivazione in vaso o direttamente su dei giardini verticali. Per coloro che hanno solo un balconcino o poco spazio, sono molto consigliate delle piante ornamentali o aromatiche, quali:

  • basilico e rosmarino
  • prezzemolo, salvia e origano
  • alloro, menta e zenzero.

Per informazioni e forniture sostenibili, vi segnaliamo l’azienda lombarda Orto-Urbano.

10 oggetti indispensabili per chi ha un orto a casa

Pillole di Curiosità- Io non lo sapevo. E tu?

  • Si stima che 23 milioni di italiani coltivino piante aromatiche, mentre 20 milioni si dedicano alla cura di piante e fiori; infine il 24% coltiva piante da frutto.
  • Le ragioni per cui si sceglie di avere un orto urbano sono rappresentate da un 46% che vuole qualcosa fatto con le proprie mani e di un 22% che desidera risparmiare sull’acquisto di frutta e verdura.
  • Secondo i dati dell’Osservatorio sulla Casa di Leroy Merlin, il 28% possiede uno spazio aperto adibito in parte a orto e in parte a giardino, mentre l’11% ha un orto privato e solo il 2% ha un campo coltivabile o frutteto.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Interior-Garden designer& Web project