Le peonie: i magici fiori dalle mille curiosità e dall’antica storia

Le peonie sono un fiore particolarmente amato oggi. Scopriamo le sue caratteristiche e l’antica storia che parte dall’Oriente.

Fiori e piante: ecco cosa provano quando vengono recisi

Le peonie

Con la primavera rinasce la natura: gli animali tornano a popolare prati e boschi, gli alberi infoltiscono le loro chiome ed i fiori sbocciano. Ed è proprio in questo periodo che nasce uno dei fiori più amati: le peonie.

Grazie al suo profumo caratteristico e ai suoi colori, questo fiore è in grado di colpire l’animo di chi lo ammira e se ne prende cura. Purtroppo, però, lo spettacolo che questa pianta ci mostra è breve. Esse, infatti, durano all’incirca una settimana, ma in così poco tempo sono in grado di colorare giardini ed ambienti.

Ogni bocciolo che una peonia crea, inoltre, è in grado di far nascere un fiore grande oltre tre volte se stesso. Ci sono dei boccioli che si mostrano coperti da nettare, utile ad attirare gli insetti impollinatori.

Infine, se vuoi godere il più a lungo possibile di questo magico fiore, posiziona durante la notte la pianta in un luogo fresco e buio.

le peonie - caratteristiche

Le peonie: i magici fiori dalle mille curiosità e dall’antica storia
Immagine di Unsplash di eniko kis

Storia e caratteristiche

Le peonie, da sempre molto amate, si trovano frequentemente durante i matrimoni. Esse, secondo la tradizione, influiscono in maniera positiva sulla vita degli sposi. Infatti, questo fiore rappresenta fortuna, ricchezza, timidezza e felicità.

Un’altra particolare caratteristica, poi, è l’elegante profumo. Ogni sfumatura differente ha un suo particolare profumo. Ogni fragranza, però, è accomunata da delicatezza ed eleganza.

La peonia è stata utilizzata in medicina per moltissimo tempo nell’antichità, specialmente in oriente. Infatti, il suo nome deriva proprio dalla divinità della guarigione greca, Paeon.

Tutt’ora, in Cina questa pianta è considerata la regina di tutti i fiori, per questo raffigurata in moltissimi ornamenti d’epoca. Inoltre, oggi la pianta è considerata fiore di stato.

Nel nostro continente la peonia iniziò ad essere apprezzata solamente dal Diciannovesimo secolo, quando dei botanici iniziarono la coltivazione.

Hanami: l’antica tradizione di ammirare i fiori in primavera

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Nel nostro Paese sono presenti quasi 10 mila specie di piante differenti, 9.792 per l’esattezza.
  • La pianta Rafflessia possiede il fiore più grande esistente al mondo.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Dottoressa in Scienze dell'Educazione e della Formazione