Tony Howard, programmatore australiano di Home Automation

Dopo il suo lungo viaggio, che inizia in Australia, la più grande isola nell’emisfero sud del mondo, e termina proprio qui in Italia, in Umbria nella piccola regione al Centro dell’Italia, Tony Howard, programmatore australiano di Home Automation si racconta ad Habitante.   

Buon pomeriggio Tony, quella del programmatore di case domotiche è una professione che in Italia ben pochi conoscono. Ci racconti chi è, e qual è la sua esperienza. Cosa l’ha portato a coltivare questa passione per la Home Automation?

Ciao Enrica, mi presento, sono Tony Howard, programmatore di Home Automation da 15 anni. Sono originario di Sydney, dove iniziai ad installare nelle case dei miei clienti piccoli sistemi di intrattenimento, come l’Home Cinema. Ricordo che all’epoca mi appassionai al linguaggio HTML, sconosciuto e ignorato da molti, che tuttavia è alla base della maggior parte dei dispositivi che siamo abituati ad utilizzare ogni giorno. Iniziai a studiarlo da autodidatta e successivamente frequentai un corso per installare sistemi Crestron, Control 4 e Dynalite e diventare così programmatore certificato. Oggi è possibile farlo anche in Italia, ci sono tante possibilità, per esempio Crestron offre svariati corsi on-line. Inoltre, nel 2018 Crestron EMEA ha inaugurato la sua nuova sede a Milano, la Capitale del Design. La tecnologia Crestron crea un ambiente lussuoso e intelligente di alto livello grazie al controllo dell’automazione a portata di mano. La gamma Crestron comprende prodotti di controllo dal design raffinato, e adattabili e personalizzabili, in grado di soddisfare qualsiasi gusto decorativo fornendo il massimo dello stile e dell’eleganza. Queste caratteristiche quindi assicurano il massimo grado di sicurezza e professionalità.

Tony Howard Home Automation Programer

Tony Howard foto di Enrica Teclablu Photography

Le informazioni del settore della domotica, relativo agli apparecchi IOT – “Internet Of Everything”, che consente di identificarli e controllarli da remoto, sono ancora poche, tuttavia è dimostrato che queste nuove tecnologie sono in grado di migliorare la vita. In Italia nel 2018 solo il 5% degli italiani aveva dichiarato di conoscere la Home Automation e il 59% ne aveva solo sentito parlare. Da quello che mi dici, sei un esperto programmatore di case domotiche già da ben 15 anni. Spiegaci cos’è una Smart Home.

Una Smart Home è una Casa Intelligente come ben si intuisce dal nome. Grazie all’avanzata tecnologia hi-tech, la Smart Home è una maniera innovativa di interagire con gli apparecchi elettronici che si trovano nella Local Area Network della propria abitazione, che può comprendere sia gli spazi interni che quelli esterni come il giardino. Il proprietario di casa infatti, può comandare, gestire, modulare e programmare infinite funzioni della casa. Quella più richiesta per esempio è il citofono collegato allo smartphone. Questa ti permette di rispondere al citofono comodamente dal tuo smartphone che è sempre con te, ovunque tu sia.

Interfaccia Control 4 Tony Howard

Interfaccia Control 4 foto di Tony Howard

Oggi questa ricercatezza che rende la casa user-friendly è un must da avere per le esigenze e i trend di mercato che cambiano nel tempo. Come dicevi i vantaggi della casa domotica sono tanti ed inoltre sono personalizzabili, adattabili e flessibili. È possibile comandare gestire e modulare da qualsiasi punto della casa l’antifurto e la videosorveglianza, la climatizzazione e il riscaldamento, l’impianto audio video, l’inquinamento indoor e la salubrità dell’aria, le luci, comprese le tende, i consumi e l’impianto di irrigazione per quanto riguarda l’outdoor. Inoltre ci sono programmi ad hoc per i proprietari di casa, quelli per i più anziani ad esempio, sono in grado di proporre soluzioni di Healtcare personalizzate che si aggiornano in automatico giorno dopo giorno. Qual è per te l’applicazione più interessante?

Adoro la Geo-fencing e tutti i vantaggi che offre, compresa la sicurezza. Questa associa un perimetro virtuale ad un’area geografica nel mondo reale. Inoltre, il sistema, grazie a sensori multifunzione, è consapevole della presenza del proprietario e riconosce per esempio quando arriva a casa o quando si sposta da una stanza all’altra. In questo modo si attivano le varie funzioni programmate in precedenza, relative all’automazione di vari elementi come l’impianto di illuminazione. Se il proprietario è in cucina per ora di cena, la luce si imposta nella modalità “luce soffusa”, mentre se sta per entrare in casa in auto, si aprono i cancelli e si accendono le luci del vialetto in modo automatico, non appena la sua presenza viene captata dal sensore. Grazie ai sensori multifunzione inoltre, è possibile captare istantaneamente la presenza di un intruso, gli allarmi scattano istantaneamente e un video è trasmesso in tempo reale sullo smartphone del proprietario.

