Quanto costa montare un ascensore in casa?

Normalmente la necessità di montare un ascensore in casa è data non solo dalla comodità di salire e scendere più rapidamente e senza sforzi, ma soprattutto quando all’ interno vi abitano persone non in grado di affrontare la salita e discesa degli scalini o qualora sorga un’ incidente che non ci permetta la piena mobilità tra un piano e l’ altro.

Quanto costa montare un’ascensore in casa

L’ inserimento di un ascensore per una casa privata ha un costo e delle dimensioni particolari rispetto ad un comune elevatore e soprattutto, aumenta il valore dell’ immobile e la sua vivibilità. Inoltre, rispetto ad un elevatore ad uso condominiale o pubblico, presenta meno restrizioni e norme. I costi per un ascensore, il suo montaggio e per le opere murarie varia in base anche alla tipologia scelta. Si può optare per:

  • un mini- ascensore: in base ai materiali e finiture scelte, l’installazione può oscillare tra i 6000 e i 10.000 euro. Non sono dotati di vano macchine e questo rende il montaggio più facile anche se potrebbero necessitare di alcuni lavori adattamento all’interno della struttura;
  • l’ ascensore autoportante, da montare all’ interno o all’ esterno della struttura, con funzione autonoma. I costi vanno dai 15.000 ai 20.000 euro;
  • il montacarichi (o montascale): ha sempre l’opzione di essere installato sia all’interno che all’esterno dell’abitazione. Qui partiamo da un minimo di 3.000  a 15.000/20.000 euro; sempre in base alle opere murarie e alla scelta del modello e del materiale. Questa è la migliore opzione per adeguarsi alle esigenze di un disabile.
Quanto costa un ascensore in casa montaggio

Quanto costa montare un ascensore in casa?-Di NavinTar per shutterstock

Le tipologie di ascensori per la casa

Non tutti gli elevatori funzionano allo stesso modo. Principalmente si distinguono a seconda del tipo di trazione e di installazione:

  • ascensore elettrico
  • ascensore idraulico (oleodinamico)
  • ascensore esterno
  • ascensore interno

Agevolazioni 2020 per l’acquisto di un ascensore per la casa

Installare un ascensore all’ interno della propria abitazione privata rientra tra gli interventi di ristrutturazione finalizzati all’abbattimento delle barriere architettoniche, queste beneficiano di una detrazione IRPEF al 50% che è prevista per legge. Se la scelta ricade su di un ascensore elettrico è possibile richiedere detrazioni fino al 75% per lavori di miglioria sull’ efficienza energetica; questo rientra nell’ Ecobonus.

Progettare una casa senza barriere architettoniche

I vantaggi di un ascensore per la casa

Al di là della spesa elevata, i benefici e i vantaggi che si ricavano dall’ inserimento di un elevatore in casa sono i seguenti:

  • miglioramento della qualità di vita: l’ascensore domestico non trasporta solo persone, ma anche carichi pesanti;
  • aumento del valore dell’immobile: sia in un condominio che in un’ abitazione privata.
  • abbattimento delle barriere architettoniche;

Inoltre l’installazione dell’ ascensore in una casa privata non richiede molto tempo; in meno di una settimana è possibile avere l’installazione pronta per l’utilizzo.

PILLOLE DI CURIOSITÀ. IO NON LO SAPEVO E TU?
  • Le misure minime con accessi sullo stesso lato di un’ ascensore per 4 persone sono:  Cabina: 800 x 1200 mm larghezza e profondità; Vano interno: 1400 x 1600 mm larghezza e profondità; Fossa: 1500 mm; Luce porta: 750 mm; Portata: 350 kg.
  • Per le case private è maggiormente consigliata l’installazione di ascensori  a  tecnologia oleodinamica in quanto si riducono i costi rispetto ad una elettrica.

Miniascensori Kone Motus: tecnologia, design raffinato e piena accessibilità

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Interior-Garden designer& Web project