Perché comprare una casa ecologica?

Comprare una casa ecologica

Perché comprare una casa ecologica? Molte persone sognano di vivere la propria quotidianità in una casa ecologica. Questo è un bene sicuro e durevole nel tempo, una scelta che offre svariati vantaggi e potenzialità. Infatti, l’impatto zero di questi edifici non solo riduce in maniera considerevole l’inquinamento, ma anche gli importi in bolletta. Inoltre, è in grado di apportare benefici concreti al proprio stile di vita e più in generale all’ambiente.

Le caratteristiche di una casa ecologica

Ciò che contraddistingue una casa ecologica è appunto il progetto di bioedilizia che sta alla sua base. Infatti, questa recente branca dell’edilizia pone l’attenzione sull’utilizzo di materiali naturali e tecniche costruttive e sistemi energetici a basso impatto ambientale in maniera responsabile.

Casa ecologica

Perché comprare una casa ecologica? – shutterstock di INTREEGUE Photography

I materiali delle case ecologiche

Tra i principali materiali impiegati per costruire una casa ecologica c’è il legno. Che oltre ad essere naturale è anche economico, ma comunque il migliore, in grado di unire il design alla sostenibilità.

Tuttavia, tra i materiali innovativi, che essendo più ricercati hanno un prezzo più alto rispetto al legno, ci sono anche:

  • paglia,
  • bambù,
  • lana di roccia,
  • sughero.

I consumi ridotti delle case ecologiche

Invece, per quanto riguarda i consumi, le abitazioni sostenibili garantiscono il massimo risparmio. Infatti, oltre ad essere caratterizzate da sistemi di riscaldamento e condizionamento green, efficienti e di ultima generazione alcune case ecologiche possono provvedere in maniera totalmente autonoma al loro fabbisogno energetico. Ciò è possibile grazie all’utilizzo di energie rinnovabili come i pannelli fotovoltaici per la produzione di energia.

Elttrodomestici ad alte prestazioni

Eppure, per puntare su una casa a basse emissioni, ciò non è sufficiente. Anche la scelta degli elettrodomestici caratterizza uno degli elementi fondamentali di una casa ecologica. Infatti, è necessario che siano tutti di classi energetica performanti, a partire dalla classe A.

Inoltre, è possibile risparmiare anche sui consumi d’acqua applicando un rubinetto con miscelatore munito di impianto sotto lavello per micro-filtrare, raffreddare e rendere frizzante l’acqua potabile.

Case a zero emissioni: edilizia sostenibile e efficienza energetica

Perché comprare una casa ecologica?

Scegliere di vivere in una casa ecologica con la massima certificazione energetica certificate Nzeb (Nearly Zero Energy Building) significa non solo risparmiare su i consumi e le manutenzioni, ma anche cambiare stile di vita. Un vero e proprio esempio dell’abitare del futuro oggi.

L’utilizzo di energie rinnovabili è tra le principali prerogative delle case ecologiche. Infatti, il fabbisogno di energia primaria nelle case ecologiche viene prodotto grazie all’impiego di fonti rinnovabili quali:

  • impianti solari fotovoltaici per il fabbisogno energetico
  • pompa di calore per il riscaldamento

Sistemi innovativi che aumentano il valore dell’immobile in chiave ecosostenibile ed in sintonia con le normative della Unione Europea.

Investire in una casa ecologica

Così, investire su una casa ecologica è una scelta di vita. Chi decide di investire in una casa ecologica fa una scelta vincente per sé e per la propria famiglia. La maggior parte delle case ecologiche sorgono in contesti abitativi caratterizzati da parchi, piste ciclabili, viabilità lenta e mobilità elettrica.

Quindi, questa tipologia di abitazione ha l’obiettivo di ridurre il più possibile i consumi, sfruttando fonti di energia alternativa e elettrodomestici dotati di tecnologie avanzate ed intelligenti, come:

  • ventilazione meccanica controllata dell’aria,
  • isolamento termico e acustico,
  • impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica,
  • sicurezze dell’ultima antisismica,
  • recupero dell’acqua piovana,
  • elettrodomestici di classe energetica ad alti standard.

