Gli architetti leader nel mondo dell’architettura sostenibile

Oggi la sostenibilità è centrale nel mondo della progettazione. Nonostante nell’architettura sia molto difficile da misurare in quanto si riferisce a svariati fattori come l’utilizzo minimo di risorse non rinnovabili, l’impiego di materiali non nocivi, lo sfruttamento passivo dell’energia e della luce solare, l’obiettivo primario dell’architettura sostenibile è quello di ridurre al minimo l’impatto ambientale.

L’architettura sostenibile consiste in progettazione ed edilizia che rispettano al massimo l’ambiente. Infatti, limita il dispendio delle materie prime ed è caratterizzata da tecniche costruttive che limitino il più possibile l’inquinamento. Ma quali sono gli architetti leader dell’architettura sostenibile? Questi da tempo hanno sposato l’approccio green nella costruzione di significativi ed innovativi edifici a basso impatto ambientale.

1 Karl Ernst Lotz, il pioniere dell’architettura sostenibile

Karl Ernst Lotz è stato il primo architetto in assoluto ad aver fatto dell’architettura sostenibile un progetto di vita. Infatti, già nel 1975 parlava di un edificio come qualcosa che dovesse proteggere chi ci abita ma anche permettergli di respirare. Questi concetti all’avanguardia non erano ancora concepiti e compresi all’epoca. Infatti, sono dovuti passare all’incirca trent’anni affinché la filosofia di Lotz venisse applicata alla creazione di nuovi edifici.

architettura sostenibile

Gli architetti leader dell’architettura sostenibile – pexels di riccardo

2 Mario Cucinella Architects

Mario Cucinella è impegnato nel mondo dell’architettura sostenibile a 360°. Infatti, è fondatore e presidente della SOS – School of Sustainability di Bologna nonché vincitore nel 2009 e nel 2011 del MIPIM Award nella categoria green building con il Centre for Sustainable Energy Technologies (CSET) di Ningbo e la sede centrale italiana della 3M a Milano. Tra i traguardi raggiunti si ricorda anche il Premio “Sterminata Bellezza” di Legambiente per il nido d’infanzia La Balena di Guastalla. Mentre, tra i progetti più recenti e originali firmati Mario Cucinella Architects c’è anche Tecla, il primo prototipo di abitazione ecosostenibile interamente stampato in 3D utilizzando esclusivamente la terra cruda.

Montagnola Bologna: riqualificazione urbana con la nuova struttura di Cucinella

3 Stefano Boeri Architetti

Tra gli architetti leader dell’architettura sostenibile più famosi in Italia c’è senza dubbio lo studio Stefano Boeri Architetti che con ingegno e innovazione ha progettato a Milano il Bosco Verticale, uno dei grattacieli green più iconici del mondo. Questo ospita più di duemila specie arboree e si propone di incrementare la biodiversità vegetale e animale contribuendo anche alla mitigazione del microclima.

4 Park Associati e Cino Zucchi Architetti

Tra gli studi leader dell’architettura sostenibile in Italia ci sono Park Associati e Cino Zucchi. Infatti, dalla loro collaborazione è nato a Bolzano il quartier generale della Salewa, marchio di abbigliamento e attrezzature per la montagna, che ospita un impianto fotovoltaico grande quasi come 2 campi da calcio. Pertanto, la struttura, intesa come un luogo di connessione tra natura, socialità e sostenibilità, si contraddistingue per la capacità di produrre più energia di quanta ne consumi, ovvero circa 400.000 kW/h anno.

Quanto costa costruire un edificio sostenibile? Cosa dicono i preventivi online

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Nel 2019, Lars Strannegard, presidente della Stockholm School of Economics, ha dichiarato al Financial Timesche nei paesi nordici le aziende cercano di rendere “la sostenibilità parte di ogni cosa, infatti, non è un caso che Greta Thunberg sia svedese”. Nei paesi nordici il legame con la natura è chiaro ed è interpretato architettonicamente nel migliore dei modi. Infatti, gran parte dell’industria è basata sulla natura, protagonista anche della cultura in tutte le sue accezioni.
  • Nella Groenlandia artica, una struttura residenziale psichiatrica favorisce il contatto dei pazienti con la natura grazie ad una “architettura terapeutica” basata sull’evidenza.
  • Foster + Partners era stato uno dei tanti studi britannici, tra cui Zaha Hadid Architects e David Chipperfield Architects, che aveva condiviso l’Architects Declare Climate and Biodiversity Emergency. Questo è un documento che è stato elaborato da diciassette società di architettura britanniche, alla fine del maggio 2019 con l’obiettivo di adottare una serie di cambiamenti nella progettazione architettonica per contrastare il riscaldamento globale. Oggi conta 100 tra i maggiori studi UK.
  • Secondo i dati dell’Osservatorio sulla sostenibilità, la generazione Z è quella più attenta ai valori della casa sostenibile.Il 53% infatti ha a cuore queste tematiche.
  • Insieme a Smart Student Unit (Tengbom) e Frame House (Leap Factory), Diogene, progettata da Renzo Piano, è nella classifica delle Tiny house sostenibili di nuova generazione.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.