Come pulire e sbiancare le sedie del giardino

Le sedie da esterno, a causa dell’esposizione alle intemperie, con il passare del tempo si rovinano. Ma prima di sbarazzarvene potreste pensare di occuparvi della loro manutenzione. Scoprite come pulire e sbiancare le sedie del giardino per evitare di comprarne delle nuove.

La manutenzione delle sedie del giardino

I mobili da giardino tendono ad annerirsi a causa della polvere, degli agenti atmosferici e dello smog. Il loro deterioramento è provocato anche dagli sbalzi di temperatura e dagli agenti atmosferici come pioggia, grandine e sole che macchiano, sbiadiscono e rovinano le sedie. Tuttavia, una giusta manutenzione vi permetterà di farle tornare come nuove. Generalmente le sedie del giardino più utilizzate sono quelle di plastica, perché economiche e leggere.

Manutenzione del giardino in autunno: come intervenire

Consigli naturali per ridare una seconda vita alle sedie del giardino

  • Lavate e spazzolate le sedie con dell’acqua calda, alla quale potete aggiungere dell’aceto. In questo modo le sedie inizieranno a perdere la loro patina opaca e si disinfetteranno.
  • Ripetete l’operazione, questa volta però utilizzate un litro d’acqua con 3 cucchiai di acqua ossigenata, 2 cucchiai di bicarbonato e un po’ di sapone di Marsiglia. Strofinate il composto sui mobili con un panno, sciacquatelo bene e lasciate asciugare le sedie che finalmente saranno tornate come nuove.
  • Settimanalmente invece, è bene spazzolare le sedie, soprattutto nelle zone più annerite, con un composto di acqua calda e limone. Ciò vi permetterà di igienizzare accuratamente le sedie e mantenerle pulite e lucenti.
sedie da giardino

Unsplash foto di pham yen

Eliminare lo sporco ostinato

Le ricette per mantenere lucenti le sedie del giardino sono molteplici, ma il lavaggio più soddisfacente è sicuramente quello con la candeggina, sebbene non sia un ingrediente naturale. Anche in questo caso è necessario aggiungere a un litro di acqua calda un po’ di candeggina, senza esagerare. Avrete bisogno di strofinare per bene le sedie con una spazzola a setole morbide. In seguito sarà necessario risciacquare bene le superfici ed asciugarle con cura. Questi consigli possono essere applicati su tutto l’arredamento da esterno realizzato in plastica, come tavoli e vasi, per donargli nuovamente lucentezza.

Arredare l’outdoor con stile: I consigli green per una casa sostenibile

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo. E tu?

  • L’arredamento da esterni in plastica, ancora oggi è quello più utilizzato perché economico, versatile e resistente.
  • Le sedie di plastica nacquero in Italia. Infatti, nel 1954 il chimico italiano Giulio Natta scoprì il polipropilene, la plastica moderna, economica, versatile e riproducibile in serie. Scoperta che rivoluzionò i costumi dell’epoca e creò il terreno fertile per l’invasione della plastica.
  • Le sedie di plastica si prestano a molteplici trasformazioni, basta solo un po’ di creatività unita a delle vernici naturali. Dipingere le sedie o utilizzare tecniche come il decoupage o il patchwork donerà uno stile tutto nuovo all’arredamento.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.