Importanti elementi che nel medio e lungo periodo si rivelano utilissimi anche per un risparmio in termini economici sulle utenze di casa. L’energia solare per esempio può essere utilizzata anche come strumento per il riscaldamento dell’acqua ma anche per accumulare la stessa energia in batterie, da riutilizzare poi secondo le necessità dei membri della casa. Optare per un sistema di energia rispetto ad un altro ovviamente dipende molto dalla zona che ospiterà la soluzione abitativa.

Pertanto, vivere in una casa ecologica, dove l’utilizzo di materiali e l’attenzione per la salubrità degli ambienti, sono il motore della nuova cultura dell’abitare, rappresenta un investimento per la propria vita e quella delle generazioni future.

Case ecologiche: ecco alcuni esempi a cui ispirarsi per un progetto sostenibile

I vantaggi delle case ecologiche

Tra i principali vantaggi di vivere in un contesto abitativo composto da case ecologiche c’è il verde. Questo non ha un fine semplicemente estetico, ma purifica l’aria, la disinquina grazie all’assorbimento di CO₂ e mitiga il microclima.

In più, in una casa ecologica ogni particolare è studiato per garantire, come detto, un alto benessere abitativo nel pieno rispetto della natura. Tutti elementi che fanno bene all’uomo e all’ambiente e che salvaguardano il futuro del Pianeta in linea con gli obiettivi sostenibili di Agenda 2030.

Case ecologiche: quanto costano?

Tra le case ecologiche quelle con un prezzo più contenuto sono le case in legno ecologiche. Quelle costruite con materiali innovativi e dalle performance elevate costano decisamente di più, in media 1.000 euro al mq. Tuttavia, le case ecologiche prefabbricate che richiedono meno tempo per la costruzione hanno un prezzo ridotto.

Inoltre, un’abitazione sostenibile è durevole. Infatti, ha una vita lunghissima, in quanto è molto resistente. Quelle in legno, ad esempio, sono molto resistenti, perché il materiale viene sottoposto a un procedimento specifico che lo fortifica maggiormente,

Smart home e sostenibilità: la casa intelligente aiuta a ridurre e monitorare i consumi

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Negli ultimi anni il mercato immobiliare registra in Italia la forte richiesta di case ecologiche, beni appunto dal valore intergenerazionale. Secondo un recente studio condotto da Immobiliare.it circa l’80% delle nuove transizioni nel 2019 hanno riguardato abitazioni di classe energetica elevata. Cresce dunque la consapevolezza, anche tra i più giovani, che comprare una casa ecologica sia un investimento vantaggioso per il futuro.
  • Secondo la fonte Casa.it quasi il 65% degli italiani desidera abitare in questo tipo di strutture e quasi il 60% ha previsto o comunque sta pensando di procedere con importanti interventi di ristrutturazione energetica, favoriti anche dagli sgravi fiscali.
  • Quello di promuovere una nuova cultura dell’abitare in ottica ecosostenibile è un progetto partito già diversi anni fa. La prima direttiva europea, infatti, risale al 2010 e stabiliva che tutti gli edifici di nuova costruzione entro il 2020 avrebbero dovuto essere a energia quasi zero(scadenza fissata al 31 dicembre 2018 invece per gli edifici occupati da enti pubblici). La tabella di marcia poi è stata corretta, posticipando il limite al 2050 con tappe intermedie di verifica nel 2030 e 2040.
  • Oggi, una casa ecologica è la soluzione giusta specialmente per una giovane coppia. In particolare per le coppie under 35esistono numerose agevolazioni per l’acquisto della prima casa, meglio se ecologica, sostenute dal Governo.
  • Ecovillaggio Montale è l’eco-quartiere in provincia di Modena che propone una filosofia ecologica dell’abitare.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.