Le Chiese più belle dell’Emilia Romagna

L’Italia possiede un patrimonio culturale e ambientale unico al mondo. Non solo coste, riserve e paesaggi naturali, ma ben oltre 4.000 musei, 6.000 aree archeologiche, 40.000 dimore storiche e 85.000 chiese soggette a tutela. L’Habitante viaggiatore va oggi alla ricerca delle Chiese più belle dell’Emilia Romagna.

Alla scoperta dell’Emilia Romagna, tradizioni e numeri della regione del buon cibo

Le Chiese più belle dell’Emilia Romagna

1. La Cattedrale di San Giorgio

La Cattedrale di San Giorgio è il simbolo della città di Ferrara nonché una delle chiese più belle dell’Emilia Romagna. Sorge al centro della città, di fronte al Palazzo Comunale. La cattedrale fu costruita a partire dal XII secolo. La facciata della chiesa di San Giorgio è in marmo bianco, a tre cuspidi, e presenta logge, arcatelle, rosoni, finestroni strombati, statue e numerosissimi bassorilievi. Nella parte centrale della facciata risalta il protiro, sorretto da leoni e telamoni, sormontato da una loggia a baldacchino con la statua della Madonna con il Bambino. Nella cattedrale si osservano due stili: quello romanico e quello gotico.

Le Chiese più belle dell’Emilia Romagna

shutterstock_1654211194 Di Maja Peirano – Cattedrale di San Giorgio, Ferrara

2. La Cattedrale di Santa Maria Assunta

La Cattedrale di Santa Maria Assunta, a Parma, è una delle chiese più belle dell’Emilia Romagna. Fu edificata a partire dal 1074 a seguito di un incendio che distrusse la precedente basilica paleocristiana. Da allora la cattedrale è divenuta simbolo della tradizione religiosa di Parma, oltre che testimonianza d’arte. Qui la scultura romanica convive con la pittura rinascimentale. Il Duomo, insieme al battistero, ha una struttura architettonica particolarmente complessa. Diversi grandi artisti lavorarono alla sua edificazione. La facciata a capanna in pietra, è suddivisa in tre ordini sovrapposti: il primo ospita i tre portali di accesso al duomo; il secondo ordine è occupato da due file di loggette percorribili a trifore con colonnine in marmo veronese; il terzo ordine è costituito da una galleria continua che segue gli spioventi del tetto.

Le Chiese più belle dell’Emilia Romagna

shutterstock_478377118 Di RossHelen – Cattedrale di Santa Maria Assunta, Parma

3. La Basilica di Sant’Apollinare in Classe

La Basilica di Sant’Apollinare in Classe rientra nelle cinque chiese più belle dell’Emilia Romagna. Sita a Ravenna, fu edificata nel VI secolo. È un capolavoro d’arte paleocristiana e bizantina. Si trova in un’area che un tempo fu zona cimiteriale. Per le sue splendide decorazioni musive dell’abside, la basilica è stata eletta Patrimonio dell’Umanità. La facciata della chiesa è rivestita da mattoni a vista.

Le Chiese più belle dell’Emilia Romagna

shutterstock_1702299553 Di Dmitrii Sakharov – Basilica di Sant’Apollinare in Classe, Ravenna

4. La Cattedrale di Santa Colomba

La Cattedrale di Santa Colomba, conosciuta come Tempio Malatestiano, è il principale luogo di culto cattolico di Rimini. È una delle chiese più belle dell’Emilia Romagna. La sua costruzione risale al IX secolo. L’esterno del Tempio Malatestiano fu progettato da Leon Battista Alberti. Le fiancate sono costituite da una sequenza di archi su pilastri il cui modello è stato rintracciato nei pilastri interni del Colosseo. Gli arconi delle fiancate si presentano con un’imposta rialzata che trasforma l’arco a tutto sesto in arco semistaffato. L’interno, durante i lavori rinascimentali, venne mantenuto ad aula unica aggiungendo alcune profonde cappelle laterali, incorniciate da arcate a sesto acuto chiuse da balaustre marmoree riccamente ornate.

Le Chiese più belle dell’Emilia Romagna

shutterstock_1290940273 Di Murphy1975 – Cattedrale di Santa Colomba, Rimini

5. La Basilica di San Petronio

Una delle chiese più belle dell’Emilia Romagna è senza dubbio la Basilica di San Petronio. Si trova a Bologna e fu costruita nel 1390. Si tratta di un edifico in arte gotica incompiuto. Situata di fronte Piazza Maggiore, la Basilica è lunga 132 metri, larga 60 metri e alta 51 metri. La facciata è visibilmente suddivisa in due parti: la fascia inferiore è rivestita da marmo, la parte superiore, invece, resta incompiuta. Con il suo volume di 258.000 metri cubi, la basilica di San Petronio è la chiesa gotica costruita con mattoni più grande del mondo. Queste caratteristiche hanno fatto di San Petronio uno dei simboli della città di Bologna.

Le Chiese più belle dell’Emilia Romagna

shutterstock_1759547579 Di Filippo Carlot – Basilica di San Petronio, Bologna

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu?

  • La Basilica di San Petronio è una delle chiese più grandi d’Europa. È il terzo edificio religioso d’Italia più grande dopo il Duomo di Milano e di Firenze.
  • Il territorio italiano è stato suddiviso in regioni ecclesiastiche. La regione ecclesiastica è un’istituzione cattolica, regolata dal Codice di diritto canonico nei canoni 433 e 434, che raggruppa più province ecclesiastiche e/o diocesi direttamente soggette alla Santa Sede tra loro vicine.
  • La regione ecclesiastica dell’Emilia Romagna possiede 2.686 chiese.

La classifica delle chiese più belle d’Italia

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Designer e Dottoressa in Lingue Moderne per il Web