Come scacciare la noia durante il lockdown

C’è solo una cosa peggiore della noia: la paura della noia.
(Emil Cioran)

In questi mesi la vita di tutti si è trasformata e stravolta. L’emergenza sanitaria ci ha costretti a degli isolamenti forzati ma necessari e così ci ritroviamo al secondo “lockdown“.  E qual è il più grande nemico dell’isolamento? La noia! E allora lancio qualche consiglio su come scacciare la noia durante il lockdown.

Le attività

Ovviamente non sto qui a propinarvi il solito fitness e aerobica o la classica (ma davvero utile) sessione di yoga. E neanche incoraggiandovi a cucinare e a sfornare torte e pizze. Vorrei incuriosirvi con qualche hobby differente e, in generale, ad un livello più artistico; che vi serva davvero come distrazione e che vi aiuti a scacciare la noia durante il lockdown.

Hobby durante il lockdown

  • Scrivere: partiamo dalla più semplice. Scrivere permette di buttare fuori pensieri e paure, tutte le emozioni ed è liberatorio. Quasi meglio di una seduta dallo psicoterapeuta. Che sia una poesia, un breve racconto o solo i vostri pensieri, ne gioverete. Consigliano di scrivere una lettera ad una persona che vi ha fatto stare male o con la quale non riuscite ad esprimervi e, alla fine, di bruciarla, senza rileggerla. Dicono che è catartico. Provare per credere!
  • Disegnare o colorare: come quando eravamo bambini, a meno che non siate degli artisti! Disegnare aiuta a rilassare la mente e a distendere i nervi.
  • decapare o rivitalizzare i mobili e gli oggetti: ognuno di noi possiede qualche vecchia sedia, tavolino o scatoletta in legno posta in un angolo. Il tempo non ci permette mai di risistemarlo e ritinteggiarlo per renderlo usufruibile; o vorremmo rendere shabby quella vecchia sedia a dondolo ma, ahimè, hai troppo lavoro da fare. In quarantena, non hai più scuse: è il momento di agire!
hobby

Foto di Eugenio Marongiu per shutterstock

  • Ikebana: scommetto che non ne hai mai sentito parlare. L’Ikebana è un’antica arte giapponese che riguarda le composizioni vegetali. Con pochi materiali e senza sporcare troppo, potrete creare dei decori;
  • knitting: letteralmente ‘maglieria‘. Sicuramente un’attività prettamente femminile e molto manuale. Annoverata sempre come anti-stress e di concentrazione dà anche i suoi frutti: un cappellino o sciarpa da poter regalare per questo Natale!
  • meno hobby ma molto utile sarebbe imparare una lingua: basta un pc ed una connessione internet; potete scaricarvi delle applicazioni apposite o seguire un vero e proprio corso; da autodidatti, leggere libri e guardare film nella lingua che si vuole apprendere. In questo modo non solo scaccerete la noia ma imparerete qualcosa di importante e che vi servirà in futuro. più che un hobby, è un investimento!

E voi? Con quali hobby scacciate la noia?

Passare il tempo a casa con i bambini divertendosi

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo. E tu?

  • L’etimologia della parola ‘hobby’ è incerta. Nel XIII sec. “hobyn” significava “piccolo cavallo“, o pony;
  • l’ hobby fiorì con la Rivoluzione Industriale grazie agli orari più regolari ottenuti dai lavoratori;
  • L’11 aprile 1954 è stato valutato come giorno più noioso della storia, dallo scienziato dell’università di Cambridge William Tunstall-Pedoe. E’ giunto a tale conclusione dopo avere inserito in uno speciale programma software oltre 300 milioni di titoli di giornali e relative notizie su “persone, luoghi, affari e avvenimenti”.

Come creare un angolo hobby in casa

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Share Post
Written by

Interior&Garden designer