Deumidificatore in casa: ecco perché utilizzarlo

Un elevato tasso di umidità in casa causa diverse problematiche legate alla salute della persona nonché all’abitazione stessa. Un deumidificatore può fare la differenza, aiutando a prevenire e combattere l’umidità rendendo l’aria in casa più respirabile. Deumidificatore in casa: ecco perché utilizzarlo.

Come nasce l’umidità?

La presenza di umidità in casa può dipendere da fattori diversi come:

  • un inadeguato isolamento termico delle pareti;
  • un uso di materiali da costruzione scadenti;
  • condizioni climatiche;
  • variazioni della temperatura tra interno ed esterno di casa;
  • uno scarso riciclo d’aria negli ambienti domestici.

L’umidità, in casa, deteriora cibi, bevande e medicine, ma anche arredi ed indumenti, rende l’aria irrespirabile ed emana cattivo odore. L’umidità causa danni anche gravi alla struttura e alla salute. Non solo antiestetiche macchie sulle pareti, ma anche rigonfiamenti e distacchi dell’intonaco, formazione di sali sulle superfici, nascita di muffe e acari e il proliferare di batteri assolutamente non salutari. Vivere in una causa umida vuol dire andare incontro ad allergie respiratorie e asma derivanti dalla proliferazione dei parassiti, ad influenze e reumatismi: problematiche salutari che finiscono con il diventare croniche.

È possibile prevenire il problema dell’umidità?

L’atmosfera è composta in buona parte di acqua e la sua percentuale, rispetto all’aria, stabilisce il livello di umidità che deve rimanere entro certi limiti. Quando questi vengono superati il corpo ne risente accusando in modo più accentuato gli sbalzi di temperatura, sia durante l’estate che in inverno. È fondamentale realizzare un adeguato isolamento termico delle pareti di casa e utilizzare materiali da costruzione adatti. Oltre ad arieggiare le stanze per evitare la condensazione e mantenere una temperatura adeguata, è importante l’utilizzo del deumidificatore.

Un deumidificatore limita gli eccessi di umidità nell’aria, riportando la situazione ambientale entro i limiti della vivibilità, con evidenti benefici alla persona e alla casa. Per fare la scelta giusta è necessario valutare di volta in volta le esigenze personali come dimensione della casa e gravità dei fattori di rischio presenti nell’ambiente domestico. I deumidificatori sono di semplice utilizzo e il loro acquisto è abbastanza accessibile. Un deumidificatore permette di verificare il tasso di umidità presente in casa, di impostare la percentuale desiderata e di regolare la temperatura affinché sia uniforme in tutti i locali.

Deumidificatore in casa: ecco perché utilizzarlo - immagine Leroy Merlin

Deumidificatore in casa: ecco perché utilizzarlo – immagine Leroy Merlin

Come agisce un deumidificatore?

Un deumidificatore posizionato in casa non fa altro che raccogliere l’aria umida dall’ambiente. Una volta “catturata” lavora in modo da separare la parte liquida, che si raccoglie in una vasca o finisce nello scarico, e reimmettere l’aria ormai secca, nello stesso ambiente dal quale l’ha presa. Durante questo procedimento, il deumidificatore fa passare l’aria attraverso dei filtri che hanno il compito di trattenere le impurità (come la polvere) con il risultato di far circolare nella stanza aria più pulita, a beneficio di chi la abita. In sostanza, l’aria che esce dal deumidificatore, non solo è più secca, ma anche più sana.

Idropitture sanificanti e purificanti: tutto quello che c’è da sapere

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu?

  • Il deumidificatore è un elettrodomestico in grado di assorbire l’umidità presente nell’abitazione in è posto e trasformarla in acqua distillata, ottima per vari usi come, per esempio, per il serbatoio del ferro da stiro.
  • Il primo effetto positivo derivante dall’utilizzo di un deumidificatore è la riduzione di caldo, o di freddo, percepibile non appena il tasso di umidità rientra nei valori corretti.
  • In casa l’aria non deve risultare né troppo secca né troppo umida. È stato stimato che la temperatura che il fisico umano riesce a tollerare meglio è compresa tra i 16 e i 22 gradi.
  • La percentuale di umidità più adeguata al nostro corpo è compresa tra 42 e 55.

Perché usare un umidificatore per ambienti e quali essenze scegliere

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Designer e Dottoressa in Lingue Moderne per il Web