Vai al contenuto
mutui attivi circolanti

Famiglia: cominciare a mettere le radici a partire dalla stipulazione di un mutuo

Condividi L'articolo su

La stipulazione di un mutuo è sicuramente il primo passo per mettere radici solide ad un nucleo familiare appena nato. La casa è il luogo caldo in cui ripararsi nelle giornate d’inverno, il posto in cui condividere pasti e trascorrere gran parte della vita. Ma quando le possibilità economiche sono poche, tale sogno può risultare irraggiungibile. Ecco quindi che potrebbe essere utile avere a disposizione qualche piccolo consiglio per far sì che questo scoglio venga superato.

I mutui non sono tutti uguali: come trovare quelli più convenienti

Sebbene i mutui vengano visti come prestiti a lungo termine a fronte di interessi molto alti, sul mercato vi sono delle occasioni che potrebbero far ricredere gran parte dei richiedenti. Solitamente le migliori proposte di mutuo vengono rintracciate grazie a dei portali che danno la possibilità all’utente di confrontare gli interessi e le condizioni proposte da più banche o istituti di credito. Trovare il mutuo più conveniente con un comparatore di mutui online inoltre dà la possibilità di non doversi scomodare troppo, in quanto i format di richiesta informazioni possono essere compilati comodamente dal divano di casa.

Ecco quindi che grazie a questa particolare e moderna modalità di ricerca mutui si capisce rapidamente quanto i prestiti non siano tutti uguali e che trovare una proposta in linea con le proprie esigenze è realmente possibile. I siti di comparazione mutui sono utili anche per chi desidera attuare una surroga, ovvero per chi necessita di trasferire a costo zero il proprio mutuo dall’originario Istituto Bancario ad una nuova banca.

Casa più grande? Quanto si spende nelle metropoli per acquistare una stanza in più

Mutui in Italia: gli aiuti statali per i meno abbienti

Chi si ritrova a non avere un contratto di lavoro stabile e valido per la richiesta di un mutuo, grazie a quanto proposto da uno strumento Consap, ovvero al Fondo garanzia prima casa, può continuare a sperare nell’ottenimento di un mutuo. Il Fondo garanzia prima casa consiste in una garanzia statale applicabile su mutui fino a € 250.000, grazie alla quale le persone che non hanno solide garanzie finanziarie, possono comunque richiedere dei mutui alle banche. L’accesso al Fondo può essere fatto solo per acquisto prima casa o per ristrutturazione ai fini di un efficientamento energetico, in relazione a un immobile posto sul territorio nazionale e che non rientri nelle categorie catastali A1 (abitazioni di tipo signorile), A8 (ville) e A9 (castelli, palazzi storici, etc.). Inoltre non deve avere le caratteristiche di lusso indicate nel DM del 2 agosto 1969, n°1072. La domanda deve essere presentata direttamente alla propria banca tramite compilazione di un apposito modulo, reperibile con facilità su internet.

I requisiti necessari per fare richiesta sono:

  • Essere una coppia giovane in cui almeno uno dei due partner ha meno di 35 anni.
  • Essere un nucleo familiare mono genitoriale con figli di età inferiore ai 18 anni.
  • Avere un’età al di sotto di 36 anni.
  • Essere conduttori di alloggi IACP (Istituto Autonomo Case Popolari).

Sarà scontato dire che non tutte le banche aderiscono al fondo, per venire a conoscenza di chi partecipa è possibile consultare l’elenco in continuo aggiornamento sul sito Abi e Consap.

Qual è l’abitazione più richiesta dagli italiani?

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Pubbliredazionale

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News