I più bei parchi dove fare pic-nic in Calabria

Scopri quali sono i più bei parchi dove fare pic-nic in Calabria! In questa regione puoi trovare svariate location, di mare, collina o montagna. Scegli il parco di tuo interesse, oltre a trascorrere una bella giornata di sole all’aria aperta e a contatto con la natura, puoi vivere momenti piacevoli scoprendo l’arte, la storia e la cultura di questo territorio. Così, un semplice pic-nic si trasformerà in un’esperienza indimenticabile!

Dove fare un pic-nic in Calabria

La Calabria è una regione perfetta per organizzare un pic-nic, infatti, nel suo territorio i Parchi Nazionali sono ben tre, il Parco Nazionale del Pollino, il Parco Nazionale della Sila e il Parco Nazionale dell’Aspromonte. In questi territori incontaminati, le Riserve e i Parchi Naturali da scegliere per una gita fuori porta sono innumerevoli. Ecco una lista dei più bei parchi dove fare un pic-nic in Calabria, da Nord a Sud!

I più bei parchi dove fare pic-nic in Calabria

I più bei parchi dove fare pic-nic in Calabria – shutterstock foto di Giuma

Parco Nazionale del Pollino

Nel Parco Nazionale del Pollino, il più grande parco nazionale italiano, si trova il massiccio del Pollino, un massiccio montuoso dell’Appennino meridionale, posto lungo il confine di Basilicata (provincia di Potenza) e Calabria (provincia di Cosenza). Qui, le aree pic-nic per organizzare un pic-nic e trascorrere una giornata a contatto con la natura sono molte.

Grotta del Romito

La Grotta del Romito, situata in località Nuppolara nel comune di Papasidero, in provincia di Cosenza è una delle più importanti e più antiche testimonianze a livello Europeo, dell’arte preistorica in Italia. L’area pic-nic che si trova vicino a rivi d’acqua e cascate che nascondono bocche di spettacolari grotte dove poter ammirare le stalattiti, è il posto ideale per trascorre un solo giorno, o un intero weekend all’insegna di un’avventura indimenticabile nel verde! Infatti, i più coraggiosi, per poter ammirare le Grandi Gole del fiume Lao, patrimonio UNESCO, possono scegliere di fare Rafting in uno dei più grandi Canyon d’Europa. Alla scoperta di una natura selvaggia e incontaminata e paesaggi mozzafiato.

Alla scoperta della Calabria, tradizioni e numeri di un territorio ricco di storia

Parco nazionale della Sila

Il Parco Nazionale della Sila è un parco nazionale situato nel cuore della Calabria. Il suo territorio si estende da Nord a Sud e coinvolge tre delle cinque province calabresi, la provincia di Catanzaro, la provincia di Cosenza e la provincia di Crotone. La Sila è un vasto altopiano e il suo territorio si divide in Sila Greca, Sila Grande e Sila Piccola. La Sila Greca rappresenta il territorio minore dei tre, solo per altitudini. Il suo nome nasce dalle influenze culturali d’oriente e dagli antichi insediamenti greci, bizantini, brasiliani e albanesi.

Sila Grande: Lorica

Il cuore pulsante della Sila Grande è Lorica. Questo territorio rappresenta una meta molto ambita, sia in estate, sia in inverno, grazie alla sua pittoresca posizione sulle sponde del lago Arvo (di origine artificiale) e alla presenza di impianti sciistici e di risalita. Qui, l’area picnic Lorica, situata al centro del parco avventura, Silavventura un Parco immerso nei boschi sulle sponde del Lago Arvo è il posto ideale per trascorrere una giornata fantastica in un habitat impermeabile e selvaggio. Dove il cuore si fonde con le diverse emozioni sensoriali.

Sila Piccola: Roncino e Buturo

Nella parte di territorio della Sila Piccola, i posti immersi nel verde, sulla montagna tra Roncino e Buturo, luoghi di arte e di cultura, sono innumerevoli. Nella Sila Piccola, salendo da Catanzaro, per trascorrere una giornata all’insegna del divertimento c’è il Parco Avventura Alberolandia. Inoltre qui, nell’area picnic ci sono tavoli, amache e chioschetti dove poter assaporare del buon cibo tradizionale!

Nduja cos’è e come si mangia la specialità piccante calabrese

Parco Nazionale dell’Aspromonte

Il Parco nazionale dell’Aspromonte prende il nome dal Massiccio dell’Aspromonte. Questo è un Parco Nazionale che sorge all’interno e circonda la città metropolitana di Reggio Calabria. La flora dell’Aspromonte è caratterizzata da una spiccata eterogeneità come risultante della bassa latitudine, della prossimità del mare. I borghi che si trovano nel parco, vantano di una storia antichissima e suscitano svariati interessi. Qui le aree pic-nic dove poter trascorrere una giornata in completo relax sono varie.

Le Grotte di Tremusa

Le Grotte di Tremusa sono caratteristiche perché le pareti, ricoperte di fossili di conchiglie, creano un contatto magico e straordinario con il mondo antico. Qui, l’area pic-nic proprio di fronte alle Grotte offre la possibilità di fare grigliate e accendere fuochi, quindi è il posto ideale dove poter trascorrere anche l’intera notte.

La Scialata

Il percorso naturalistico della del Torrente Levadio è un sentiero escursionistico montano nei pressi di San Giovanni di Gerace, in provincia di Reggio Calabria. Il sentiero conduce alla sorgente di acqua oligominerale di Cannavarè, nei pressi dell’area pic-nic denominata “Scialata”. Un posto favoloso, dove potersi rilassare dopo l’avventura nei boschi, alla scoperta del laghetto e delle cascate, dove potersi rinfrescare su enormi sassi candidi.

Le iniziative sostenibili nel mondo: ecoturismo e vacanze ecologiche

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • In Calabria, cosi come in tutto il Paese, il lockdown ha interessato la filiera dell’offerta di servizi turistici. Già lo scorso anno il numero medio di addetti per impresa è diminuito a causa del DPCM che ha determinato la chiusura di molti affittacamere per brevi soggiorni, case, appartamenti per vacanze, B&B, residence, alloggi e camping.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.