Case a zero emissioni: edilizia sostenibile e efficienza energetica

Le abitazioni green e le case a zero emissioni rappresentano la nuova sfida dell’edilizia sostenibile per il miglioramento dell’efficienza energetica. La cultura edilizia, a livello mondiale, è sempre più improntata verso progetti che limitino il più possibile l’impatto ambientale, e che migliorino allo stesso tempo la salute e la qualità della vita dei cittadini.

Edifici e case a zero emissioni

Oggi, grazie alle innovazioni in campo tecnologico e bio edile, gli edifici e le case a zero emissioni sono diventate una realtà quasi fruibile da tutti. Se un tempo l’obiettivo emissioni zero era limitato esclusivamente al funzionamento dell’edificio, oggi il concetto di zero emission building è stato esteso all’intera vita dell’edificio, includendo anche la fase di progettazione e di costruzione.

Il concetto di eco-casa è strettamente legato a quello di casa “passiva” ovvero un modello di abitazione che viene costruito con sistemi e impianti energetici che sfruttano le risorse rinnovabili come l’energia geotermica, l’energia solare e le biomasse. Con l’obiettivo di garantire uno sviluppo sostenibile che abbia effetti positivi dal punto di vista ambientale, sociale ed economico.

Case a zero emissioni edilizia sostenibile e efficienza energetica

Case a zero emissioni edilizia sostenibile e efficienza energetica – shutterstock foto di BalazsSebok

La bioedilizia e gli edifici sostenibili

La bioedilizia nacque negli anni ’70 come risposta alla crisi energetica grazie alla diffusione di una maggiore consapevolezza per le tematiche ambientali. Infatti, la necessità di ridurre lo sfruttamento di risorse non rinnovabili e l’impatto negativo dell’intervento dell’uomo sull’ambiente ha portato ad una costante innovazione nel campo della bioedilizia fino ad arrivare alle soluzioni d’architettura sostenibile di oggi. Questa tiene conto di una serie di elementi fondamentali durante la fase di costruzione, come l’orientamento dell’abitazione esposta a sud e lo sfruttamento di energie rinnovabili. Pertanto, gli edifici sostenibili, con impatto ambientale quasi pari a zero, sono caratterizzati dal miglioramento dell’efficienza energetica e dalla qualità e dal comfort della vita chi li abita.

Le iniziative sostenibili nel mondo: Lifehaus la casa off-grid, economica e di riciclo

La sostenibilità ambientale come nuova frontiera dell’edilizia

La nuova frontiera dell’edilizia, che segue l’odierno modello di sviluppo sostenibile, ovvero capace di soddisfare i bisogni e del presente senza compromettere quelli delle generazioni future, è rappresentata dalla sostenibilità ambientale. Infatti, nel campo dell’edilizia sono sempre di più le soluzioni innovative e all’avanguardia che nascono per supportare ambiente e società con edifici e progetti urbanistici a basso impatto ambientale. Ciò grazie alla bioarchitettura che migliora la qualità della vita e il benessere dell’essere umano grazie all’utilizzo di soli materiali e tecniche che salvaguardano l’ecosistema ambientale:

  • materiali sostenibili: a basso impatto ambientale e a ciclo continuo di sviluppo come legno, argilla, lane minerali;
  • energie rinnovabili: tra le più diffuse l’energia solare e l’energia geotermica che sfrutta il calore del sottosuolo;
  • smart home: un sistema domotico che, non solo permette di gestire con facilità funzionalità domestiche come l’illuminazione o gli elettrodomestici, ma garantisce un’ottimizzazione del consumo energetico.

Tony Howard, programmatore australiano di Home Automation

In Italia UPTOWN Milano

UPTOWN Milano è il primo quartiere in Italia che concorre per l’ottenimento della certificazione GBC Quartieri. Unico smart district italiano conforme al protocollo energetico-ambientale GBC Quartieri. Protocollo sviluppato da Green Building Council Italia, per nuovi progetti o riqualificazione di aree ed edifici ad alta sostenibilità ambientale.

UPTOWN, il quartiere green milanese, è un progetto pionieristico di edilizia ecosostenibile. Questo, come primo quartiere residenziale a impatto zero in Italia, persegue l’obiettivo di una riqualificazione eco-friendly del territorio grazie a elementi all’avanguardia come l’integrazione della mobilità sostenibile e lo sfruttamento del geotermico e del teleriscaldamento. Infatti, nelle sue residenze si riduce al minimo il consumo di combustibili fossili, si limitano le emissioni nocive e si garantiscono le migliori performance energetiche. Inoltre, le residenze UPTOWN presentano soluzioni di domotica integrate per gestire con facilità la sicurezza dell’abitazione, la temperatura dell’ambiente interno e per rispettare l’ambiente grazie ad un costante monitoraggio dei consumi.

Le iniziative sostenibili nel mondo: a Matera i casali hi-tech

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Il progetto UPTOWN è stato realizzato in collaborazione con A2A Energia. Infatti, l’energia elettrica è prodotta al 100% da fonti rinnovabili sia per le zone pubbliche che per le utenze private.
  • Vivere in un’abitazione in bioedilizia oggi, oltre a rappresentare una soluzione che ottimizza i consumi e permette di avere migliori performance a livello energetico, è una scelta consapevole nei confronti del pianeta che contribuisce al raggiungimento di una Europa carbon free, ovvero alla riduzione del 55% delle emissioni di gas serra entro il 2050.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.