Vai al contenuto
Il Natale nell’arte: 7 opere italiane sulla Natività

Il Natale nell’arte: 7 opere italiane sulla Natività

Condividi L'articolo su

Non ho voglia di tuffarmi
in un gomitolo di strade.
Ho tanta stanchezza
sulle spalle.
Lasciatemi così
come una cosa posata
in un angolo
e dimenticata.
Qui non si sente altro
che il caldo buono.
Sto con le quattro
capriole di fumo
del focolare.

Natale, Giuseppe Ungaretti

Natale non è giocare a carte, corsa ai regali, abbuffate di dolci e alberi decorati in casa con la freddezza nel cuore. Il Natale è fede, storia, bellezza. Il Natale nell’arte: 7 opere italiane sulla Natività.

7 opere d’arte italiane sulla Natività

Il Natale è la festa più significativa della storia della chiesa per la nascita di Cristo Salvatore del mondo.  Giotto, Beato Angelico, Giorgione, Tiziano, Caravaggio, Botticelli, Piero della Francesca sono alcuni degli artisti più eccellenti che hanno saputo raccontare il Natale attraverso l’arte e le loro opere. Per i cristiani il Natale ricorda il giorno che ha cambiato la storia dell’umanità. L’immagine di Gesù bambino, tra le braccia di Maria e Giuseppe, ha ispirato artisti di epoche diverse.

Come il Natale e la sua atmosfera influenzano il nostro benessere

1 – Natività di Gesù e Adorazione dei Magi di Giotto

L’Adorazione dei Magi di Giotto risale al 1320. La Natività di Gesù risale invece al 1303-1305 circa. Quest’opera si trova presso la Cappella degli Scrovegni a Padova e fa parte del ciclo di affreschi Storie di Gesù. Il dipinto ritrae San Giuseppe un po’ in disparte e in primo piano Maria e Gesù, concepito per volere dello Spirito Santo.

Il Natale nell’arte: 7 opere italiane sulla natività
Il Natale nell’arte: 7 opere italiane sulla natività – shutterstock 751012792 Di Everett Collection

2 – Adorazione del Bambino di Beato Angelico

L’opera di Beato Angelico, Adorazione del Bambino, è stata dipinta intorno al 1440 ed è conservata nel convento di San Marco, a Firenze. È verosimile che l’artista non abbia affrescato l’opera da solo.

3 – Natività di Piero Della Francesca

La Natività di Piero della Francesca risale al 1470-1475 e si trova al National Gallery di Londra. In questa natività si possono notare alcuni elementi simbolici come l’asino, affiancato al coro degli angeli che inneggiano suonando e cantando al Gesù bambino appena nato. Qui emerge il divario tra terreno e celestiale. La gazza sulla tettoia della nascita è simbolo della tragedia umana e della futura crocifissione di Cristo.

4 – Natività Mistica di Botticelli

La Natività Mistica di Sandro Botticelli (1501) è conservata al National Gallery di Londra. Si tratta dell’ultima opera realizzata dall’artista prima di abbandonare l’arte e vivere in povertà. L’appellativo mistica deriva dai numerosi significati simbolici contenuti nell’affresco che sembrano collegare la nascita di Cristo al Giudizio Universale che porterà alla riconciliazione degli uomini con Dio.

5 – Natività Allendale di Giorgione

L’opera di Giorgione dedicata al Natale prende il nome di Adorazione dei pastori o Natività Allendale. Risale al 1500-1505 circa e si trova a Washington. Nelle opere di Giorgione si leggono due elementi significativi: l’attenzione ai paesaggi e l’uso dei colori. In questo dipinto lo sfondo tranquillo fa da contorno ad una scena in cui prevalgono la dolcezza e il silenzio. I colori spezzano la continuità del paesaggio e pongono in risalto i protagonisti dell’opera, San Giuseppe, Maria e il piccolo Gesù appena nato.

6 – Sacra Famiglia con Pastore di Tiziano

Tiziano, nell’opera Sacra Famiglia con pastore, con i suoi colori radiosi e le composizioni armoniose, ha affrontato ogni tipo di genere pittorico, dall’arte sacra al nudo, dai quadri a soggetto mitologico ai ritratti reali. In questo dipinto l’artista veneto racconta la natalità ponendo in risalto la visita dei pastori, tra i primi ad omaggiare Gesù appena nato.

7 – Natività con i Santi Lorenzo e Francesco D’assisi di Caravaggio

Questo dipinto è una perfetta rappresentazione della natività. La resa dei personaggi è realistica. Maria è rappresentata nella sua verità terrena, come una madre stanca dopo il parto che ammira Gesù bambino. Purtroppo non è più possibile ammirare l’opera perché fu rubata nel 1969 dall’Oratorio di San Lorenzo, dove era custodita.

8 dicembre: cosa si festeggia e perché

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu?

  • Giotto è stato il primo pittore a disegnare la stella cometa con la coda nel 1299. Il pittore disegnò la cometa con una sfavillante luce, discostandosi dall’iconografia tradizionale della stella stilizzata costituita da più punte.
  • A proposito di arte, la Statua della Libertà è stato il regalo di Natale più grande e pesante al mondo. La famosa statua, simbolo della città di New York, è stata donata dai francesi agli Stati Uniti d’America proprio nel giorno di Natale ed è divenuta il simbolo dell’amicizia tra francesi e americani. La Statua della Libertà, inoltre, commemora la dichiarazione d’indipendenza.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News