Crestron-Residential Outdoor

Crestron-Residential Outdoor foto di Tony Howard

Hai detto che usi Crestron. Questa casa statunitense che opera nel settore della Home Automation dal 1971 rappresenta il Gold Standard dei sistemi di controllo, la miglior offerta Domotica in grado di coniugare tecnologia ed estetica in abitazioni dall’alto profilo, prestigiose e di grandi dimensioni. Cos’è che lo differenzia dagli altri sistemi?

Crestron è un sistema aperto completamente personalizzabile. È in grado di gestire in maniera semplice una grande quantità di funzioni e creare infiniti scenari. Inoltre, è un sistema più sicuro e stabile che evita i problemi di funzionamento comuni. È possibile customizzare tutte le sue componenti, dal design dei display touch screen alla loro grafica. Tutti gli elementi sono caratterizzati da raffinatezza e attenzione ai dettagli. È fondamentale, infatti, l’attenzione all’aspetto estetico che denota touch screen da parete, telecomandi di controllo, pulsanti intelligenti e diffusori audio interni e esterni che sono installati in residenze di lusso e ville esclusive. Invece, sistemi come Control 4, collaborano solo con alcuni marchi di apparecchiature elettriche ed elettrodomestici, per questo sono limitati nella personalizzazione. Tuttavia offrono un’estrema facilità di programmazione anche in autonomia. Una problematica relativa a Crestron infatti, è che nel caso in cui dovessero presentarsi problemi relativi al sistema è necessario contattare un tecnico certificato per risolvere il guasto. Quindi la completa customizzazione di Creston richiede la competenza e la professionalità di un programmatore.

Basalte foto di Tony Howard

Basalte foto di Tony Howard

Gli italiani sono molto scettici riguardo all’argomento, spesso pensano “non fa per me” o “costa troppo”. Tuttavia non è così tanto esagerato come si pensa. Quanto costa installare un impianto domotico?

La domotica non è più una tecnologia per pochi, può essere installata in qualunque abitazione e si adatta al budget dei clienti. Ovviamente il costo finale dipende dalle automazioni scelte e dalle dimensioni della casa. Control 4 per esempio parte dall’offerta di un pacchetto base, che il proprietario può espandere a seconda delle sue esigenze. I sistemi Crestron invece, sono specifici e vengono installati durante la costruzione delle case, che la maggior parte delle volte sono grandi e prestigiose abitazioni di nuova costruzione, innovative e sostenibili, pensate per la massima customizzazione.

Interfaccia Riviera foto di Tony Howard

Interfaccia Riviera foto di Tony Howard

Cybersecurity e sicurezza in generale sono un tasto delicato. Con la Home Automation, tablet e smartphone diventano le chiavi di casa, o meglio diventano il vero e proprio telecomando della casa. Nel caso in cui il proprietario dovesse perdere il suo smartphone come potrebbe proteggersi dai ladri? E di conseguenza come potrebbe proteggere i suoi personal data in rete? Dicci di più sulla sicurezza informatica.

Prima se ti rubavano le chiavi di casa era molto più rischioso. Oggi, oltre alla possibilità di riconoscere gli intrusi ed inviare una notifica istantanea allo smartphone del proprietario grazie ai sensori multifunzione, lo smartphone smarrito può essere cancellato dal cloud in modo da sospenderne le funzioni smart con un semplice click. In più, per quanto riguarda la protezione dei dati personali, i sistemi Crestron più complessi sono anche i più sicuri. Infatti, il loro software è collegato in maniera diretta a quello centrale! Diffidate dai sistemi acquistabili on-line e fai-da-te, non garantiscono affidabilità perché sono facilmente attaccabili in quanto costituiti da più di canali d’accesso.

Crestron-Mobile foto di Tony Howard

Crestron-Mobile foto di Tony Howard

A causa della vasta offerta on-line infatti, anche a basso costo, quella dell’home automation programer è una professione che in pochi conoscono e che nella scelta e nell’installazione di in sistema domotico magari ignorano. A chi rivolgersi per installare un impianto domotico affidabile e di qualità come Crestron o Control 4? Dove trovarti?

Come dicevo, a Milano c’è la sede centrale di Crestron Italia e sul sito web c’è uno spazio dedicato ai programmatori certificati che possono operare su tutto il territorio italiano, e anche in altri Paesi. Tra un po’ troverete anche il mio nome in questa lista. Tuttavia in Australia, in questi 15 anni ho sviluppato la mia rete di contatti con cui collaboro attualmente da remoto, comodamente dall’Umbria. Per qualsiasi informazione non esitate a contattarmi a questo indirizzo e-mail: tony@techbytony.com. Sarò felice di rispondere alle vostre domande e risolvere i vostri dubbi.

Un ringraziamento speciale a Tony Howard, per averci dedicato il suo prezioso tempo

Written by

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.